Home Curiosità Come apparecchiare la tavola: tante atmosfere e stili da creare

Come apparecchiare la tavola: tante atmosfere e stili da creare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:21
CONDIVIDI

I modi per apparecchiare la tavola sono innumerevoli. Talvolta vogliamo riuscire a creare determinate atmosfere e così, qui, troverete tutto quello di cui avete bisogno per apparecchiare la tavola.

Come apparecchiare la tavola: tante atmosfere e stili da creare
Come apparecchiare la tavola: tante atmosfere e stili da creare (Unsplash photo)

Tutto sta nella combinazione di vari elementi: le stoviglie, le tipologie di stoviglie, i colori e le loro tonalità, le tovagliette, i centrotavola, i segnaposto e chi più ne ha più ne metta.

Stili da creare a tavola

Come apparecchiare la tavola
Come apparecchiare la tavola (unsplash photo)

Il tocco essenziale è quello di dare omogeneità a tutto l’insieme, l’atmosfera deve rendere tangibile l’armonia dei colori e delle tonalità degli oggetti scelti. La tavola deve essere al contempo un equilibrio di forme e colori.

Una tavola apparecchiata con gusto è senz’altro un piacere per gli occhi e riesce a rendere le occasioni davvero speciali

Molto spesso cadiamo nell’errore di mescolare troppe tinte e troppi elementi. Abbiamo bisogno di un filo conduttore che tenga unito, in sintonia, tutto ciò che andremo a creare sulla superficie della tavola.

Gli stili che possono scaturire dal buon gusto sono davvero tanti, si può iniziare da un arredamento e un conseguente apparecchiamento classico ad uno rustico, per uno più trendy in stile shabby chic. 

Uno stile classico, intramontabile…

Come apparecchiare la tavola: tante atmosfere e stili da creare
Come apparecchiare la tavola: stili da creare (Unsplash photo)

Partiamo ora da uno stile classico, che prevede dei colori sobri, delle stoviglie coordinate tra loro e dei bicchieri piuttosto lineari, il tutto su base di tovaglia classica con al centro un bel vaso di fiori freschi.

Per rendere questo stile al meglio non si dovrà correre il rischio di scadere nel banale. Scegliere la tinta giusta per l’occasione è davvero fondamentale. I tovaglioli dovranno essere coordinati e possiamo adoperarci nello stendere un runner di colore unico, bianco o nero, poggiato su tutta la lunghezza del tavolo, posizionato al centro, ed utilizzare dei fiori freschi dalle sfumature tenui che riprendano il colore della tovaglia.

Lo shabby chic tra rustico e invecchiato

Se invece vogliamo dedicarci ad apparecchiare una tavola in perfetto stile shabby chic, si può lasciare largo spazio alla fantasia negli utensili vintage. Questo stile infatti richiede degli oggetti che appaiano di un finto trasandato, con dei colori ben definiti e delle tinte chiare sempre tendenti ai colori pastello. I colori più in voga per rendere lo stile shabby chic sono sicuramente il beige, l’avorio, il grigio chiaro, il bianco e per quanto riguarda i tessuti, i protagonisti sono senz’altro il lino e il legno.

Dovremmo necessariamente munirci di elementi che richiamino ad un bianco quasi slavato. Come centrotavola farà una bellissima figura una lavanda secca, come abbiamo detto, delle tovaglie in lino, e se vogliamo dare un tocco in più, dei tovaglioli ricamati bianchi che ricordano un po’ lo stile delle nonne.

Qui via libera alla mancata coordinazione del tovagliato, infatti, i piatti vintage e gli altri utensili, come posate, piatti e sottopiatti in perfetto stile vintage, possono essere mescolati tra loro, basta solo che il tutto abbia un velo di invecchiato. Il punto forte sono sicuramente delle piccole gabbiette bianche che fungono da portacandela o come segnaposto.

Tavola in perfetto stile mare

Se invece ci troviamo in vacanza, in una perfetta casa in riva al mare, possiamo dare via libera a tutto ciò che ricorda la stagione calda. Da prediligere di sicuro tutte le sfumature di azzurro e la trasparenza sia per le tovaglie che per i bicchieri che si sposano perfettamente con righe marinare e conchiglie poste direttamente sulla tavola di vari tipi e grandezze: un perfetto benvenuto agli ospiti in stile mare.

Lo stile moderno con colori netti e decisi

Da non sottovalutare una tavola ben più allegra che pone in contrasto colori totalmente differenti, netti, e concentrati. Ovviamente, non bisogna esagerare. Potete scegliere una tovaglia con una stampa colorata e abbinarci sia i piatti che i bicchieri, i tovaglioli, tutto rigorosamente con colori ben definiti. Stesso discorso vale per il runner, ma è bene che le stoviglie qui siano tutte dello stesso modello.

Lo stile country chic

Veniamo infine allo stile country chic. Questo stile infatti presenterà un’atmosfera un po’ country è un po’ tirolese e sarà perfetto per andare a creare un ambiente caldo, dai colori vivi come il rosso, il verde, il marrone, l’arancio. 

