Biancheria intima: lavarla in modo corretto evitando errori

0
5

La biancheria intima deve essere lavata seguendo alcune regole ben precise, spesso si commettono errori. Scopriamo come fare.

Lavare capi intimi
Biancheria intima Foto:Adobe Stock

E’ importante prestare molta attenzione quando si fa il bucato non solo in lavatrice, ma anche a mano.

Ci sono delle regole ben precise da seguire e rispettare se si vuole garantire un bucato pulito e igienizzato. Molte persone hanno l’abitudine, di lavare la biancheria intima con capi molto sporchi o non alla temperatura adeguata. Non basta solo lavare il bucato, ma si deve anche igienizzare. Talvolta bastano piccoli gesti e buone abitudini che garantiscono non solo un bucato perfetto ma senza germi e batteri. La biancheria intima in particolar modo, deve essere lavata con molta attenzione, basti pensare che viene indossata tutti i  giorni ed entra in contatto con un zona del corpo molto delicata.

Scopri come lavare la biancheria intima senza commettere errori.

Biancheria intima: come lavarla

lavare bucato
Come lavare la biancheria intima Foto: Adobe Stock

Come ribadito, la biancheria intima deve essere lavata con cura e attenzione, visto che entra a contatto con una zona intima del nostro corpo.

Infatti i capi intimi si dovrebbero lavare separatamente dal resto del bucato, perchè hanno bisogno di un trattamento diverso rispetto agli capi di abbigliamento.

Ecco come procedere per garantire un bucato perfetto.

1- Lavare a mano l’intimo ricamato e in pizzo: per mantenere in buono stato la biancheria intima in particolar modo quella con pizzi e ricami, dovreste lavarli a mano. Basta mettere in una bacinella acqua tiepida e del sapone neutro e lasciare in ammollo, anche per qualche ora e poi sciacquate e stendete all’aria. Si sconsiglia l’utilizzo di detergenti per bucato aggressivi o con forti profumazioni, perchè potrebbe irritare la pelle. Potete provare a preparalo a casa, senza ricorre a quelli che trovate in commercio.Può sembrare banale, ma è opportuno ribadire che se non si vuole incorrere ad una spiacevole sorpresa, separate l’intimo in base ai colori. I capi colorati separati in base al colore, mai lavare intimo bianco con colorato chiaro e scuro.

2- Lavaggio in lavatrice selezionando il programma adatto: si consiglia il lavaggio in lavatrice, optando per un programma specifico per capi delicati. La temperatura dell’acqua deve essere di 30 gradi con una centrifuga a basso numero di giri.

3- Rimuovere le macchie prima del lavaggio: è importante pretrattare i capi se presentano macchie, per non incorrere nel rischio che dopo il lavaggio possano restare. Basta eliminare le macchie con uno smacchiatore per indumenti e poi lasciare in ammollo in una bacinella con dell’acqua fredda per almeno 20-25 minuti. Dopo procedete al risciacquo.

4-Proteggere i capi in lavatrice: quando effettuate il lavaggio in lavatrice, mettete i capi intimi in un sacchetto per biancheria a retina. In alternativa, potete utilizzare una federa di cuscino, l’importante che abbia una cerniera. In questo modo proteggerete soprattutto i reggiseni con coppe o ferretto.

5- Stendere la biancheria: fate attenzione alla luce diretta del sole. Dovrete evitare per non rischiare di sbiancarli o scolorirli. Al massimo potete poggiare un lenzuolo o un panno di cotone. Non mettete i capi intimi ad asciugare nell’asciugatrice, si potrebbero perdere elasticità a causa delle alte temperature.

Igienizzare i capi intimi

Bucato
Il prezioso consiglio per un bucato perfetto (Istock photo)

Il bucato si deve disinfettare, così da eliminare germi e batteri, non è necessario ricorrere a prodotti aggressivi che si trovano in commercio. Non solo possono essere dannosi per la nostra salute, ma anche per l’ambiente.

Potete rimediare in modo naturale con l’olio essenziale tea tree, con azione antibatterica, quindi perfetto per detergere in profondità i capi. Basta aggiungere circa 5 gocce al detersivo che utilizzate di solito, poi procedete con il lavaggio. In alternativa potete aggiungere l’acqua ossigenata a 130 volumi. Basta mettere un cucchiaio in mezzo bicchiere d’acqua e poi versate nel cestello della lavatrice, infine aggiungete il detersivo.  Il bicarbonato di sodio è un detergente naturale che potete aggiungere al bucato, non solo in caso di cattivo odore ma anche per eliminare le macchie, così evitate di pretrattare. Non solo ravviva il bianco, ma riesce ad annientare batteri e germi, basta aggiungere due cucchiai al bucato per ottenere risultati soddisfacenti.

Dopo aver seguito i nostri consigli sul lavaggio della biancheria intima, potete riporre nei cassetti dell’armadio, quando saranno ben asciutti. Fate solo attenzione ai reggiseni con ferretto e coppe, evitate di deformarli. Se avete poco spazio, potete metterli uno sopra l’altro senza piegarli. Magari acquistate dei divisori da mettere all’interno delle cassettiere o armadi.

Avete visto come è facile prendersi cura dei capi intimi seguendo alcuni semplici dritte.