Posare il computer sul letto: i motivi per cui non dovresti farlo mai

Oggi tutti abbiamo un personal computer che ci segue ovunque: scopri i rischi ed il perché non dovresti mai posare il computer sul letto o sul tuo grembo.

posare il computer sul letto
sembra una buona idea ma… non lo è! (fonte: Pexels)

Sono finiti i tempi in cui il computer era un gigante, posizionato su una scrivania precisa o, magari, con la sua stanza personale.

Oggi i PC sono leggerissimi e pensati appositamente per seguirci in ogni nostro spostamento.

Se anche tu hai passato la quarantena a guardare serie tv, film o tutorial per imparare a fare il pane con il computer poggiato sul letto oppure tenendo in grembo, abbiamo delle cattive notizie per te.

Posare il computer sul letto: ecco perché non dovresti mai farlo

posare il computer sul letto
un buon modo per buttare un computer nuovo! (fonte: Pexels)

Vi è mai capitato di sentire il vostro computer faticare?

Per quanto il termine possa far sorridere, succede spesso che il nostro computer si surriscaldi e che la ventola produca un sibilo insistente.
Questi sono segnali che il nostro computer sta lavorando a pieno regime ma anche, purtroppo, che sta compiendo uno sforzo non indifferente.

Anche se è una macchina, un carico eccessivo di lavoro può affaticare i circuiti e mandare il vostro PC in tilt.
Per ovviare a questo problema, i costruttori hanno dotato tutti i dispositivi di un sistema di ventilazione per i circuiti interni del computer: la ventola.

Al di sotto del vostro computer portatile troverete infatti delle bocchette di areazione, che servono a far circolare l’aria ed impedire un riscaldamento eccessivo.

Quando il computer è posato su un piano rigido (una scrivania, un comodino) la ventola funziona senza problemi.
Ogni personal computer, infatti, ha una struttura pensata per far sì che la parte inferiore non aderisca mai completamente al piano d’appoggio ma sia sollevata quel tanto che basta per permettere all’aria di circolare ed al computer di… respirare!

Questo meccanismo, però, smette di funzionare nel momento in cui posizioniamo il computer sul letto, vicino a noi.
Che sia per guardare tutto d’un fiato le puntate di Cobra Kai o per chattare con gli amici, l’abitudine a posare il computer sopra le nostre ginocchia, lenzuola o coperte è, infatti, estremamente dannosa.

Coperte, abiti, indumenti, lenzuola o cuscini sono fatti per abbracciare e sostenere le varie parti di quello che decidiamo di poggiare loro sopra.
Ecco quindi che, al momento dell’utilizzo del computer, questo inizia a riscaldarsi piuttosto velocemente.
La ventola e le sue bocchette d’areazione si bloccano e i circuiti si surriscaldano: il PC continua a funzionare ma nel frattempo il suo sistema operativo si rallenta.
I programmi inizieranno ad aprirsi sempre con maggiore lentezza e non riuscirete a spiegarvi il motivo.

In pochi mesi potreste trovarvi con un computer, nonostante le cure e le attenzioni, ormai pronto per essere buttato.

Posare il computer sul letto si trasforma quindi in un’attività… piuttosto dispendiosa!

Pc in grembo: attenti alla salute!

tenere il computer in grembo
tenere il computer in grembo può provocare dei danni fisici (fonte: Pexels)

Esattamente come per cuscini e coperte, anche tenere il nostro computer sulle gambe o in grembo può causare gravi danni al sistema operativo.

Non solo al suo, però!

Alcuni studi dimostrano come il calore eccessivo del computer, causato dal blocco della ventola, possa trasmettersi al nostro organismo provocando alcuni problemi.

La diceria più famosa è quella che possa provocare infertilità: niente di più sbagliato.
Un utilizzo prolungato del computer (in ogni caso sconsigliato: qui trovate dieci esercizi per sgranchire collo e schiena) se tenuto in grembo, potrebbe causare per gli uomini un aumento di temperatura nei testicoli.
Niente di troppo grave ma abbastanza per rallentare i processi di concepimento.
Se state cercando di avere un bambino, oltre a seguire i nostri consigli, meglio tenere il computer a debita distanza!

Invece sono stati molti i casi registrati di eritema da PC: soprattutto se tenuto sulle gambe o sulla pelle nuda, il calore può scolorire o modificare il colore della pelle.
Difficile rendersene conto, soprattutto per i più giovani che magari si abituano facilmente alla sensazione di calore.
Il riscaldamento, infatti, non arriva mai al punto di ustione e si presenta gradualmente; la pelle, però, se sottoposta ad una sollecitazione continua e costante (per mesi e mesi) finisce per perdere colore in maniera definitiva, causando un brutto effetto antiestetico.

C’è il rischio (ma veramente molto poco probabile) di arrivare ad esasperare talmente tanto le cellule della pelle da farle divenire tumorali.

La soluzione: dove posare il computer?

computer
scegliete sempre una superficie rigida (fonte: Pexels)

Non disperate, però, la soluzione è davvero molto semplice.

Per usare il PC a letto, oppure per tenerlo sulle ginocchia mentre siete in smart working (sperando di non finire come ci immaginano tra venticinque anni) esistono un’infinità di strumenti e supporti reperibili online.

Ma non bisogna neanche per forza arrivare a dover acquistare qualcosa: basta usare un libro spesso (per posarlo sul letto, in modo da lasciare spazio al pc per respirare) oppure usare una cornice vuota o una rivista per posarlo sulle gambe.

L’importante è ricordarsi che il computer non deve surriscaldarsi e, soprattutto, fare caso a quando si surriscalda a contatto con la nostra pelle o con i nostri indumenti.

posare il computer sul letto
basta commettere errori (fonte: Pexels)

Per la salute vostra e del vostro computer, iniziate a prendere… le distanze!

 

Da leggere