Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Dieta delle 8 ore: rispettare l’intervallo per dimagrire

Dieta delle 8 ore: rispettare l’intervallo per dimagrire

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:07
CONDIVIDI

Per rimettersi in forma possono bastare tre giorni: è il programma della dieta delle 8 ore, un regime alimentare che vi sorprenderà

Dieta delle 8 ore adobestock

Se in vacanza vi siete lasciate un po’ andare e avete paura di non ritrovare la piena forma dopo il rientro, nessuna paura. Ci sono molti metodi testati ed efficaci per perdere peso senza grossi sforzi. Come la dieta delle 8 ore che ha un principio fondamentale basato sul tempo tra un pasto e l’altro, o meglio tra colazione e merenda.

Le 8 ore infatti sino l’intervallo da rispettare tra la l’inizio della giornata e lo spuntino pomeridiano. Non occorre metterne altrettante tra questo e la cena, anche perché altrimenti dovremmo mangiare verso mezzanotte o l’una e sarebbe controproducente. Il menù è varil, anche se regolato, ma la regola è fissa. Quindi questa è una dieta che possiamo seguire al massimo er tre giorni e permette di perdere fino ad un  massimo di 4 kg.

Lo scopo è quello di impedire l’accumulo del grasso nella zone strategiche del corpo, a cominciare dalla vita e dai fianchi. Ma allo steso modo serve per accelerare il metabolismo. Per questo dobbiamo abituarci ad una colazione sostanziosa, saltando il pranzo, e ad una cena leggera. L’ideale è programmare, come vedrete dal menù, un primo pasto giornaliero nutriente e senza grassi. Per lo spuntino invece affidiamoci alla frutta (meglio quella di stagione) e nella cena inseriamo proteine e verdure lasciando stare i carboidrati. Accanto alla tavola però dovete praticare un po’ di attività fisica tutti i giorni. Possono bastare 30-40 minuti di camminata con un buon passo per stare meglio e ottenere risultati.

Dieta delle 8 ore, cosa mangiamo e beviamo?

Prima di passare al menù per i tre giorni nella dieta delle 8 ore, qualche regola e consiglio. La regola è cercare di fare colazione al massimo entro le 9, rispettando alla lettera l’intervallo delle 8 ore. Quindi lo spuntino pomeridiano, al massimo entro le 17.

Se durante il giorno vi attacca la fame, l’unica soluzione è quella di bere un thé. Non zuccherato oppure una buona tisana. In fondo sino sollo 3 giorni, potete resistere. E per la cena, puntate sempre su condimenti sani e leggeri.

Ecco il menù completo:

PRIMO GIORNO

Colazione: una tazza di latte, 2 fette biscottate integrali con marmellata, una banana, un caffè.

Spuntino del pomeriggio: una spremuta di arancia e 3 noci.

Cena: petto di pollo alla piastra, spinaci bolliti conditi con olio a crudo e limone, una fetta di pane.

SECONDO GIORNO

Colazione: uno yogurt magro, 2 fette biscottate integrali con marmellata, una banana, un caffè.

Spuntino del pomeriggio: un’arancia e una mela.

Cena: un trancio di salmone al vapore, broccoli romani cotti al vapore tutto condito con olio a crudo

 

TERZO GIORNO

Colazione: uno yogurt magro, 2 fette biscottate integrali con marmellata, una banana, un caffè.

Spuntino del pomeriggio: una spremuta di arancia e una pera.

Cena: minestrone di verdure, due uova sode, una fetta di pane.