Sintomi della menopausa: come riconoscerli e gestirli

0
1
Sintomi in menopausa
Menopausa Foto:Adobe Stock

I sintomi della menopausa possono variare da donna a donna. Ma come si manifestano? Scopriamo come riconoscerli e gestirli al meglio.

Sintomi in menopausa
Menopausa Foto:Adobe Stock

La menopausa è un cambiamento fisiologico che riguarda le donne in età matura, in media si verifica dopo i 50 anni. Ma ci sono delle eccezioni, perchè talvolta, anche se sono rari i casi, si può andare incontro alla menopausa precoce.

I sintomi della menopausa variano da donna a donna, ma ci sono delle manifestazioni riconoscibili che ci permettono di capire subito.

E’ stata indotta la Giornata Mondiale della Menopausa, che ricade il 18 ottobre dalla Società Internazionale della Menopausa (IMS) in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Lo scopo è proprio quello di far conoscere meglio alle donne i cambiamenti che subisce il corpo durante la menopausa. Infatti un team di medici specialisti eseguono non solo delle visite gratuite, ma anche incontri proprio per far affrontare al meglio il tutto.

Noi di CheDonna.it, siamo qui per darvi tutte le informazioni necessarie sui sintomi della menopausa, come riconoscerli e gestirli al meglio.

Menopausa: che cosa è

Menopausa
Vampate di calore Foto:istock

Con il termine menopausa si intende la perdita dell’attività ovarica, quindi con scomparsa del ciclo mestruale. Ma non è solo questo fattore che ci permette di capire, ma ci sono una serie di segnali che precedono e accompagnano questo cambiamento fisiologico.

Innanzitutto c’è da dire che non esiste una regola ben precisa sui sintomi della menopausa, variano da donna a donna. Quindi è opportuno che vi sottoponiate a visite ginecologiche periodiche così sarà il medico che vi seguirà in questo cambiamento fisiologico. In media si manifesta tra i 45 e i 55 anni di età, il corpo della donna subisce un vero e proprio cambiamento. Ma ci possono essere casi in cui la menopausa si manifesta prima di questa età, anche prima dei 40 anni, è si definisce menopausa precoce, scopri come riconoscerla.

La menopausa inizia nel momento in cui le ovaie non producono gli estrogeni, quindi la donna non sarà più fertile e non si presenteranno più le mestruazioni ogni mese. Questo cambiamento fisiologico si può dividere in tre eventi.

-Premenopausa: condizioni fisiologiche che precedono la menopausa vera e propria. Si possono manifestare in modo alternato i sintomi della menopausa.

-Menopausa: si riconosce subito perchè non si ha più il flusso mestruale.

-Post menopausa: i sintomi si manifestano in modo intenso.

Ma quali i sintomi della menopausa? Scopriamo insieme.

Sintomi della menopausa

Menopausa sintomi
Aumento del peso corporeo Foto:Adobe Stock

I sintomi della menopausa possono variare di intensità e di frequenza da donna a donna. Ma la scomparsa delle mestruazioni è un sintomo certo che potrebbe però ricomparire dopo un pò, quindi fate attenzione.

I sintomi possono cambiare da donna a donna, ma chiedete sempre al ginecologo se notate dei cambiamenti diversi o insoliti.

-Cambia il metabolismo: spesso si va incontro ad una variazione di peso. Nella maggior parte dei casi il peso corporeo aumenta, predisponendo il corpo a diabete, aumento del colesterolo cattivo e problemi di pressione. Spesso aumenta il grasso a causa dei cambiamenti ormonali. Purtroppo i chili in eccesso si depositano su fianchi e addome.

-Sudorazione eccessiva e vampate di calore: è un sintomo molto comune alle donne in età matura. Infatti si vivono delle situazioni strane, un aumento improvviso della temperatura corporea, che è accompagnata anche da palpitazioni. Accade spesso in estate o durante la notte, ma per fortuna possono manifestarsi solo nel primo periodo.

-Diminuzione della produzione del collagene: gli estrogeni sono responsabili della diminuzione di produzione del collagene. Infatti durante la menopausa, la pelle inizia a perdere tono ed elasticità. Quindi non va mai trascurata la cura del corpo e del viso con prodotti specifici.

-Osteoporosi: può aumentare la decalcificazione delle ossa, infatti le donne sono predisposte a fratture e lesioni.

