Chiara Ferragni: “Adesso cambio cognome”, ed è panico su Instagram

0
54

Chiara Ferragni cambia cognome: sembra una follia (probabilmente lo è) ma già tutti ne parlano.

Chiara Ferragni
Chiara Ferragni (Instagram)

Il nome di Chiara Ferragni (e soprattutto il suo cognome) sono diventati nel corso del tempo un vero e proprio marchio, insieme all’occhio azzurro dalle lunghe ciglia che l’imprenditrice digitale ha deciso di utilizzare come logo.

Il nome e il cognome di Chiara, quindi, valgono letteralmente milioni e sono stati utilizzati in un’infinità di occasioni per collegare eventi, iniziative di moda e molto altro.

Perché cambiarlo all’improvviso e senza alcuna ragione apparente? La risposta è che oltre ad avere un grosso conto in banca Chiara ha anche un grosso senso dell’umorismo ed è in grado di prendersi allegramente in giro di tanto in tanto.

Chiara cambia cognome: “Altro che Ferragni, chiamatela Ironspiders”

chiara ferragni
Foto Instagram da https://www.instagram.com/chiaraferragni/

Tutto è nato da uno stranissimo anello che Chiara ha preso di recente e che, ovviamente, ha fotografato e messo on line per i suoi follower. Si tratta di un anello molto diverso da quelli sottili e raffinati che Chiara indossa normalmente: si tratta di un anello quasi da rocker con un teschio color oro i cui occhi sono sostituiti da due grossi cristalli e che porta sulla testa un ragno decorato con una pietra viola.

Il motivo di questa imprevedibile scelta di stile Chiara l’ha spiegato in inglese: “Ho preso questo fantastico anello con oro e diamanti a forma di teschio e con un ragno in cima per il mio cognome. Ferragni in inglese significa Iron Spiders”

Ovviamente il web è impazzito e molti follower hanno cominciato a commentare credendo che fosse solo una battuta: Chiara si è difesa scrivendo che in effetti è proprio così (ed è vero, la traduzione è corretta) e Fedez non se l’è fatto ripetere due volte per prenderla in giro.

“Chiamatela Iron Spiders” ha scritto il marito di Chiara nelle sue stories, credendo che la cosa si sarebbe esaurita in pochissimo tempo. Dato che Chiara non capiva l’atteggiamento del marito, Fedez ha voluto chiarire la sua posizione e non ha usato mezzi termini: “Non fa ridere, è una cosa stupida!” ha detto Fedez.

E non importa cosa ne pensi suo marito, ormai il web (a proposito di ragni) si è scatenato e ha già dato diversi frutti assolutamente memorabili.

Se nel tempo libero a Chiara piace scherzare, su altre cose Chiara è assolutamente seria, come il suo impegno civico sostegno del patrimonio artistico e nazionale durante il lockdown e appena dopo la sua fine.

Non prendendo nemmeno in considerazione l’idea di fare vacanze fuori dall’Italia, negli scorsi mesi Chiara ha voluto trasformarsi in una testimonial del patrimonio culturale nazionale, visitando i principali luoghi di cultura italiani per portare l’attenzione mediatica di milioni di follower sulle possibilità turistiche offerte dal nostro Paese.

L’impegno di Chiara l’ha portata a visitare gli Uffizi, con una serie di fotografie che hanno sollevato moltissime polemiche e, successivamente, anche la Basilica di San Marco a Venezia, da tempo chiusa al pubblico per restauri.

Proprio la città lagunare, in occasione dell’ultimo Festival del Cinema, ha deciso di offrire a Chiara il più importante riconoscimento della città di Venezia: il Leone d’Oro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni) in data:

“Per aver scelto la città di Venezia come tesoro da far conoscere al mio pubblico internazionale in questi tre giorni in laguna e per l’impegno civico dimostrato per l’Italia in questo periodo di emergenza ricordando a tutti le bellezze di cui l’arte, la cultura e la tradizione italiana sono ricche, sono stata insignita dalla città del Leone D’Oro” ha spiegato Chiara che ha anche promesso che questo è solo l’inizio del suo impegno civico a favore dell’Italia.

Negli scorsi mesi, dopo essere stata colpita dalle storie delle ragazze vittima di violenza sessuale negli States, Chiara aveva anche deciso di seguire con il massimo interesse possibile il tema della prevenzione della violenza sulle donne.