Accendere il desiderio? Possono bastare 10 semplici domande

0
5

Una chiacchierata piccante può esser ciò che occorre per accendere la scintilla del desiderio a patto però di saper porre le giuste domande.

accendere desiderio
Foto da Unsplash

Un magico mix di desiderio, complicità, fiducia, attrazione e comprensione. Questa dovrebbe essere l’intimità di coppia, sia che si tratti di due partner di vecchia data sia che si parli invece di una nuova conoscenza: se l’intesa e la giusta alchimia ci sono ci saranno allora anche tutti gli altri piccoli dettagli che possono compiere la magia.

Sentirsi a proprio agio con l’altro è senza dubbio l’imprescindibile base di tutto ciò, unico requisito che consente poi di lasciarsi veramente andare e godersi il rapporto. Tra i piccoli lussi che la sensazione di confidenza consente di prendersi c’è la non trascurabile opportunità di parlare liberamente: noi donne sappiamo bene come per un’intimità veramente soddisfacente bisogna chiedere, chiedere ciò che si desidera ma anche ciò che desidera l’altro, e per farlo occorre sentirsi liberi di parlare senza imbarazzo.

Ecco allora che, una volta appurata la presenza di quell’indispensabile empatia, non resta che scoprire quali sono le giuste domande da porre, quelle capaci di accendere veramente il desiderio, come vi avevamo già spiegato, di mantenere alto il desiderio nonostante lo scorrere del tempo.

Come accendere il desiderio con le giuste domande

domande a letto
Foto da Unsplash

La reciproca voglia di scoprire qualcosa in più dell’altro, senza sottostare ai tabù della “conversazione pulita”: di questo parleremo oggi, delle domande da porre per scoprire i piccoli, segreti desideri dell’altro e di come chiedere sia l’inizio di un vero e proprio gioco di seduzione.

Scopriamo allora quali sono le domande da porre al partner per divertirsi insieme, esplorando le reciproche  passioni celate e le voglie inespresse l’uno dell’altra.

Lo hai mai fatto… in pubblico? – Domanda piccante che apre il sempre eccitante tema della trasgressione e che, a prescindere dalla risposta, può esser assai utile per capire fin dove l’altro è disposto a spingersi.

Sei mai stato con una persona molto più grande o molto più giovane di te? – Non si tratta certo della domanda più impertinente che possiate fare ma aiuta a capire meglio chi si ha davanti, che cosa gli piace e le esperienze vissute che desidera o meno ripetere.

Hai mai avuto delle fantasie su di me? – Che cosa c’è di più eccitante del far preannunciare all’altroché potrebbe vedere i suoi desideri tramutati in realtà? La domanda inoltre aiuterà anche a capire quanto il partner è attratto da noi e aiuterà a individuare tempestivamente eventuali voglie insoddisfatte, iniziando a individuare i punti in comune e le zone in cui invece occorrerà mediare.

A chi pensi mentre ti masturbi? – Qui veramente parliamo di un elevato grado di confidenza, andando a toccare una sfera molto intima, i cui benefici certo sono ben noti, ma che al tempo stesso potrebbe aiutarci a ricavare informazioni interessanti e spunti da approfondire per poter poi sperimentare insieme.

Mai avuto un’avventura di una notte? – Una relazione veloce l’abbiamo avuta più o meno tutti (certo, chi più chi meno) e se riusciremo a non esser gelosi del passato potremmo avere una via sicura per conoscere meglio chi abbiamo davanti.

desiderio coppia
Foto da Unsplash

Hai mai provato il… lato B? – Anche qui ci troviamo su un terreno molto accidentato, una domanda decisamente intima e che potrebbe anche mettere in difficoltà l’altro. Per passare alla pratica servirà, neanche a dirlo, il comune accordo ma, anche qualora questo venisse meno sarà comunque una via per capire meglio l’altro e le trasgressioni a cui potrebbe esser incline.

Ti sei mai eccitato senza volerlo? – Parliamo di quei momenti assolutamente normali in cui, quasi fuori luogo, ci si sente “su di giri”. Succede di sentirsi eccitati nelle situazioni più sconvenienti e nasconderlo è veramente complicato ma riviverlo condividendo un piccolo momento i imbarazzo aiuterà senza dubbio a sentirsi sempre più complici.

Proveresti un rapporto a tre? – Non si tratta di una domanda da porre solo se si desidera poi passare ai fatti ma anche di un quesito rivelatore rispetto alla solidità della coppia e anche al difficile tema della gelosia.

Hai mai avuto fantasie sui tuoi insegnanti? – Un quesito divertente per conoscer meglio il passato del partner. Da lì infatti si può ampliare il discorso a ex, innamoramenti e affini, ripercorrendo il passato e, perché no, recuperando quel genere di eccitazione che solo da ragazzi si poteva avere.

Quale è il tuo pensiero più spinto di sempre? – Qui si deve esser pronti veramente a qualsiasi risposta, senza giudicare e, ovviamente, senza spaventarsi. Del resto nel mondo dell’immaginazione tutto è lecito e non è detto poi che lo si metterebbe in pratica in modo così fedele.

confidenza coppia
Foto da Pixabay

Tutte domande interessanti dunque ma, ricordate, per aprire simili discorsi bisogna esser pronti, liberare la mente da ogni desiderio di giudizio e, soprattutto, avere con il partner il giusto livello di confidenza.

Pensate sia il vostro caso? Allora non resta che… chiedere!