Dieta e colesterolo: consigli utili

0
73

Il colesterolo è una situazione patologica da non sottovalutare. Per questo, la dieta si rivela molto importante. vediamo tutti i consigli che possiamo mettere in atto nella vita quotidiana.

Dieta e colesterolo: consigli utili
Dieta e colesterolo: consigli utili (Unsplash photo)

Il colesterolo è uno dei problemi che spesso si collega all’alimentazione, infatti, l’aumento della colesterolemia affiora nel momento in cui ci sottoponiamo a dei semplici esami del sangue per conoscere la quantità di colesterolo presente.

Il colesterolo

Dieta e colesterolo: consigli utili
Dieta e colesterolo: consigli utili (Pixabay photo)

Per ottenere dei risultati chiari sarà utile, come prima cosa, richiedere delle analisi specifiche su: il colesterolo totale, l’HDL colesterolo, il colesterolo LDL. Ma andiamo per gradi:

  • il primo, per risultare ed essere considerato un valore normale deve essere compreso tra i 200 e i 240 mg.
  • il secondo deve essere, nell’uomo, superiore a 35 mg per cento, e nella donna superiore a 45 mg per cento.
  • il terzo risulta essere normale fino a 150 mg per cento.

In questa suddivisione possiamo notare per il valore del cosiddetto HDL, ovvero il colesterolo buono, quello che riesce a spazzare le arterie, così, anche un colesterolo totale alto ma con una porzione di HDL superiore a 35 per l’uomo e 45 per la donna può non destare preoccupazione.

Sempre necessario però ascoltare il parere del nostro medico curante. Insieme a questi valori è consigliato richiedere anche l’esame della trigliceridemia; per avere dei valori che risultino al fine attendibili è necessario che qualsiasi prelievo venga effettuato con almeno 12 ore di digiuno pregresse. Nel caso in cui ci sia qualche dislivello di valori, sarà bene approfondire le indagini con ulteriori accertamenti prescritti dallo specialista.

Il colesterolo e la dieta

Colesterolo e abitudini sbagliate
Colesterolo alto Foto: Adobe Stock

Per cercare di riportare nella norma i valori alterati del colesterolo, è sempre opportuno seguire una dieta. In realtà, il colesterolo alto dipende molto dalla quantità degli alimenti che vengono consumati più che dall’apporto totale di colesterolo in essi. Buona norma è quella di ridurre l’introito di calorie raggiungendo il nostro normo peso.

Vediamo ora i consigli:

  • preferire sicuramente le carni bianche, tra carne pesce prediligere il pesce
  • usare sempre dell’olio extra vergine di oliva
  • mangiare almeno cinque porzioni al giorno di frutta e verdura così da garantire una buona quantità di fibra all’interno della dieta
  • limitare il consumo di dolci e formaggi, potete sostituirli con dei formaggi freschi light così da ridurre l’apporto di lipidi e garantirvi quello di calcio
  • buona regola non consumare più di 2/3 uova alla settimana ma non eliminarle del tutto.

Forse non tutti sanno che eliminare drasticamente le uova dalla dieta potrebbe privare l’organismo di importanti nutrienti.

  • abolire il fumo, e praticare come abitudine delle lunghe passeggiate soprattutto per le persone più anziane.

Questo potrebbe aiutarvi anche a ridurre l’uso di una quantità di farmaci che talvolta vengono utilizzati.

Sostanze buone contro il colesterolo

colesterolo
colesterolo e alimentazione istock

Esistono delle sostanze che non hanno controindicazioni specifiche e che possono dare degli ottimi risultati quando si soffre di colesterolo alto. Ci riferiamo particolarmente al chitosano e alla lecitina di soia o prodotti simili facilmente reperibili. In realtà, sono stati messi in commercio anche prodotti alimentari nati grazie all’avanzare di tecnologie scientifiche innovative nel campo dell’alimentazione e che possono contribuire notevolmente a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, questi sono i fitosteroli e i policosanoli.

I primi sono delle sostanze naturali che sono presenti in piccolissime quantità in alimenti molto comuni come la frutta la verdura, i cereali, la frutta secca e gli oli vegetali, sono contenuti anche in diverse tipologie di yogurt che possiamo trovare tranquillamente nei supermercati o nei negozi di genere alimentare. Hanno una struttura molto simile al colesterolo agiscono in modo adeguato inglobandolo e eliminandolo conseguentemente. Hanno la funzione di abbassare soprattutto il colesterolo cattivo e sono indicati anche per la prevenzione delle malattie cardiovascolari.

I policosanoli invece provengono dalla matrice cerosa della canna da zucchero ed hanno la proprietà di ridurre la produzione di un enzima fondamentale per la sintesi di colesterolo, con un effetto che può diminuire notevolmente il colesterolo totale e il colesterolo cattivo nello specifico.

