Stitchezza: la fecola di patate potrebbe essere il rimedio giusto

0
1
fecola di patate stitichezza
Fecola di patate (Adobe Stock)

Se soffri di stitichezza e sei alla ricerca di un rimedio naturale per combattere la stipsi la fecola di patate potrebbe fare al caso tuo.

fecola di patate stitichezza
Fecola di patate (Adobe Stock)

Se sei una di quelle persone che soffre di un disturbo molto frequente come la stitichezza e le hai provate tutte forse non sai che un rimedio naturale può essere quello di utilizzare la fecola di patate. 

Si tratta di un classico rimedio della nonna che in molti casi può funzionare, specie se non sei un amante di medicinali e prodotti chimici.

Questa sostanza infatti oltre ad essere utilizzata in mille modi in cucina può venirci in aiuto quando soffriamo di un disturbo fastidioso come la stipsi. Scopriamo perché.

Se cerchi un rimedio per combattere la stitichezza prova con la fecola di patate

La fecola di patate è un ingrediente molto utilizzato in cucina per preparare numerose ricette, soprattutto dolci ma anche salate. Svolge la funzione di un addensante, è inodore e si ottiene grazie all’essiccazione e alla macinazione delle patate.

Oltre che in cucina la fecola di patate trova impiego anche nella cosmetica ad esempio per preparare creme per viso e corpo. Può essere poi utilizzata per creare maschere per il viso ma anche come cipria fai da te o per dare sollievo alla pelle nel caso di scottature solari.

Non tutti sanno però che la fecola di patate è un ottimo rimedio anche per combattere la stitichezza grazie alla presenza di uno zucchero, l’amilopectina, in grado di richiamare acqua nel lume intestinale. In questo modo le feci si ammorbidiscono e ciò favorisce l’espulsione delle stesse.

Inoltre, l’amido contenuto nella fecola avendo proprietà simili alle fibre favorisce la regolarità intestinale. Quindi un vero e proprio toccasana per il nostro organismo.

La fecola infatti altro non è che un amido che si ricava dalle patate. Tra le sue proprietà c’è la spiccata capacità di trattenere i liquidi ed assorbirli, ecco perché viene spesso usata in cucina come addensante, ma anche come sostituta delle uova. 

Composta per il 98% da carboidrati e per il restante 2% da proteine, ha un apporto calorico simile a quello della farina bianca. Naturalmente priva di glutine è particolarmente indicata per chi soffre di celiachia.

 

La fecola di patate trovando mille impieghi in cucina non sarà difficile assumerla. Ad esempio aggiunta in una zuppa di verdure o in una vellutata servirà a renderla più cremosa.

Inoltre, potrà essere utilizzata per rendere più soffici le torte. Grazie alla sua consistenza più leggera rispetto alla normale farina di frumento, inoltre, può velocizzare la lievitazione degli impasti sia dolci che salati.