Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Dolori mestruali: cibi da evitare e da assumere per la dismenorrea

Dolori mestruali: cibi da evitare e da assumere per la dismenorrea

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:40
CONDIVIDI

Molte donne soffrono di dismenorrea o dolori mestruali. Ecco quali sono i cibi da assumere e quelli da evitare per contrastare il disturbo.

dolori mestruali cibi
Dolori mestruali (Adobe Stock)

Si tratta di un disturbo molto frequente e che colpisce numerose donne. La dismenorrea o più semplicemente i dolori mestruali è un fenomeno che affligge buona parte del genere femminile.

Tra i sintomi accusati ci sono mal di testa, tensioni addominali, crampi e nausea. In tutti questi casi la dieta può venire in aiuto. Alcuni cibi infatti tendono ad alleviare i dolori mestruali, mentre altri ad accentuarli. 

Ecco quali sono i cibi da mettere in tavola e quindi da assumere con maggiore frequenza durante quei giorni, e quelli assolutamente da evitare per non incorrere nei classici dolori da ciclo mestruale.

Ecco i cibi da evitare e quelli da assumere per contrastare i dolori mestruali

Sono molte le donne a soffrire di dismenorrea un disturbo che colpisce il sesso femminile durante l’arrivo delle mestruazioni. Tra i sintomi più frequenti emicrania, crampi addominali e nausea.

Come comportarsi per alleviare questi disturbi? Partendo dalla dieta. Introducendo infatti alcuni cibi possiamo migliorare in parte i fastidi. Esistono infatti alcuni alimenti che più di altri tendono ad acutizzare o ad alleviare il problema.

Innanzitutto dovremmo apportare più vitamine del gruppo B e più magnesio alla nostra dieta. L’utero è infatti un muscolo e quando si contrae genera dei crampi. Essi sono determinati quando questo minerale è carente. Ecco quello che dovremmo consumare.

1) Verdure a foglia verde. Spinaci e bietole, sono verdure ricche di magnesio. Contengono inoltre anche elevate quantità di vitamina K che migliora la coagulazione del sangue. Ciò serve a migliorare l’eccessivo sanguinamento.

2) Legumi. Fagioli, piselli e soia sono quelli che contengono una discreta quantità di magnesio. Non solo le fibre che contengono, specie fagioli e piselli normalizzano l’intestino. Inoltre, i legumi sono una fonte di vitamine del gruppo B utili ad alleviare i crampi tipici delle mestruazioni.

3) Barbabietole rosse. Oltre che essere ricche di magnesio svolgono anche una funzione rilassante sull’utero.

4) Frutta secca. Mandorle, nocciole, noci, anacardi ma anche prugne, albicocche e fichi secchi contengono una discreta quantità di magnesio. Non solo la frutta secca è anche un’ottima fonte di omega-3.

5) Pesce azzurro. Sgombro, sardine, aringhe, ma anche pesci detti grassi come tonno, salmone e spada sono ricchi di omega-3. Assumere questa sostanza durante le mestruzioni aiuta ad avere sintomi più lievi.

5) Banane. Ricche di magnesio e potassio le banane sono ottime durante i giorni del ciclo.

6) Cacao amaro. Ne basta una piccola quantità, infatti è un alimento molto ricco di magnesio.

7) Cereali integrali. Sono ottime fonti di magnesio e vitamine del gruppo B.

8) Semi. Ad esempio quelli di lino, di girasole, di zucca e di sesamo.

Cosa invece è bene evitare? Toglierli dalla dieta o perlomeno limitare il consumo di alcol e caffè che riducono l’assorbimento del magnesio. Ma anche i cibi ricchi di grassi, quelli molto salati, le carni rosse e i latticini.