Home Maternità Salute Bambini e Unghie: le cure, quando e come tagliarle, consigli degli esperti

Bambini e Unghie: le cure, quando e come tagliarle, consigli degli esperti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:34
CONDIVIDI

La cura delle unghie nei bambini, come e quando tagliarle,  quando tagliarle la prima volta nel neonato, i cambiamenti a cui fare attenzione. 

Unghie e bambini: quando e come tagliarle, le cure, consigli degli esperti
Pixabay

Le unghie dei bambini sono una parte molto delicata del loro corpo che inizia a crescere già durante i nove mesi di gestazione. La velocità di crescita nei lattanti è molto rapida e via via crescendo si fa sempre più lenta.

Scopriamo come prenderci cura delle unghie dei bambini, come e quando tagliarle, le anomalie e i cambiamenti a cui fare attenzione, cosa far mangiare ai bambini perché le loro unghie restino in salute.

Quando tagliare la prima volta le unghie al neonato

Sono molte le leggende attorno al ‘primo taglio di unghie’ del neonato. Si dice infatti che non si dovrebbero tagliare le unghie di un bimbo prima del mese di vita per evitare alcune sciagure che potrebbero abbattersi sulla sua vita. Ma siamo nel 2020 e le leggende lasciano il tempo che trovano, per questo se un neonato nasce con le unghie molto lunghe, con le dovute attenzioni ma si potranno accorciare.

Le unghie del bimbo appena nato si presentano molto morbide e aderenti alla pelle, per questo anche molti pediatri consigliano di tagliarle la prima volta quando siano diventate più dure, nonostante ciò, se la lunghezza delle unghie potrebbe provocare graffi sul viso del bimbo, sarà bene adoperarsi per accorciarle.

Quando e come  tagliare le unghie ai bambini

Quando tagliare le unghie ai bambini
Pixabay

Come abbiamo già premesso, la lunghezza delle unghie andrebbe tenuta sotto controllo sin dalla nascita di un bambino e se dovessero risultare molto lunghe e pericolose per l’incolumità del bambino, che non avendo un controllo dei movimenti delle mani, potrebbe graffiarsi il viso, sarà bene tagliarle.

Nei bambini più grandi, tagliare le unghie dopo il bagnetto quotidiano sarà la cosa migliore. Le unghie infatti risulteranno più morbide.

Per accorciare le unghie dei bambini, esistono in commercio delle forbicine con la punta arrotondata dedicate a loro. Tagliare le unghie ai neonati sarà abbastanza semplice e se non dovessero collaborare, lo si potrà fare mentre dormono. Nei bambini più grandicelli, si potrà studiare un momento divertente legato al taglio delle unghie e cercare così di renderli collaborativi.

Come tagliare le unghie ai bambini? Le unghie delle mani e dei piedi dovranno essere accorciate con cura e stando molto attenti a mantenere gli angoli abbastanza quadrati, come consigliano gli esperti dell’Ospedale Bambino Gesù:

“Il momento migliore per la cura e il taglio delle unghie è immediatamente dopo il bagno o la doccia. Tuttavia, se non fosse possibile, immergere le unghie in acqua tiepida per alcuni minuti per ammorbidirle.
Per il taglio delle unghie nel bambino si consiglia, per sicurezza, di utilizzare forbicine dalla punta arrotondata.
Per le unghie delle mani effettuare il taglio seguendo la curvatura del polpastrello. Invece, per le unghie dei piedi va effettuato un taglio più lineare, facendo attenzione a mantenere gli angoli ai lati delle unghie.
È importante sia per le unghie dei piedi sia per quelle delle mani, fare attenzione a non approfondire troppo il taglio. Questa accortezza serve a prevenire il rischio che l’unghia, crescendo, possa penetrare nella pelle intorno al dito (unghia incarnita o onicocriptosi).  

Dopo il taglio, l’unghia potrebbe non essere completamente arrotondata e potrebbe essere rimasto qualche angolino appuntito. In questi casi, il neonato o il bambino potrebbe graffiarsi o graffiare involontariamente. Inoltre l’unghia potrebbe impigliarsi negli indumenti o in altri materiali con cui viene a contatto.
Nei bambini più grandicelli, le unghie, se non ben arrotondate, possono dare una sensazione personale di fastidio e invogliare il piccolo a mangiarsi le unghie”

L’alimentazione giusta per mantenere le unghie dei bambini in salute

Cosa far mangiare ai bambini per mantenere le unghie sane
Pixabay

L’alimentazione dei bambini dovrebbe essere sempre sana, varia e ricca di tutti i nutrienti necessari alla loro crescita. Per la salute delle unghie, si dovrà tenere sotto controllo l’apporto delle proteine e degli alimenti contenenti molta Vitamina B7 che si trova naturalmente in alimenti come la carne, il pesce, le uova e la frutta secca come le mandorle e le noci. Scopri come preparare una merenda sana per i bambini. 

Unghie e bambini: le anomalie a cui fare attenzione

Unghie e bambini le anomalie a cui fare attenzione
Pixabay

Le unghie nei bambini, come quelle degli adulti, sono uno specchio della salute e per questo bisognerà tenerne sotto controllo lo stato per individuare alcune anomalie che potrebbero presentarsi.  Se si nota un cambiamento nella colorazione, nella forma o nella consistenza dell’unghia sarà bene rivolgersi al medico pediatra che a sua volta potrebbe consigliare una visita dermatologica. Dietro queste anomalie infatti, potrebbe nascondersi un‘infezione di tipo micotico o batterica.

Se nelle unghie dei piedi si notano delle piegature, delle piccole contusioni e addirittura si nota la presenza di unghie incarnite, potrebbero essere state causate dalle scarpe troppo corte.

Prendersi cura dei bambini è quanto di più dolce ma anche impegnativo ci sia, l’osservazione attenta a scoprire anche piccoli cambiamenti sarà essenziale, come nel caso dell’infezione da candida ‘il mughetto’ che molto spesso colpisce i lattanti. 

Fonte: ospedalebambinogesu.it