Home Bellezza Pelle Farina d’avena per la cura della pelle: scopriamo i benefici

Farina d’avena per la cura della pelle: scopriamo i benefici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00
CONDIVIDI

La farina d’avena si può utilizzare per la cura della pelle grazie alle sue proprietà benefiche, scopriamo in che modo farlo.

Curare la pelle con la farina d'avena
Farina d’avena Foto:Adobe Stock

La farina d’avena è molto conosciuta e utilizzata in cucina per la preparazione di diversi piatti, soprattutto di dolci e torte, si miscela alla farina di frumento.

Ma questa farina ha diverse proprietà benefiche che la rendono perfetta per prendersi cura della pelle, un vero e proprio toccasana. Si utilizza anche per la cura della pelle dei neonati, infatti solitamente si aggiunge all’acqua del bagnetto, infatti lenisce e deterge in profondità.

Scopriamo come utilizzare al meglio la farina d’avena per la cura della pelle.

Farina d’avena si può utilizzare per la cura della pelle: scopriamo come

Farina d'avena elisir di bellezza
Acne Foto da AdobeStock

La farina di avena è un alimento davvero molto utile in cucina, si utilizza per la preparazione di zuppe, minestre e non solo anche dolci.

Ma la farina d’avena possiede diverse proprietà, perciò si può utilizzare per la cura della pelle. Infatti contiene carboidrati, proteine, fibre, vitamine, che esplicano proprietà emollienti, lenitive e rinvigorenti. Si può definire un elisir di bellezza per la pelle.

La farina va ad idratare la pelle basta preparare delle maschere, ma cerchiamo di capire come utilizzarla al meglio per la cura della pelle.

Avete bisogno di rilassarvi un pò o la vostra pelle è molto secca e disidratata? Provate a riempire la vasca da bagno con acqua tiepida, unite un pò di farina d’avena, immergetevi e rilassatevi. Un ottimo rimedio anche in caso di pelle irritata o arrossata, oppure se avvertite prurito in caso di orticaria, potete provare lo stesso. Procedete in questo modo, mettete in un sacchetto d’organza la farina d’avena, poi chiudete con un nastro e immergete nella vasca da bagno con acqua tiepida. Immergetevi e fate un bagno rilassante, dopo noterete la pelle liscia e idratata. Se non avete a disposizione la vasca da bagno, potete inumidire il sacchetto di farina e lo passate delicatamente sulla pelle umida.

In caso di mani secche e screpolate potete utilizzare la farina d’avena come detergente idratante mani, potete utilizzarlo più volte al giorno, così le vostre mani saranno sempre morbide e vellutate. Basta mettere la farina in un barattolo, poggiate un cucchiaino, all’occorrenza basterà versarne un pò sulle mani umide. Poi lavate le mani sotto l’acqua corrente e sfregare come d’abitudine. Se volete potete anche preparare delle saponette, così da utilizzare ogni qual volta che dovete lavarvi le mani. In un pentolino grattugiate del sapone neutro e lo fate sciogliere in un pentolino con dell’acqua, unite 3 cucchiai di farina e mescolate. Trasferite il tutto negli stampini adatti per saponette e lasciate riposare per qualche giorno. Adesso potete utilizzare ogni giorno per lavare le mani.

In caso di pelle del viso secca e disidratata potete provare con una maschera idratante per il viso. In una terrina mettete un cucchiaino di farina d’avena con un pò di succo di limone e 2 cucchiaini di yogurt bianco. Quando otterrete una crema omogenea, l’applicate sul viso e del collo. Lasciare riposare per 10 minuti, strofinate delicatamente e lavate il viso con acqua tiepida. Potete procedere con questa maschera una volta a settimana.

La farina d’avena è utile anche in caso di talloni secchi e screpolati grazie alle sue proprietà umettanti. Infatti grazie alla sua proprietà esfoliante va a rimuovere le cellule morte dai vostri piedi. In una terrina mescolate un cucchiaio di farina d’avena in polvere con un po’ di olio di jojoba e miele. Quando otterrete una pasta, applicate ai piedi e lasciate  agire per circa 30 minuti, poi risciacquate con acqua fredda e asciugate.

Le donne che hanno la pelle acneica, possono rimediare con la farina d’avena, in particolar modo se i brufoli sono arrossati e dolorosi. La farina grazie alle sue proprietà anti-infiammatorie, anti-irritanti e lenitive alleviano il fastidio. Basta mettere in una ciotolina un cucchiaino di farina d’avena e uno di acqua tiepida, mescolate bene fino ad avere una consistenza morbida. Applicate sulla zona interessata, stendete energicamente e lasciate agire tutta la notte, magari potete coprire con una garza. Questo rimedio è utile in caso di piccoli e pochi brufoli, magari chiedete il parere medico in caso contrario.

In alternativa potete mettere in una terrina 5 cucchiai di farina d’avena, poi versate ½ tazza di acqua calda e lasciare riposare per 5 minuti. Unite un cucchiaio di miele e 2 di yogurt bianco, mescolate bene. Applicate sulla zona interessata e lasciate agire per circa 10 minuti. Pulire delicatamente il viso con un batuffolo di cotone e poi sciacquare il viso e applicare una buona crema idratante.

Questi sono consigli, sicuramente è opportuno rivolgersi ad un medico specialista, che saprà indicarvi delle terapie specifiche in base al caso. Non sempre la farina d’avena può essere utile in caso di pelle secca o acneica, quindi non generalizzate.