Qualche ricetta anti-colesterolo

Zuppa con cereali e verdure
Zuppa con cereali e verdure – Fonte: Adobe Stock

Fare attenzione a ciò che mangiamo è molto importante per la salute del nostro intero organismo: ci sono degli alimenti specifici che aiutano a tenere a bada il colesterolo

altri invece da evitare.

Il colesterolo infatti può essere tenuto sotto controllo attraverso un’alimentazione sana ed equilibrata, un’eccessiva concentrazione del valore del colesterolo nel sangue può portare anche a gravi problemi del sistema circolatorio. Oggi vi proponiamo cinque ricette per creare dei menù completi e salutari, una dieta da seguire se si soffre di colesterolo alto.

Polle al curry

Partiamo da un bel pollo al curry con del riso venere. Questo è un piatto unico e semplice, vengono utilizzati degli ingredienti molto basici e poveri di grassi, abbiamo infatti una carne bianca ma magra, delle spezie e del riso nero. Il petto di pollo che viene impiegato in questa ricetta deve essere necessariamente senza pelle e al posto del burro dobbiamo optare per l’olio extravergine di oliva. Infatti nella dieta anti-colesterolo un alimento che viene usato di frequente è proprio il pollo. Potete seguire la video ricetta e scegliere anche bocconcini di soia per variare la preparazione. 

Nella carne di pollo e di tacchino è presente la taurina, una sostanza capace di contrastare le malattie coronariche e del colesterolo. Inoltre, all’interno di questa ricetta, troviamo la curcuma contenuta nel curry che ha proprietà che riescono a inibire l’assorbimento di colesterolo da parte del nostro intestino. Questo piatto è quindi una combinazione di due ingredienti molto semplici da reperire, per un gusto davvero ricco e utile alla salute del nostro corpo.

Biscotti avena e banana

Solitamente per riempire una teglia da forno rettangolare standard occorrono 14 biscotti, ma tutto dipenderà dalla forma che darete loro e dalla quantità che vorrete ottenere.

Ingredienti (per 14 biscotti)

  • 4 banane medie mature
  • 500 g di avena (cereali avena)

Preparazione

  • Schiacciate le banane in una ciotola
  • Versate poco a poco l’avena
  • Mescolate energicamente fino ad ottenere un impasto omogeneo e alla vista cremoso
  • Inumidite le mani per evitare che il composto si attacchi durante la creazione delle palline
  • Componete 14 palline, teglia, carta forno
  • Disponetele e, una volta adagiate su teglia, appiattite ogni pallina a ‘mo pizzetta
  • In forno per 5 minuti a 180°

Il risultato vi stupirà! Per rendere questi fragranti e morbidi biscotti più appetitosi potete aggiungere all’impasto uvettafrutta seccagocce di cioccolato fondente o altri sapori a voi graditi. Potrete spezzare un improvviso attacco di fame, concedervi una merenda salutare, arricchire la colazione accompagnando il vostro latte e caffè, deliziare il post cena con uno dei vostri biscotti, magari spalmandoci un cucchiaino di miele. Potrete riporre i biscotti in frigo per una conservazione più duratura ma anche riscaldarli all’occorrenza. Una ricetta di soli due ingredienti e a prova di colesterolo!

Mele con prugne e noci: video ricetta

Una ricetta dolce e sana, mele spadellate con prugne, noci e semi di lino. Semplice, veloce e gustosa, una combinazione perfetta per abbassare il colesterolo cattivo, ricca di vitamina C, potassio, polifenoli, fibre e Omega 3.

Fonte: (marcobianchi.blog)

Conclusioni: tutti gli alimenti da preferire

Dobbiamo sicuramente preferire tutti quegli alimenti a basso contenuto di grassi saturi. È molto importante invece l’assunzione di grassi monoinsaturi come ad esempio l’olio extravergine di oliva, e di acidi grassi polinsaturi contenuti per esempio nel pesce grasso come il salmone, lo sgombro, il tonno da portare in tavola almeno due volte alla settimana.

DIETA MEDITERRANEA perché funziona? Esempi, menù settimanale e ricette
DIETA MEDITERRANEA perché funziona? Esempi, menù settimanale e ricette (Adobestock photo)

Dobbiamo includere nel nostro regime alimentare anche la frutta secca, i semi, i legumi, almeno tre o quattro porzioni a settimana. Inoltre, per combattere il colesterolo cattivo, è importante portare a tavola tutti giorni almeno cinque porzioni di frutta e verdura come consigliato dai dettami della dieta mediterranea, cereali integrali come ad esempio pane, pasta, riso tutti integrali, carni magre e preferibilmente bianche.