Dichiarata morta, apre gli occhi durante il suo funerale

0
7

20 anni, dichiarata morta dai paramedici riapre gli occhi mentre stavano per chiudere la sua bara. Rinascita o errore medico?

morteQuante volte durante l’ultimo saluto ad una persona a noi cara abbiamo desiderato profondamente che si risvegliasse? Perdere una persona cara è un dolore molto grande e miracolosamente è stato risparmiato ad una famiglia del Michigan. La vicenda sta facendo il giro del web, tutti si chiedono come sia possibile risvegliarsi dalla morte e si cerca di fare luce su questa incredibile vicenda.

Giovane donna apre gli occhi durante il suo funerale

donna morta si risveglia
Photo Life.shared.com

La morte è una certezza, prima o poi siamo tutti destinati a morire, anche se non sappiamo bene quando questo accadrà. Tuttavia la cronaca ha riportato diversi fatti miracolosi di persone dichiarate morte che si sono risvegliate come nel caso di Timesha Beauchamp, 20 anni. La notizia della sua “rinascita” in questi giorni viene riportata da molti media. come The Guardian e Life.shared.com. La ventenne vive a Southfield, nel Michigan, è stata dichiarata morta dai paramedici ma sorprendentemente si è risvegliata durante il suo funerale.

Le indagini ancora in corso fanno pensare che non si tratti di un miracolo ma di un madornale errore medico. Ecco come sono andate le cose:

Come riportato da The Guardian e Shared.com, la ragazza sarebbe stata ritrovata priva di vita in casa sua in una zona di periferia. La sua famiglia chiese l’intervento dei paramedici dopo che la ragazza aveva avuto un attacco cardiaco. Questi arrivati sul posto hanno cercato di rianimare la donna per circa 30 minuti dopo di che hanno constatato che la ragazza non dava segni di vita, non respirava e non c’era battito.

I paramedici a questo punto hanno chiamato l’ospedale più vicino ed un medico del pronto soccorso ha ritenuto che i dati forniti dai paramedici fossero attendibili tanto da denunciare il decesso della ragazza. Quindi la dichiarazione di morte è stata fatta per telefono e a darne la conferma è il signor Bill Mulan, portavoce dell’ufficio del medico legale della contea di Oakland, intervistato da People.

Successivamente i paramedici hanno contattato un medico legale per capire come procedere. Il medico legale ha disposto che il corpo venisse trasportato all’impresa funebre per i funerali senza disporre un’autopsia.

I paramedici quindi trasportano la ragazza presso l’impresa funebre di James H Cole a Detroit dove avviene una scoperta sorprendente. Solo un’ora dopo l’avvenuta dichiarazione di morte, il personale delle pompe funebri apre la sacca che conteneva la ragazza per riporla nella bara e scopre che la ragazza aveva gli occhi aperti e respirava.

Inorridito il legale della famiglia ha dichiarato: “Stavano per chiuderla in una bara, il che è spaventoso”.

Ovviamente la famiglia della vittima non riesce a darsi pace, questa storia avrebbe potuto avere un epilogo orribile: “Il mio cuore è così pesante. Qualcuno ha dichiarato la morte di mia figlia che non era morta”.

La ragazza oggi è ricoverata in condizioni critiche. Nata con una paralisi cerebrale le sue condizioni erano già precarie. La madre sotto choc afferma: “Siamo sconvolti da quanto è successo. Chiediamo alle persone di continuare a pregare per Timesha e a tenere anche la sua famiglia nelle loro preghiere”.

Queste sono le parole della donna incredula. Le indagini sono ancora in corso ma questa vicenda non è la sola, diversi casi di morte apparente sono state riportate negli anni dai media.

Perchè accade? Un esperto ha fornito la sua spiegazione:

Pierre-François Laterre, capo del dipartimento di terapia intensiva delle cliniche universitarie Saint-Luc a Bruxelles ha spiegato che in alcuni casi la respirazione sembra assente e anche il battito cardiaco poichè rallentano talmente tanto da non poter essere rilevati. Questo avviene in caso di avvelenamento da droghe e ipotermia.

Quante volte ti sei reincarnato? 10 segni che hai avuto una vita precedente

L’esperto precisa che sono condizioni circostritte in un determinato arco temporale: “Il cuore può rimanere inattivo per circa 15-20 minuti e altrettanto tempo nella fase di rianimazione, vale a dire durante la ventilazione artificiale e il massaggio cardiaco” ma  “quando il corpo è in ipotermia e si verifica un calo di temperatura il corpo ha bisogno di meno energia per funzionare, quindi la persona può resistere di più senza respirare o senza battito”.