Disturbi intimi: alcune donne possono avere un calo del desiderio oppure disturbi intimi come irritazione, bruciore, anche dolore durante rapporti intimi.

-Sbalzi di umore: è un evento temporaneo che si vive proprio nella fase del cambiamento vero e proprio.

-Mal di testa: anche se non è un sintomo frequente, però potrebbe manifestarsi, spesso  provoca affaticamento e difficoltà di concentrazione.

-Disturbi del sonno: sono proprio gli squilibri ormonali legati alla menopausa che possono causare dei disturbi durante il sonno. Spesso anche le vampate di calore non garantiscono un sonno continuo e tranquillo. La carenza degli estrogeni va ad alterare il ritmo sonno-veglia, quindi può rendere anche le donne più nervose del solito.

-Ritenzione idrica: dovuto ad un’alterazione dell’equilibrio idrico dell’organismo che fa trattenere maggiormente i liquidi. Tutto ciò dipende sempre dai cambiamenti ormonali, infatti con il diminuire del livello egli estrogeni,  rallenta il metabolismo. Quindi bisogna seguire anche un’alimentazione mirata, aumentando i cibi ricchi in acqua. Non solo per evitare gli inestetismi della cellulite si deve praticare sport.

-Incontinenza: i mutamenti ormonali con la menopausa possono indebolire i muscoli e i tessuti del pavimento pelvico. Di conseguenza non si riesce ad avere il controllo delle urine. Il ginecologo potrà darvi delle indicazioni su come rinforzare i muscoli pelvici. Infatti attraverso degli esercizi che potete svolgere a casa. In questo modo si riuscirà a contenere l’urina prima di arrivare in bagno.

Alimentazione da seguire in menopausa

Menopausa: sintomi
Alimentazione sana ed equilibrata Fonte: iStock Photo

Durante la menopausa, è opportuno seguire un’alimentazione sana ed equilibrata per vivere bene e in salute, così da mantenere anche il peso forma e limitare la ritenzione idrica. Inserite nella dieta il pesce azzurro che apporta una buona percentuale di acidi grassi omega 3, che contribuiscono a mantenere bassi i livelli di colesterolo e dei trigliceridi nel sangue.  Anche i formaggi in particolar modo il Parmigiano, che apporta proteine e calcio e non solo anche iodio, selenio e magnesio, ma non esagerate.  Il calcio in menopausa è molto importante perchè favorisce la ritenzione idrica. E’ consigliabile consumarlo almeno 2 volte alla settimana, prediligendo quelli a basso contenuto di grassi.

La soia che è una fonte ricca di isoflavoni, molto importanti per riequilibrare il calo tipico della menopausa. La soia contiene anche la lecitina, molto importante in quanto aiuta a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e mantiene il cuore in salute. Potete anche provare i derivati della soia come il tofu, il miso e il tempeh sono alleati contro osteoporosi e la fragilità ossea.

Consigliati anche i legumi e verdure, in particolar modo cotte a vapore o crude, non solo anche la frutta senza eccedere in quella ricca in zuccheri.

Invece sono da evitare i seguenti cibi:

  • Alimenti ricchi in acidi grassi saturi: quindi aboliti biscotti farciti, merendine e dessert confezionate. Non solo anche insaccati e cibi fritti e prefritti.
  • Succhi di frutta zuccherati e bevande gassate: sono ricchi in zuccheri in eccesso e non solo se si bevono di sera possono aumentare la sudorazione e provocare le vampate di calore.
  • Cibi salati: possono far aumentare la pressione arteriosa.

Consigli da seguire

Menopausa
Donna in menopausa iStock Photos

Per vivere bene e in armonia questa fase fisiologica, è opportuno innanzitutto accettare i cambiamenti. Non solo farsi seguire da un ginecologo che saprà darvi qualche consiglio in più a riguardo. Seguire uno stile di vita sano, praticare qualche sport, oppure fare una passeggiata di almeno 30 minuti al giorno. Mangiare sano facendo attenzione a ciò che si porta a tavola e non solo anche regolarizzare al meglio. E’ opportuno seguire gli orari di assunzione del cibo, evitando i pasti snack ed il ricorso a sostituti del past, che possono ripercuotersi negativamente sul corpo.

Adesso avete le idee più chiare su come riconoscere i sintomi della menopausa, ma ciò non toglie che dovete sempre informare il vostro ginecologo.