Home Curiosità Come eliminare pesticidi da frutta e verdura: tutti i consigli pratici

Come eliminare pesticidi da frutta e verdura: tutti i consigli pratici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:02
CONDIVIDI

Come possiamo garantirci frutta e verdura pulita in maniera profonda e corretta quando, dopo averla comprata, la portiamo a casa e ci prepariamo per portarla in tavola? Oggi vi spiegheremo come eliminare i pesticidi da frutta e verdura in maniera pratica.

Come eliminare pesticidi da frutta e verdura: tutti i consigli pratici
Come eliminare pesticidi da frutta e verdura: tutti i consigli pratici (Unsplash photo)

La frutta e la verdura che siamo soliti acquistare ogni giorno al mercato e che consumiamo nei regolare i pasti della giornata e durante la settimana è molto spesso contaminata da sostanze nocive come ad esempio pesticidi, concimi, diserbanti ed altre sostanze estremamente chimiche.

Queste sostanze nella maggior parte dei casi si trovano negli alimenti in quantità tollerabili dall’organismo ma, l’accumulo di queste sostanze giorno dopo giorno nel nostro corpo può causare anche gravi patologie o comunque seri problemi ho fastidi.

Come eliminare pesticidi da frutta e verdura

Come eliminare pesticidi da frutta e verdura
Come eliminare pesticidi da frutta e verdura (Adobestock photo)

Ingerire periodicamente queste sostanze dannose può portare anche a stati di intossicazione ai quali possono conseguire dei danni neurologici anche molto seri. È molto importante saper lavare frutta e verdura soprattutto per i bambini, nei quali il pericolo potrebbe essere maggiore in quanto, il loro corpo, non è ancora sviluppato a tal punto di tollerare tali sostanze e riuscire a smaltirle.

Ecco perché lavare bene la verdura e la frutta risulta essere di vitale importanza. Ma come possiamo eliminare tutte queste sostanze nocive? Vero è che lavare semplicemente questi alimenti sotto acqua fredda corrente è già una mossa adeguata ma non è abbastanza. L’acqua infatti, non riesce ad estrapolare e portar via tutte le sostanze dannose presenti all’interno delle foglie della verdura o nei piccoli spazi insenature della frutta.

I metodi naturali

lavare frutta e verdura
consigli naturali per lavare frutta e verdura (Istock photo)

Esistono in commercio dei disinfettanti chimici che sono adatti al lavaggio ma nella maggior parte dei casi anche questi non rientrano in una metodologia adatta alla pulizia profonda dei pesticidi poiché anche essi contengono del chimico e quindi, non facciamo altro che togliere delle sostanze chimiche per acquisirne delle altre.

I metodi naturali per lavare sia la casa che i cibi restano i migliori in assoluto

L’ideale sarebbe optare per prodotti naturali che svolgessero al contempo anche un’azione disinfettante e che quindi non lasciassero dei residui chimici.

  • i primi tra tutti sono acqua e bicarbonato poiché la loro combinazione risulta essere molto efficace. Il procedimento da adottare è molto semplice. Basta dapprima lavare gli alimenti sotto l’acqua corrente e dopodiché riempire il lavandino con gli alimenti a bagno. Aggiungete un cucchiaino di bicarbonato per ogni litro d’acqua. Aumentate la dose dei cucchiaini in base alla quantità di frutta e verdura da lavare.
Bicarbonato
(Pixabay)

Bisogna poi lasciare agire in ammollo per circa 10 minuti, un quarto d’ora, e risciacquare in maniera meticolosa per eliminare tutti i residui di bicarbonato. Acqua e bicarbonato infatti riescono a rimuovere di moltissimo lo sporco, la salmonella e l’escherichia coli.

  • un altro metodo è iniziare il lavaggio con acqua e aceto di mele oppure acqua e aceto bianco. L’aceto di mele possiede un’ottima proprietà antibatterica e conviene preparare una sorta di vaporizzatore con metà di aceto e metà di acqua, spruzzare la frutta con questo composto, dovrà essere poi ovviamente risciacquata in maniera accurata. Anche l’aceto di vino bianco riesce, in ammollo, a disinfettare ad esempio da funghi e virus.
  • un altro ingrediente da aggiungere sicuramente all’acqua e al bicarbonato è il limone. Basterà mescolare una miscela di 200 ml di acqua, un cucchiaio di limone spremuto e due cucchiai di bicarbonato, anche questo composto può essere usato sotto forma di vaporizzatore.

Bisogna sempre, prima di maneggiare un qualsiasi alimento, lavarsi con cura le mani e non usare per lavare frutta e verdura l’acqua calda. Se siamo nella stagione invernale possiamo al limite utilizzare quella tiepida.

frutta
adobestock

Se non siamo certe della provenienza dei prodotti che acquistiamo, non abbiamo una contadino di fiducia, non possediamo un orto, un giardino e quindi dobbiamo riferirci esclusivamente ai grandi supermercati, è meglio eliminare tutte le parti deteriorate sia della frutta che della verdura e soprattutto la buccia.