Home Maternità La Mnemonica: una tecnica efficace per far memorizzare nozioni ai bambini

La Mnemonica: una tecnica efficace per far memorizzare nozioni ai bambini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:37
CONDIVIDI

La scuola ricomincerà a breve. Aiutiamo i nostri bambini a memorizzare le nuove informazioni ricevute con questa tecnica efficace.

Tecniche di memorizzazione per bambini
Photo AdobeStock

La mnemonica è una tecnica che aiuta i bambini a memorizzare le informazioni e va oltre alla tecnica del pappagallo che consiste nel ripetere le cose per impararle a memoria. Finchè non ancoriamo le informazioni al loro cervello la memorizzazione non avverrà in modo corretto e potrebbe risultare volatile. Se insegnerai al tuo bambino ad utilizzare la tecnica della Mnemonica egli imparerà a selezionare le informzioni e a memorizzare correttamente.

Memnonica, cos’è e come metterla in pratica

mnemonica tecnica
Photo AdobeStock

La mnemonica è un metodo di apprendimento molto efficace. Questa tecnica si basa sul metodo dell’associazione, ricordare un elemento associandolo ad un’altro è molto più semplice. Esistono dei trucchi divertenti da mettere in pratica per far imparare questa tecnica al bambino che imparerà giocando ad accrescere il suo potenziale di memoria.

La mnemonica, o l’arte di aiutare la memoria, è una tecnica di memorizzazione efficace ai fini della memorizzazione indipendentemente dall’argomento. Si basa sulla concezione di ricordare un dettaglio decodificandolo. Un esempio molto diffuso è quello della canzoncina della lettera dell’alfabeto inglese, grazie alla quale la memorizzazione si unisce alla musicalità agevolandola. Anche la musica è una tecnica mnemonica.

La mnemonica viene utilizzata con i bambini data la sua estrema semplicità ma può essere utile anche all’adulto. La semplicità di questo metodo si deve al fatto che il nostro è in grado di elaborare diversi tipi di stimoli contemporaneamente come: immagini, suoni, voci, odori, colori, linguaggi, emozioni, ecc.

Come mettere in pratica la mnemonica? Ecco alcuni esempi pratici da insegnare ai nostri bambini:

  • La segmentazione

Questa tecnica consiste nel prendere una grande informazione e dividerla per gruppo in modo che sia più semplice da memorizzare. Si pensi ad esempio ad un numero di telefono, solitamente prima di memorizzarlo in automatico si deframmenta, anche se non ce ne rendiamo necessariamente conto. Invece di memorizzare un mumero in seguenza per esempio 123456789, suddividerlo in 123-456-789 facilita la memorizzazione.

  • Gli Acronimi

Questo metodo è quello preferito da molti, soprattutto dagli studenti universitari. La tecnica consiste nel memorizzare un elenco a partire dalle iniziali di ogni parola dell’elenco o dell’informazione. Unendo le prime parole di ogni informazione si ottiene tutta l’informazione. Gli acronomi sono talmente efficienti da essere ormai di uso comune, per esempio siamo soliti usare l’acronimo USA per definire Stati Uniti d’America, oppure WWW al posto di World Wide Web.

Un esempio pratico. Studiando la lingua inglese risulta difficile memorizzare l’ordine in cui mettere gli aggettivi multipli nella stessa frase. Attraverso un acronimo si facilita il tutto es. basta ricordare SACOM (size, age, color, origin, material) e il gioco è fatto.

  • La musica

Questo metodo è quello più divertente e viene usato all’asilo prevalentemente, è così che nascono canzoni che recitano “girano in fila indiana i sette giorni della settimana” e tante altre. La musica facilita l’apprendimento perchè lo rende gioioso.

  • Il metodo del “sospiro”

Noto anche come il metodo del viaggio mentale, questa tecnica mnemonica è tra le più ancestrali. Per mettere in pratica questa tecnica bisogna mescolare organizzazione, visualizzazione e associazione.

Per fare in modo che il bambino ricordi una cosa devi spiegargliela in maniera coincisa e collegare le informazioni a cose che li circondano nel luogo in cui si trovano, per esempio puoi fare un paragone con i suoi giocattoli, creando dei  “ponti” del ricordo da utilizzare a favore delle informazioni che vuoi ricordare.

Ricordando gli elementi di questo spazio, luogo familiare, ricorderà i dettagli che hai collegato a loro.

  • Il palazzo della memoria
psiche
Photo AdobeStock

Questo metodo si basa sullo stesso principio di quello mensionato al punto precedente ma è più elaborato. Ancora una volta cerchiamo di memorizzare delle cose associandole a cose che ci sono familiari. Puoi materializzare un “palazzo” nella tua memoria avvalendoti dei tuoi 5 sensi. Immagina come è fatto, l’odore dei libri al suo interno, il profumo del legno degli armadi, il suono del cigolio delle porte …