Home Salute e Benessere Cattive abitudini che aumentano il colesterolo cattivo

Cattive abitudini che aumentano il colesterolo cattivo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:04
CONDIVIDI

Purtroppo l’ipercolesterolemia è un problema che riguarda tante persone, scopri le cattive abitudini che aumentano il livello di colesterolo cattivo.

Colesterolo e abitudini sbagliate
Colesterolo alto Foto:Adobe Stock

Quando il livello di colesterolo è alto nel sangue si parla di ipercolesterolemia, che purtroppo è in forte crescita negli ultimi anni.

Interessa un pò tutti, ma non deve essere sottovalutata, perchè si ripercuote in modo negativo sulla salute. Si rischia di compromettere il flusso sanguigno, in quanto il grasso in eccesso va ad ostruire i vasi sanguigni. Di conseguenza non solo può aumentare la pressione sanguigna, ma si è maggiormente predisposti a malattie cardiovascolari.

Non va mai sottovalutato il colesterolo alto, è opportuno sempre seguire i consigli del medico, partendo anche da tavola, infatti ci sono cibi che possono incrementare i livelli di colesterolo nel sangue. Ma non è solo l’alimentazione, ma spesso ci sono delle cattive abitudini che aumentano il colesterolo cattivo nel sangue, scopriamo quali.

Colesterolo: che cos’è

colesterolo
pistacchi il rimedio naturale che non ti aspettavi Fonte: iStock Photo

Quando si parla di colesterolo, si fa riferimento al grasso che si introduce con l’alimentazione. Per cui si tende tanto a sottolineare che bisogna fare attenzione  a ciò che si porta a tavola. Quindi se si assumono regolarmente alimenti che fanno aumentare il livello di colesterolo si può andare incontro a problemi di salute.

L’eccesso di colesterolo può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, l’aumento della pressione arteriosa. Per avere conferma sul livello di colesterolo nel sangue, è opportuno sottoporsi ad esame del sangue che non è per nulla invasivo. L’esame non fa altro che rilevare il colesterolo totale, quello cattivo (LDL), che si accumula nelle arterie e può ostruirle, il colesterolo buono (HDL), che aiuta ad eliminare il colesterolo in eccesso. Se si segue un’alimentazione sana ed equilibrata e non solo se si evitano alcune abitudini errate si può mantenere sotto controllo il colesterolo.

Cattive abitudini che aumentano il colesterolo cattivo

Sane abitudini per ridurre il colesterolo cattivo
Correre Foto:Adobe Stock

Purtroppo non tutte le persone sono a conoscenza delle cattive abitudini che aumentano il colesterolo cattivo nel sangue. Noi di CheDonna.it, siamo qui per darvi qualche dritta a riguardo.

1-Alcol: se si fa un abuso di sostanza alcoliche, non si fa altro che incrementare i livelli di colesterolo nel sangue. Quindi evitare eccesso di alcolici, birra vino e liquori. Invece accade il contrario, se si assume con moderazione l’alcol si protegge il colesterolo buono. Si può assumere un bicchiere al giorno e non di più.

2- Fumo: si sa che il fumo a lungo andare provoca danni all’organismo, in particolar modo l’apparato cardiovascolare. Infatti la nicotina e le sostanze che derivano dalla combustione del tabacco tendono a far aumentare l’aggregazione piastrinica. Non solo anche i livello di colesterolo e i trigliceridi presenti nel sangue.Le arterie tendono ad irrigidire, facendo aumentare la pressione sanguigna.

3- Assenza dell’attività fisica: non praticare alcun tipo di attività fisica è del tutto deleterio. Non solo per il colesterolo ma per il benessere della persona. Svolgere una regolare attività fisica, anche una semplice passeggiata durante l’arco della giornata apporta diversi benefici:

Bastano solo 30 minuti al giorni di allenamento per prevenire l’aumento di colesterolo nel sangue. Potete provare con degli esercizi di aerobica oppure esercizi mirati e specifici come piegamenti, flessioni. Non solo mantenete le ossa in buono stato, ma andate a stimolare i muscoli.

4- Stress e sovrappeso: ormai frequente in tutte le fasce di età. Purtroppo quando il corpo è sottoposto a forte stress si va incontro a diversi problemi. Non solo si abbassano le difese immunitarie, ma potrebbe far aumentare i livelli di colesterolo e la pressione arteriosa. I soggetti in sovrappeso e che vivono in un periodo di forte stress, hanno maggiore predisposizione all’aumento di colesterolo nel sangue. E’ stato dimostrato che i soggetti molto stressati, tendono a mangiare il cibo in modo incontrollato. In questo modo si determinerà l’eccesso di peso e l’aumento di colesterolo. Infatti ci si appaga con alimenti dolci, ricchi in grassi e zuccheri. Lo stress si può controllare svolgendo una regolare attività fisica, così aiuta a veicolare gli eccessi di zuccheri che vengono immagazzinati nell’organismo.  Non solo si abbassa in questo modo i livelli di colesterolo e trigliceridi.

Spesso queste cattive abitudini a lungo andare possono solo aumentare il colesterolo nel sangue.

Alimentazione influenza sul livello di colesterolo nel sangue

Alimentazione in caso di colesterolo alto
Alimentazione sana (Istock photo)

E’ importantissimo seguire un’alimentazione sana ed equilibrata per il benessere dell’organismo. Se si assumono regolarmente cibi inadeguati si può aumentare il livello di colesterolo cattivo nel sangue. Ci sono alcuni alimenti amici del colesterolo, mentre altri no. Infatti se assunti regolarmente possono portare incontro a problemi di ipercolesterolemia. 

Ecco la lista degli alimenti che non fanno aumentare il colesterolo nel sangue.

  • Verdura, cereali e legumi
  • Carni bianche: sono più magre e povere in grasso visibile.
  • Olio extra vergine di oliva: il miglior condimento naturale. Una grande risorsa del nostro territorio, uno dei prodotti di punta della Dieta Mediterranea. Si definisce un alimento funzionale, un vero profumo alimentare, che gli altri oli non hanno. Apporta grassi essenziali, protegge le nostre arterie dalla formazione delle placche aterosclerotiche. Non solo fa ridurre i livelli di colesterolo LDL.
  • Fibre: alimenti ricchi di fibre contribuiscono anche a ridurre l’assorbimento del colesterolo alimentare a livello intestinale. Quindi via libera a cereali come pane, pasta e riso integrali, ma anche farro, avena e orzo. Senza esagerare con le quantità.
  • Pesce azzurro: ricco in omega si consiglia di consumarlo abitualmente 3 volte a settimana. Fate attenzione alla cottura non deve essere fritto ma cotto al forno o al vapore.

Ci sono invece cibi che devono essere assunti raramente, perchè non sono estremamente necessari, anzi assunti regolarmente possono essere deleteri all’organismo.

Gli alimenti da evitare sono:

  • insaccati
  • formaggi
  • frattaglie
  • bevande zuccherate
  • cibi confezionati ricchi in grassi e zuccheri
  • condimenti: come maionese, salse yogurt,  barbecue e ketchup
  • oli vegetali ricchi in acidi grassi saturi
  • burro e strutto

E’ importante quindi non sottovalutare mai il problema. Fatevi seguire sempre da un medico specialista che saprà consigliarvi al meglio la giusta alimentazione da seguire.

Non dimenticare di svolgere una regolare attività fisica, così da vivere bene in salute e in splendida forma.