Home Salute e Benessere Scopri perché saltare i pasti è sbagliato e i danni per la...

Scopri perché saltare i pasti è sbagliato e i danni per la salute

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:00
CONDIVIDI

Saltare i pasti è davvero un’abitudine sbagliata. Infatti, spesso e volentieri, chi lo fa, non dimagrisce affatto. Scopri i danni per la salute.

Scopri perché saltare i pasti è sbagliato e i danni per la salute
Scopri perché saltare i pasti è sbagliato e i danni per la salute (Adobestock photo)

Talvolta, non riusciamo nemmeno a spiegarci il perché non mangiare affatto non porti risultati sperati.

Oggi vedremo cosa fare e cosa non fare per mantenere il nostro peso senza ricorrere a drastiche rinunce, diete dell’ultimo minuto, eliminazione di nutrienti, salto dei pasti. Saltare i pasti non è affatto salutare. Scopri perché!

Non dovresti saltare i pasti: scopri tutti i contro

pausa pranzo iStock

Saltare ad esempio il pranzo non è affatto un’ottima strategia snellente, sia per il dimagrimento che per la nostra salute. Il nostro corpo rallenta i processi metabolici e accumula energia sotto forma di grasso, per averne a disposizione quando non arriva il nutrimento.

Inoltre, chi salta i pasti può più spesso sviluppare bruciori di stomaco, perché così facendo si altera il corretto funzionamento dell’apparato digerente e ciò diventa un’altra possibile causa di sovrappeso e difficoltà a dimagrire. Inoltre, non pranzare porta poi ad arrivare alla cena particolarmente affamati e, in questi casi, controllare, e moderare, la quantità di cibo ingerita diventa molto più difficile.

Ci si ritrova spesso a consumare più del dovuto proprio quando il corpo si prepara al riposo notturno e brucia meno energia. La soluzione in questi casi è prevedere un pranzo semplice e veloce, che si può eventualmente preparare a casa la sera precedente e portare sul lavoro.

Se però si salta il pasto perché non si ha modo di fermarsi per mangiare, allora il suggerimento è di mettersi in borsa un sacchetto con 40 g di un mix di bacche disidratate e mandorle o di un altro frutto o seme oleoso, e di mangiarne qualcuno ogni tanto nella fascia oraria del pranzo, fino a terminare la porzione.

Non mangiare a pranzo e ingerire caramelline o masticare gomme. In questo modo si aumenta la produzione di acidi gastrici, stimolati dagli aromi presenti in questi prodotti e dalla masticazione. E l’acidità provocata contribuirà ad aumentare il desiderio di cibo a cena, creando un circolo vizioso difficile da interrompere.

Oltre a seguire le indicazioni sopra riportate, il consiglio è di optare sempre per cibi semplici. Occorre inoltre ricordare che mangiare a pranzo è importante anche per affrontare il pomeriggio con più energia, naturalmente evitando eccessi di calorie, zuccheri e grassi che porterebbero invece a sonnolenza e affaticamento. Verdure, proteine magre e pane, pasta o simili (sempre in quantità moderate) sono il mix perfetto in questi casi.

Ricetta: piadina con verdure e pollo

piadina romagnola
Piadina Romagnola IGP (Istock Photos)

Ingredienti (per 2 persone)

  • 2 piadine piccole preferibilmente integrali
  • 250 g di verdure già grigliate
  • 300 g di fette di petto di pollo
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • pepe

Procedimento

Ungete il pollo con mezzo cucchiaio d’olio e cuocetelo sulla griglia, poi tagliatelo a striscioline. Con l’olio rimasto spennellate le verdure grigliate. A questo punto farcite le 2 piadine riscaldate suddividendo gli ingredienti. Spolverizzate con il pepe e arrotolate le piadine. Per tenere i rotoli fermi, avvolgete ognuno in un foglio di alluminio, fate riposare per qualche minuto e servi in tavola.

Dimentica le calorie e perdi peso

5 motivi per cui il 95% delle persone non perde peso
i sensi di colpa fanno ingrassare (Istock)

Le calorie rappresentano la quantità di energia che un alimento fornisce al corpo. Se sono troppe rispetto al fabbisogno della persona, l’eccesso viene trasformato in grasso, una riserva a cui attingere al momento del bisogno. Tuttavia, per dimagrire non va considerato solo questo valore. Per esempio, 300 kcal assunte attraverso del pollo in umido sono ben diverse, per il corpo, rispetto alle 300 kcal fornite dai biscotti (circa sei unità, per i tipi più comuni).

Nel primo caso, il corpo utilizzerà il 25% dell’apporto calorico fornito dalle proteine per assimilarle, e poi queste nutriranno i muscoli che porteranno a bruciare il grasso. Per digerire i biscotti il corpo userà circa il 4% delle calorie fornite dagli zuccheri abbondanti che contengono, che poi andranno ad aumentare la glicemia, quindi a rallentare il metabolismo e a favorire la formazione di grasso addominale.

Contare le calorie di tutto ciò che arriva in tavola e temere i cibi che ne forniscono di più. In questo modo si corre il rischio di eliminare dal piatto alimenti importanti ai fini del dimagrimento, come la frutta oleosa, che contribuisce ad aumentare il senso di sazietà e a fornire sostanze preziose per la linea e la salute.

Imparare a conoscere le caratteristiche nutrizionali degli alimenti e combinarli bene tra loro, come puoi vedere nei menu alle pagg. 34-47. E ogni tanto, puoi concederti anche preparazioni con ingredienti ipercalorici, come per esempio lo smoothie a lato, che può essere perfetto per la colazione o come spuntino pre-allenamento.

Mini ricetta: smoothie alla frutta

Ingredienti (per 2 persone)

  • 2 banane
  • 1 mela piccola
  • 250 ml di latte o bevanda di soia senza zucchero
  • 2 cucchiai rasi di burro di arachidi senza grassi né zucchero aggiunto

Procedimento

Sbucciate le banane, tagliatele a rondelle e mettetele nel bicchiere del frullatore con la mela a cubetti (tenendone da parte qualcuno per la decorazione) e la bevanda di soia in cui avrete messo il burro di arachidi.

Azionate l’apparecchio fino a ottenere un mix cremoso e omogeneo, quindi suddividete in 2 bicchieri e servite subito, guarnendo con la mela messa da parte. Se lo consumate a colazione, completate con tè verde e 2 biscotti secchi.

Che cos’è lo smoothie bowl? RICETTA
Che cos’è lo smoothie bowl? (Istock photo)

Non dimentichiamoci che, talvolta, saltare i pasti, può essere causato da patologie di disturbo alimentare che molto spesso stravolgono il piacere del cibo nella testa di molte donne. Consigliamo vivamente un consulto medico e specifico tempestivo poiché mangiare è uno dei piaceri più belli del mondo!