Coronavirus e scuola, Villani: “Per i bambini servono test rapidi”

0
4

In vista del rientro a scuola Villani presidente Sip e membro Cts: “Per escludere il Coronavirus servono test rapidi per i bambini”.

scuola e coronavirus villani servono test rapidi per bambini
Adobe Stock

Il 14 settembre riaprono le scuole e in vista del rientro in classe Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria e membro del Comitato tecnico scientifico, avverte: “serviranno dei test rapidi per i bambini”.

Questo si rende necessario perché per essere riammessi a scuola il medico deve escludere che la malattia sia correlata al Sars-CoV-2 e per stabilirlo serve il tampone, al momento unico test diagnostico.

Quello che si profila dunque è che molti bambini resteranno a casa in attesa di questo certificato che attesti che non si tratta di Covid-19.

Villani: “Test rapidi per i bambini per essere riammessi prima a scuola”

villani test rapidi per rientro a scuola bambini
Adobe Stock

È rebus sui certificati medici. La scuola infatti sta per il ripartire, la data prevista in tutta Italia è il 14 settembre, ma ancora sono tante le incognite legate all’emergenza Coronavirus.

Si tratta infatti di un punto interrogativo legato all’esito del tampone. Il pediatra infatti, non potrà stabilire a priori se si tratta di Coronavirus o meno, in presenza di sintomi simili a quelli di un’influenza, quindi dovrà per forza attenersi al risultato del tampone per certificare il rientro del minore in sicurezza. Non è infatti possibile riconoscere senza un test se si tratta di Covid o influenza.

“Nel certificato il medico curante deve poter escludere che la malattia sia correlata al Sars-CoV-2 e per affermarlo è necessario il risultato del tampone che al momento è l’unico test diagnostico di riferimento. La procedura implica che la certificazione diventi un atto impegnativo”. 

Queste le parole di Alberto Villani che in un’intervista al Corriere della Sera ha aggiunto: molti bambini potrebbero restare in attesa di avere il via libera per tornare a scuola considerato che dal momento in cui il tampone viene prescritto dai pediatri possono passare giorni prima di avere il risultato”.

Per un’assenza di 3 giorni legata ai sintomi simili al Covid-19 potrebbe quindi passare anche una settimana per attestare che non si tratta di quella malattia. “Confidiamo sull’arrivo di test rapidi” ha detto ancora Villani. 

E questo toccherà maggiormente i bambini al di sotto dei 6 anni che non indossano le mascherine. Quelli che le indossano infatti sono meno esposti. I piccoli invece per quante accortezze si possano avere è più facile che si ammalino. “Statisticamente è la fascia d’età con la maggiore incidenza di infezioni da raffreddamento”ha concluso Villani.

test rapidi coronavirus bambini scuola
Vaccino antinfluenzale (Adobe Stock)

Inoltre, per avere una diagnosi più rapida di Covid i pediatri consigliano di vaccinare i bambini da 0 a 6 anni. 

(fonte: Corriere.it)