Gastrite nervosa, come si manifesta e da cosa è prodotta

0
5

La gastrite nervosa è strettamente collegata allo stress quotidiano, ad una vita frenetica e a ritmi che affaticano lo stomaco

gastrite mal di stomaco
gastrite nervosa quali i sintomi istock

Gastrite e stress, due parole che viaggiano a braccetto. La gastrite nervosa  in effetti è una delle forme più classiche di questo disturbo anche. La fatica, lo stress e il nervoso, tutto quello che la nostra mente non gradisce incidano anche sulla digestione. Così come i ritmi del lavoro e della vita quotidiana, le preoccupazioni ma anche un’alimentazione e uno stile di vita disordinato. Sono tutti elementi che portano alla gastrite nervosa con sintomi diversi.

I sintomi della di questa gastrite sono normalmente facili da riconoscere. Un disturbo strettamente collegato alla produzione eccessiva di acidità e che genera effetti che possiamo dividere in due categorie. Nel primo caso interessa direttamente lo stomaco e l’esofago, nel secondo invece la gastrite si espande ad altri organi collegati in maniera diretta o indiretta sempre allo stomaco.

Per questo i sintomi principali della gastrite nervosa sono rappresentati da un bruciore di stomaco nella zona gastrica. Oltre a questo però anche il reflusso gastroesofageo che sentiamo quando abbiamo la sensazione di avere il liquido acido che ci risale nella gola fino alla bocca. Oppure ancora alitosi e cattivo sapore in bocca, gonfiore. O ancora sensazione prolungata di nausee e vomito, gorgoglii allo stomaco dovuti alla eccessiva  produzione di succhi gastrici che irritano le mucose, febbre e diarrea

Gastrite nervosa, tutti i sintomi collegati

gastrite nervosa
gastrite nervosa (Istock Photos)

Come abbiamo detto, esistono anche disturbi ad altri organi che però sono strettamente collegati alla gastrite nervosa. Vediamo quali possono esser i principali:

Sensazione di pesantezza a livello dello sterno e della zona sottostante con affaticamento precoce, difficoltà di respirazione, che arriva fino all’ernia iatale.

Eccessivo gonfiore dello stomaco che può causare problemi tipo lievi attacchi di asma e di tachicardia.

Casi di labirintite dovuti alla presenza di reflusso, aerofagia e gastrite nervosa.

Infiammazione delle corde vocali fino all’afonia, causata dai succhi e dai gas acidi che in alcune persone producono reflusso gastroesofageo.

Fonte foto IStock

Infine dobbiamo considerare che in alcuni casi la gastrite non appare in maniera palese ma può rimanere nascosto anche per diversi mesi prima di esplodere. Ecco perché il primo consiglio è quello di fare attenzione al minimo sintomo prima di avere problemi più gravi.