Home Attualità Coronavirus: in Abruzzo la prima zona rossa dopo il lockdown

Coronavirus: in Abruzzo la prima zona rossa dopo il lockdown

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:26
CONDIVIDI

In Abruzzo istituita la prima zona rossa dopo il lockdown. Decisione del sindaco di Lucoli, dopo 12 casi di positività al Coronavirus nella frazione di Casamaina. 

Il sindaco di Lucoli Valter Chiappini ha firmato un’ordinanza per istituire la prima zona rossa d’Italia dopo la fine del lockdown nella frazione di Casamaina, in provincia de L’Aquila in Abruzzo.

Nei giorni scorsi infatti, erano emersi 12 casi di positività al Coronavirus. Per questo il sindaco aveva deciso di effettuare tamponi a tappeto a tutti i residenti del comune.

Per evitare ulteriori ed eventuali contagi il sindaco ha così deciso di istituire la zona rossa nella frazione di Casamaina dalla mezzanotte del 28 agosto alla mezzanotte del primo settembre.

Fino ad allora è dunque previsto il divieto di allontanarsi, la sospensione delle attività considerate non essenziali, la chiusura di parchi e zone sportive. Si potrà invece rientrare al proprio domicilio o residenza se ci si trova fuori dall’area.

abruzzo prima zona rossa
Adobe Stock