Capelli rossi: curiosità fra mutazioni e possibili estinzioni

0
13

Qual è l’origine dei capelli rossi? Come mai vediamo sempre meno persone con questo colore di capelli? Fra mutazioni e possibili estinzioni.

Neonato dai capelli rossi from pixabay

Storicamente i capelli rossi erano sinonimo di personalità espansive e passionali nonché di uomini e donne naturalmente portati alla seduzione ed ai rapporti fisici. Durante il medioevo furono oggetto di forti discriminazioni poiché reputati segno di corruzione morale ed anche di stregoneria, occultismo e satanismo.

I capelli rossi divennero molto in voga durante il regno di Elisabetta I che sfoggiava con fierezza la sua fulva chioma. Essi divennero per lei un simbolo di forza. I capelli, infatti, sono considerati una parte molto importante del nostro corpo. Basti pensare che si può capire lo stato di salute osservando i capelli ed Elisabetta I mostrava sempre capelli rossi lucenti e voluminosi. Inoltre, molti pittori hanno dimostrato di amare profondamente questo colore, basti pensare alla Venere di Botticelli che aveva proprio i capelli rossi.

I capelli rossi,quindi, sono sempre stati considerati unici. Ma quali sono le loro origini?

Capelli rossi: curiosità tutte da scoprire

Madre e figlia dai capelli rossi from pixabay

Per rispondere alle nostre curiosità e comprendere l’origine dei capelli rossi bisogna innanzitutto specificare che esso è, in verità, una vera e propria mutazione naturale che avviene nella regione MC1R, nel cromosoma 16.

Si stima che il gene dei capelli rossi, tramite questa mutazione naturale, si sia definito tra 20.000 e 100.000 anni fa. Infatti, alcuni studi sul DNA hanno comprovato che anche alcuni uomini di Neanderthal già possedevano i geni che causano i capelli rossi.

Come mai ad oggi si parla di prossimità all’estinzione?

Secondo uno studio del 2007 poi ripreso dal magazine National Geographic, i capelli rossi si stanno estinguendo poiché i portatori di tale gene non sono concentrati in uniche zone. Esso sarebbe, quindi, destinato a perdersi nei meandri della genetica recessiva.

In parole povere, non essendo un gene dominante, è difficile che si possa manifestare se i due individui non posseggono entrambi il gene dei capelli rossi.

Gli esperti in tal caso si sono espressi sostenendo la necessità di salvaguardare il gene con metodi di conservazione alternativa, come ad esempio banche del seme specifiche.

In pratica la popolazione dai capelli rossi dovrebbe essere sollecitata a riprodursi.

Bambini dai capelli rossi from pizabay
Bambini dai capelli rossi from pixabay

Magari si potrebbe tenere in considerazione la proposta delle banche del seme e fare come in Cina. Infondo è pur sempre nell’ interesse della salvaguardia della specie!