Home Coppia Le discussioni fanno male? Litigare troppo con il partner è un problema

Le discussioni fanno male? Litigare troppo con il partner è un problema

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:22
CONDIVIDI

Che sia in coppia, con gli amici o con i parenti tutti noi ci siamo trovati a litigare furiosamente almeno una volta nella vita. Ma quand’è che litigare diventa troppo?

litigare troppo
troppi litigi fanno male (fonte: Pexels)

A chi non è capitato?

Succede spesso di discutere con le persone che amiamo di più, a volte anche in maniera eccessiva.
Generalmente non vuol dire niente di che: confrontarsi è utile e fa sempre bene.

Quand’è però che litigare diventa troppo? Scopriamolo insieme!

Litigare troppo con il partner fa male: ecco perché

litigare
fate caso a come litigate: il partner è aggressivo? (fonte: Pexels)

Come spesso succede è l’equilibrio ad essere fondamentale, in ogni tipo di relazione.

Avere un rapporto completamente privo di discussioni, di qualsiasi tipo, non vuol dire avere un bel rapporto!
Il disaccordo ed il litigio sono parti importanti della costruzione della vostra relazione: capiteranno per forza e bisogna imparare ad affrontarle.

Anzi: litigare a volte può essere un buon segno!
Vuol dire che entrambi i partecipanti alla relazione hanno a cuore il benessere della coppia e combattono per farla andare avanti.

Spesso succede che cerchiamo di imporre agli altri il nostro modo di fare perché pensiamo che sia quello migliore per noi e per loro.
Insomma, i risultati magari non sono buoni (si finisce a litigare per ore e ore) ma le intenzioni erano eccellenti.

Se è importante litigare nella coppia è importante anche imparare a litigare in maniera proficua.

Cosa fare però quando i litigi diventano troppi?

Innanzitutto è necessario individuare se il vostro partner ha atteggiamenti aggressivi o eccessivi nei vostri confronti.
Ci sono persone che sono abituate ad urlare, sbattere le porte o usare parole offensive.

Questi sono atteggiamenti che andrebbero contenuti e regolati, soprattutto se a farli è solo uno dei due.
Mettersi d’accordo su quale sia il modo migliore per litigare potrà sembrarvi sciocco all’inizio ma è una pratica che aiuta ad eliminare alcune incomprensioni fondamentali che vi impediscono di risolvere il litigio.

Soprattutto nel caso vi sentiate umiliati o feriti e l’altro si rifiuti di prendersi le sue responsabilità è il caso di chiedersi se sia necessario l’intervento di un esperto.

Litigare troppo è legato, infatti, più alle modalità con cui il litigio si esprime che agli argomenti veri e propri.
Se non siete in grado di affrontare una discussione in maniera proficua ed adulta vi ritroverete ad abbandonare la discussione per puro amore della pace.

Questo non va mai bene: i problemi insoluti non spariscono solo perché vi volete bene.

O meglio: più vi amate e più cercherete di dimenticare le discussioni brutte e di risolvere il prima possibile una volta esploso il litigio.

Ma dimenticare il problema non lo fa magicamente sparire: anzi!
Ogni nuova piccola incomprensione diventerà la scusa per tirare fuori le questioni irrisolte, facendo di nuovo di un piccolo granellino un sasso gigante.

Insomma è importante avere chiaro perché litigate e come lo fate.
Quando i litigi sono troppi e tutti ravvicinati nel tempo è segno che qualcosa non va: l’argomento in sé non ha importanza ma c’è qualcosa sotto di più profondo che dovete affrontare.

mangiare gelato
discutere di fronte ad un gelato aiuta! (fonte: Pexels)

Provate ad intavolare le discussioni con il partner in maniera costruttiva per entrambi: sapevate che lo zucchero aiuta a non discutere?

La prossima volta che sentite arrivare un litigio correte ai ripari condividendo… un buon dolce!