Utilizzate dei sottopiatti da mettere direttamente sul tavolo o sulla tovaglia, servitevi della iuta da ritagliare, oppure di larghi sotto pentola fatti interamente in paglia.

Una tavola in stile country chic è molto elegante, raffinata, semplice ma mai scontata. Ci sono delle bellissime idee da concretizzare e dalle quali prendere l’ispirazione per rendere al meglio tutto il fascino campestre.

Come prima cosa potete prendere un cestino e adornarlo con degli elementi che richiamano la natura. Sistemate dentro dei bei fiori freschi, come delle rose rosa, bianche oppure delle pigne lungo i bordi laterali. Inserite dell’edera tutta intorno alla tavola adagiandola qui e là, appoggiando quindi i rametti nei vari punti della tavola. Oppure lasciate che percorra il centro del tavolo sviando via via a destra e sinistra.

Poggiate, se volete, al centro della tavola una piccola lanternina con all’interno una piccola candela possibilmente bianca. Questo è un dettaglio fondamentale per lo stile country chic poiché donerà a tutta l’ambientazione un riflesso molto rustico e caldo.

Adagiate poi dei sottopiatti per ogni commensale, dopodiché posizionate il piatto piano con dei rametti di ulivo. Disponete le posate, piegate il tovagliolo a metà e sistemateli tutti quanti sul tavolo. Aggiungete una bella brocca di acqua sempre al centro e dei bicchieri di vetro trasparente.

Si possono scegliere dei runner in pizzo bianco, impreziositi da dei centrotavola con delle rose. Le posate potranno essere classiche, d’argento, vicine a tradizionali porcellane dalle tonalità chiare. Scegliete dei segnaposto fai da te e un centro tavola fatto di spighe di grano, nella loro calda tonalità di giallo oro. Una bella tovaglia in lino darà quel tocco in più di leggerezza e freschezza.
La versione invernale della tavola in perfetto stile country chic potrà essere senz’altro impreziosita con dei rametti di legno, pino e tronchetti tagliati. Per l’estate invece non dovranno mancare dei fiori multicolori, delle candele e lanterne dalla luce soffusa per creare una sfera magica.

Non dimenticate mai i rametti di ulivo uniti da un colorato nastrino!

Conclusioni: le regole d’oro per apparecchiare con cura

Come apparecchiare la tavola
Come apparecchiare la tavola (Unsplash photo)

Da non sottovalutare le regole da mettere in pratica ogni qualvolta ci accingiamo a decorare la nostra tavola. Rendere questo momento speciale, fare colazione, pranzare, cenare insieme alla famiglia o agli ospiti è molto importante e, prima di iniziare ad arredare e a dedicarci a tovaglia e utensili, dobbiamo pensare alla tavola stessa!

  • La tavola infatti deve essere sempre adeguata al numero delle persone presenti in modo da permettere a tutti i commensali di sedersi in maniera comoda. È molto importante misurare la distanza tra il centro di un piatto e il centro del piatto accanto, questo valore dovrebbe essere almeno di 70 cm.
  • Altro elemento fondamentale è il menù, ovvero capire, perché non è scontato, in quale momento della giornata ci troviamo, se a pranzo o a cena o addirittura colazione. Poiché, ogni pasto richiede le proprie posate, i propri bicchieri, è probabile che per un pasto rispetto ad un altro avrete bisogno anche di uno spazio inferiore dipendentemente dalle portate che dovrete servire.
  • È molto importante anche che le sedie siano uguali tra loro, si possono usare anche sedie differenti purché siano tutte completamente diverse. Molti stili infatti ammettono la diversità purché anche in essa ci sia una sua logica.
  • La tovaglia deve cadere oltre il bordo circa 30-40 cm, ovvero lo spazio che intercorre tra il piano del tavolo e le ginocchia di chi è seduto.
  • Il tovagliolo deve essere sempre sulla sinistra del piatto e mai sul piatto dove si andrà a mangiare, per quanto riguarda i piatti, se lo consentono e sono di dimensioni piuttosto standard, potete aggiungere il sottopiatto. Veniamo ora al tema posate:

Le forchette vanno disposte a sinistra del piatto dall’esterno verso l’interno seguendo l’ordine delle portate quindi la forchetta per il primo quella del pesce e quella dell’arrosto. A destra posizione rete i coltelli verso l’esterno il coltello per il pesce verso l’interno quello per la carne entrambi con la parte tagliente rivolta sempre verso il piatto.

Se qualche pietanza necessita l’uso del cucchiaio, questo dovrà essere messo all’esterno, al di sopra del piatto invece, troviamo lo spazio per tutte le posate da dessert.

I bicchieri devono sempre essere in linea con la punta del coltello e disposti a scalare verso la destra e l’esterno del piatto. Il piattino del pane, se lo mettete, si trova in linea con la punta della forchetta e a sinistra.

Come apparecchiare la tavola
Come apparecchiare la tavola (Unsplash photo)

Speriamo abbiate trovato qualche spunto in più e qualche piccola regola per vivere i vostri momenti a tavola in maniera spontanea godendo di atmosfere gradevoli e rilassanti.