Silvio Berlusconi: “L’esperienza più terribile della mia vita” – VIDEO

0
4

Le scioccanti dichiarazioni di Silvio Berlusconi sulla sua lotta al Coronavirus: le preoccupazioni del Cavaliere.

Silvio Berlusconi aveva deciso di trascorrere il periodo del lockdown a Nizza, lasciando l’Italia mentre era ancora possibile farlo e facendo una corposa donazione all’ospedale San Raffaele di Milano.

Si è detto moltissimo in questi giorni sulla grande prudenza mantenuta da Silvio Berlusconi al fine di proteggere la propria salute e quella di coloro che lo circondano e, purtroppo, sul fatto che nemmeno il Cavaliere abbia potuto sottrarsi all’enorme contagiosità del Covid – 19.

Dopo il ricovero al San Raffaele di Milano sono stati diffusi vari aggiornamenti in merito alla salute di Silvio Berlusconi ma solo nelle scorse ore il Cavaliere è stato nelle condizioni di poter comunicare via telefonica con i deputati di Forza Italia per sostenerli nei loro impegni elettorali.

Proprio ai suoi fedelissimi Silvio Berlusconi ha voluto confidare i suoi pensieri sulla malattia e soprattutto le proprie raccomandazioni per la prevenzione del contagio.

Silvio Berlusconi racconta la lotta contro il Coronavirus in una frase shock

Berlusconi Coronavirus
Silvio Berlusconi (Instagram)

Le condizioni di salute di Silvio Berlusconi hanno tenuto moltissime persone letteralmente con il fiato sospeso.

Il Presidente sconta naturalmente l’età avanzata e tutte le patologie pregresse che lo mettono senza alcun dubbio nella sgradevole posizione di essere un paziente a rischio. 

Se inizialmente il Dottor Zangrillo aveva parlato di un ricovero a scopo precauzionale, successivamente è stato riportato che Silvio Berlusconi era stato intubato per aiutarlo a respirare nella lotta contro i problemi polmonari che sono una delle conseguenze dirette e più pericolose in assoluto del Coronavirus.

L’ultimo bollettino medico rilasciato dal San Raffaele riferisce che “l’evoluzione clinica dell’infezione polmonare si conferma favorevole. Tutti i parametri monitorati presentano valori molto confortanti”. 

Le affermazioni del team di medici che sta seguendo Silvio Berlusconi sono state confermate direttamente dalla voce dell’illustre paziente del San Raffaele, il quale proprio nelle scorse ore si è sentito abbastanza in forze da comunicare telefonicamente con i deputati di Forza Italia.

Proprio ai suoi fedelissimi il Presidente Berlusconi ha voluto confidare i propri pensieri più intimi in merito agli ultimi, difficilissimi giorni di degenza in ospedale: “Hanno fatto migliaia di esami al San Raffaele e io sono risultato tra i primi cinque per forza del virus. Ce la sto mettendo tutta, spero di farcela e di riuscire a tornare in pista” ha dichiarato Berlusconi, facendo riferimento alle valutazioni dei medici nella prima fase del suo ricovero.

“È un virus veramente terrificante e non auguro a nessuno di incorrere in una situazione di questo genere” ha affermato Berlusconi, che ha poi voluto fare delle raccomandazioni ai suoi deputati. “State attenti, portate sempre la mascherina e siate riservati” ha consigliato il Presidente, contagiato con ogni probabilità dalla figlia Barbara o dall’incontro con Flavio Briatore che era andato a salutarlo prima di risultare a sua volta positivo.

Pare che una delle maggiori preoccupazioni del leader di Forza Italia sia la possibilità di non essere fuori dall’ospedale in tempo per sostenere e guidare il suo partito nel corso della campagna elettorale e, proprio per questo motivo, si è sentito in dovere di richiamare i suoi deputati all’attenta osservanza delle norme anti Coronavirus, al fine di non impoverire ulteriormente le forze del partito in un momento così delicato.

Nel frattempo, se i piani dei medici del San Raffaele dovessero realizzarsi, Silvio Berlusconi potrebbe fare ritorno a casa prima del periodo di silenzio elettorale imposto nei giorni appena precedenti al referendum per il taglio dei parlamentari e alle elezioni amministrative.