Home Gossip Sonia Bruganelli: volano insulti per un post Instagram sul Coronavirus

Sonia Bruganelli: volano insulti per un post Instagram sul Coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:44
CONDIVIDI

Sonia Bruganelli ha fatto il test per il Coronavirus: come ha fatto questo a scatenare l’odio nei commenti di Instagram?

moglie paolo bonolis
Sonia Bruganelli (Fonte: Instagram)

Sonia Bruganelli ha un rapporto molto difficile con il popolo di Instagram, social sul qualche continua a postare selfie e altre fotografie che raccontano i suoi momenti familiari.

La critica principale che viene portata alla moglie di Paolo Bonolis è quella di essere estremamente snob e interessata principalmente a mostrare il livello di benessere in cui vive la sua famiglia. 

Proprio per una serie di “gaffe” social messe a segno in passato dalla Bruganelli, la moglie di Bonolis si è guadagnata il triste primato di essere una delle donne italiane più odiate dei social.

I commenti negativi nei suoi confronti non si placano nemmeno quando la donna affronta argomenti importanti come la prevenzione e la diagnosi del Coronavirus, com’è accaduto nelle scorse ore.

Sonia Bruganelli presa di mira per il test del Coronavirus

haters bruganelli bonolis figli
Sonia Bruganelli, Instagram

Sonia Bruganelli non è la prima e di certo non sarà l’ultima italiana a decidere di fare il test rapido per il Coronavirus, eppure le è bastato postare la fotografia di un test rapido (con risultato negativo) per scatenare una serie apparentemente infinita di polemiche.

Il messaggio con cui Lady Bonolis accompagnava la fotografia era molto chiaro: “Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio” aveva scritto la Bruganelli.

È bastato questo per scatenare un numero enorme di commenti feroci, che hanno sottolineato la poca inaffidabilità del test rapido.

Addirittura alcuni utenti di Instagram si sono spinti ad affermare che la moglie di Bonolis avrebbe dovuto vergognarsi per aver fatto il test e per diffondere l’informazione più o meno sbagliata che i test rapidi siano davvero affidabili. Addirittura è stata accusata di prendere molto alla leggera un tema serio come la pandemia di Coronavirus.

A far nascere questa convinzione in coloro che hanno commentato il posto è stata, probabilmente, la tazza di caffè che la Bruganelli aveva appena finito di consumare e che è stata fotografata proprio accanto al risultato del test.

Soltanto una piccola minoranza di follower è intervenuta con più garbo, limitandosi a spiegare a Sonia Bruganelli che eseguire un test sierologico avrebbe di certo dato risultati più affidabili rispetto a un test rapido.

Uno dei commenti più interessanti è sicuramente quello di un’utente che ha affermato di aver chiesto lo stesso test in farmacia e di aver ottenuto come risposta che il test in questione non sarebbe in vendita. Tanto è bastato a scatenare la convinzione che si trattasse di “test per VIP”, ottenibili soltanto attraverso qualche contatto altolocato. Un altro utente ha fatto notare invece che si tratta di test acquistabili on line e che addirittura è un prodotto acquistabile in farmacia a marchio Menarini.

L’idea è quindi che, ormai, gli haters abbiano semplicemente stabilito un altro bersaglio e che basti poco, veramente poco, per scatenare una reazione furiosa contro la moglie di Bonolis che, a questo punto, dovrebbe cominciare a chiedere consiglio a Emma Marrone su come affrontare (di petto) gli attacchi degli haters via social. Tra l’altro la stessa piattaforma Instagram recentemente ha avviato un programma di accertamento per identificare ed eliminare i profili fake utilizzati da molti “odiatori” di professione per postare i loro commenti.