Coronavirus: in Sardegna il Billionaire chiude la stagione – VIDEO

0
13

Il Billionaire chiude: un segnale fortissimo degli imprenditori del divertimento di lusso. Moltissimi disoccupati.

Il Billionaire di Porto Cervo è uno dei locali più esclusivi, famosi e costosi della Sardegna. Dopo il via libera alla riapertura dei locali il Billionaire aveva deciso di riaprire rispettando le varie norme che erano state imposte dal governo per la gestione degli ingressi e dell’affollamento.

Nonostante questo, a causa dell’aumento dei casi in Sardegna il sindaco di Arzachena, Roberto Ragnedda, ha imposto lo stop della musica a mezzanotte e un ulteriore abbassamento dei decibel consentiti che dovranno essere al massimo 65.

Il Billionaire chiude: la reazione di Briatore e dell’amministratore

Flavio Briatore fidanzata
Flavio Briatore (Fonte: Instagram)

Flavio Briatore negli scorsi giorni aveva definito ridicole le nuove misure di sicurezza imposte dal governo, tra cui la nuova chiusura delle discoteche oltre all’obbligo di utilizzo di mascherine anche all’aperto nelle ore serali.

Addirittura l’imprenditore aveva definito incompetenti coloro che avevano emanato le nuove misure, affermando che il Coronavirus è stato “declassato” a “virus dei panettieri”, che lavora solo di notte e va a dormire all’alba.

Inoltre, sia Briatore sia l’amministratore unico del Billionaire hanno sottolineato come queste ulteriori limitazioni allo svolgimento delle attività delle discoteche mettano in seria difficoltà i lavoratori che erano stati assunti per la stagione.

“Ci è impossibile lavorare e offrire il programma e il servizio che i nostri clienti si attendono da noi” ha spiegato Pretto. “Ci scusiamo e ci dispiace per loro ma ancor di più per il nostro personale, per i nostri collaboratori, per gli artisti da noi ingaggiati per questa stagione, che dovranno concludere in anticipo la stagione lavorativa.”

Flavio Briatore ha inoltre detto la sua con un video di Instagram in cui ha commentato punto per punto le nuove misure emanate dal governo.

Purtroppo, la ripresa che i lavoratori dello spettacolo attendevano da mesi non è ancora arrivata. Paradossalmente, mentre gli imprenditori si lamentano dei danni economici derivati dalla chiusura dei locali e dalle altre restrizioni, i DJ e gli artisti si schierano nella maggior parte dei casi al fianco del governo, sostenendo addirittura che il tentativo di riaprire i locali e far partire la stagione estiva sia stato estremamente imprudente e abbia messo in pericolo la vita di molti italiani.

Non si tratta affatto di un buon momento per Flavio Briatore: anche la sua nuova iniziativa imprenditoriale, il lancio del Crazy Pizza di Montecarlo, non è andato affatto bene e i clienti si sono detti estremamente scontenti della qualità del servizio. C’è da dire che se Briatore piange, almeno la sua ex moglie sta attraversando un periodo d’oro a livello professionale, ottenendo risultati d’ascolto mai visti con Battiti Live.