Home Maternità Giocare con le bambole: il suo valore educativo ed inclusivo

Giocare con le bambole: il suo valore educativo ed inclusivo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:09
CONDIVIDI

Giocare con le bambole è una delle attività che ha affascinato più e più generazioni di piccoli. Ma qual è il reale valore di questo gioco? Vediamo nel dettaglio.

Bambina sorridente con la propria bambola from pixabay

Le bambole rappresentano alcuni fra i nostri più cari ricordi di infanzia. Chiunque almeno una volta nella vita ha giocato con le bambole.

Attraverso storie e tanta fantasia, abbiamo dato vita ad un mondo tutto nostro in cui una bambola era la principessa da salvare o l’eroina che approdava in un regno sconosciuto alla carica contro il cattivo di turno.

Le bambole sono state un inno alla nostra fantasia, un incoraggiamento per la nostra corsa alla crescita ed alla libertà di esprimerci.

Desiderando il meglio per i nostri bambini ci apprestiamo subito a comprargli le bambole preferite o quelle che preferiamo noi.

Giocare con le bambole rappresenta sicuramente una delle migliori attività da fare per un bambino. Col tempo si sono sviluppate moltissime tipologie di bambole adatte ad ogni fascia di età e sempre più educative. Ognuna di esse è presente nella vita di un bambino e lo accompagna nel proprie fasi della crescita.

Scopriamo il valore che esse hanno nella crescita dei nostri piccoli.

Le bambole ed il loro valore educativo

Bambino che gioca con la bambola from pixabay

Attraverso le attività di gioco, da un punto di vista generale, vengono stimolati molteplici fattori quali soprattutto la fantasia, la creatività, la socializzazione. Non solo, importantissimo è lo sviluppo della consapevolezza e la conoscenza di sé. Inoltre grazie al gioco si facilita l’elaborazione, la comprensione e il contenimento delle proprie emozioni, alleviando le tensioni e le paure.

Il bambino cresce e impara giocando ciò che gli sarà utile nella vita. E’ di vitale importanza e naturale che un bambino, maschio o femmina che sia, voglia giocare con le bambole, prendersene cura, vestirle e cucinare. Infatti attraverso questo meccanismo il bambino elabora e prende maggior consapevolezza delle attenzioni e dei comportamenti che vengono posti nei suoi confronti dai propri genitori.

La bambola rappresenta quel compagno di avventure che si può portare sempre con sé e che fa compagnia anche quando i genitori non sono lì a rassicurare e rasserenare. Il compito dei genitori in questo caso sarà quello di osservare ed ovviamente curarsi assieme ai figli della pulizia dei propri giocattoli

La bambola rappresenta un legame forte e molto reale che permette al bambino di essere traghettato attraverso le paure, le fatiche e le prove quotidiane. Esso è capace di spronare, tranquillizzare, ma allo stesso tempo rappresenta anche colui verso cui scaricare la rabbia e l’aggressività senza il timore di esserne tradito.

Bambina che abbraccia la propria bambola from pixabay

 

Grazie alle bambole i nostri piccoli crescono con responsabilità , imparano ad aver cura degli altri ed ad apprezzare il valore di ciò che gli viene amorevolmente insegnato