Latte artificiale per neonati: trovate micotossine

0
1
micotossine in latte artificiale
neonato con biberon

Un recente test ha riscontrato la presenza di micotossine e antibiotici nel latte artificiale per neonati.

micotossine in latte artificiale
neonato con biberon

Ogni mamma sa bene come il benessere dei propri figli sia importante. Ancor più quando sono ancora piccolissimi e bisognosi di tutte le cure possibili. Quando non è possibile allattare al seno, quindi, si cerca sempre di offrire del latte artificiale di qualità.

Purtroppo, nonostante tutte le accortezze del caso, capita che gli alimenti che si acquistano si rivelino meno a norma di ciò che si pensa. E, ultimamente, ciò è avvenuto anche con diverse marche di latte artificiale.

Riscontrate micotossine e antibiotici in artificiale per neonati

micotossine nel latte artificiale
biberon con latte

La notizia arriva da Il Salvagente che di recente ha effettuato dei test su 18 marche di latte artificiale in polvere, scegliendo tra le più vendute in Italia.

Lo studio è stato condotto al fine di analizzarne il contenuto di zucchero e sale così come di cogliere eventuale presenza di micotossine. I risultati hanno mostrato la presenza di micotossine in 15 tipi di latte sui 18 analizzati.

Nello specifico sono state riscontrate micotossine così dette emergenti (ovvero scoperte di recente e attualmente in fase di studio). Tra queste, compaiono Enniatina, Zearalenone, Zearalenolo, Fusarenone-X, etc…

Per fortuna, secondo il test, la presenza di queste tracce era minima. Andando ai nomi e ai numeri, il latte dove sono state riscontrate più micotossine è il NutriUno della Plasmon, nel quale sono state trovate in particolare tracce di Zearalenolo.

Promossi invece i seguenti latti artificiali:

  • Plasmon Nutrimune 2 latte in polvere
  • Hipp Organic Combiotic Liquido
  • Nipiol latte per lattanti liquido

Quantità elevate di zucchero e sale nel latte artificiale

cura del bambino
bimbo con biberon (Istock Photos)

Andando ad altre informazioni importanti. La maggior parte delle marche analizzate ha presentato alti livelli di sale e zucchero. Inoltre un ulteriore studio effettuato in modo anonimo ha riscontrato la presenza di farmaci in almeno 4 prodotti su 18. Cosa molto pericolosa per la formazione della flora intestinale dei bambini che, ad oggi, si sa essere di fondamentale importanza.

Uno studio affatto rincuorante. Per il quale viene spontaneo ricordare come, quando è possibile, il latte materno sia sempre la migliore soluzione. In caso non si possa offrire per svariate ragioni, è ovviamente importante farsi consigliare al meglio dal proprio medico ed informarsi al fine di scegliere sempre i prodotti migliori.

biberon
Latte in polvere – Fonte: Istock photo

E per gli adulti? Anche in questo caso, alcuni test e hanno svelato la presenza di antibiotici in molte marche di latte che, per ovvi motivi, sarebbe meglio evitare.