“The Crown”, Elizabeth Debicki sarà lady Diana: arriva l’ufficialità

Elizabeth Debicki, celebre interprete australiana, sarà lady Diana nei capitoli 5 e 6 di “The Crown”. A renderlo noto è la produzione della serie che promette di rendere al meglio una figura tanto amata quanto controversa come quella della principessa di Galles, deceduta a 36 anni in seguito ad un incidente automobilistico.

"The Crown", Elizabeth Debicki interpreterà lady Diana (Getty Images)
“The Crown”, Elizabeth Debicki interpreterà lady Diana (Getty Images)

“The Crown”, le anticipazioni riguardo i nuovi capitoli della serie rischiano di diventare più attese dell’uscita stessa. Se, infatti, le date della messa in onda – rigorosamente su Netflix – sono ancora da decidere, sta prendendo forma il cast delle ultime due parti di questo mosaico che riassume passato, presente e butta persino un occhio al futuro della monarchia inglese.

La reggenza di Elisabetta II ha fatto – e continua a fare – la storia: intrighi, situazioni particolari, curiosità e sotterfugi mescolati in un cocktail fra cinema di genere e serialità con un’alta percentuale di ricostruzione storica e attenzione ai costumi. Come già annunciato, nella quinta e sesta serie di quella che è diventata una vera e propria saga, alcuni ruoli vedranno dei cambiamenti: il principe Filippo sarà interpretato da Jonathan Pryce che andrà a sostituire – per ragioni fisionomiche e di anagrafe – Tobias Menzies. Un occhio particolare, poi, andrà a lady Diana.

Elizabeth Debicki sarà lady Diana in The Crown: “Un onore interpretarla”

"The Crown", Elizabeth Debicki sarà l'interprete di Diana Spencer (Getty Images)
“The Crown”, Elizabeth Debicki sarà l’interprete di Diana Spencer (Getty Images)

Il personaggio e la figura di Diana Spencer implica non poche responsabilità, in particolar modo per quello che richiama nella mente dei più: grazia e mistero, pacatezza e determinazione, tutte qualità che l’hanno portata ad essere definita la principessa del popolo. Anche dopo tutte le considerazioni che sono state fatte – e continuano a farsi – sulla sua tragica dipartita. C’è chi pensa che quel 31 agosto del 1997, sotto il ponte dell’Alma a Parigi, non si sia trattato di un incidente.

Almeno nelle serie, però, si può provare a ragionare: fornire considerazioni avvalendosi della visione artistica che consente di riproporre scenari e trame senza dover necessariamente giustificarne la resa. “The Crown”, infatti, prima che educare gli spettatori, ha sempre cercato di garantire una visione d’insieme con la quale si può essere d’accordo oppure no.

Quindi, ideatori, produttori e sceneggiatori, con l’aiuto del regista, cercheranno di illuminare – attraverso un giusto tributo che non sfoci nell’omaggio pietistico e stucchevole – la personalità di Diana Spencer andando a scoperchiare, qualora ce ne fosse occasione, qualche verità scomoda. Il faro da cui partirà questa rigenerata folgorazione storico sociale e, a tratti, politica sarà l’attrice Elizabeth Debicki.

“The Crown”, come rendere giustizia ad una figura amata e controversa

Lady Diana, Elizabeth Debicki sarà la principessa di Galles in "The Crown" (Getty Images)
Lady Diana, Elizabeth Debicki sarà la principessa di Galles in “The Crown” (Getty Images)

La celebre attrice australiana, che abbiamo imparato a conoscere anche grazie a “Tenet”di Christopher Nolan, andrà a sostituire Emma Corrin per incarnare al meglio la massima ascesa e il successivo epilogo (vorticoso, sorprendente e inatteso) della parabola di lady Diana. Bionda ed eritrea, al pari di Diana Spencer, la Debicki incarnerà turbamenti ed emozioni di una donna affascinata dal blasone nobiliare che ben presto si è ritrovata a fare i conti anche con il lato oscuro della nobiltà. Ombre che, secondo molti, le sono state fatali.

Ragion per cui c’è grande attesa: “The Crown” si pone anche l’ambizioso auspicio di toccare ferite ancora aperte della storia contemporanea: una di queste è la dipartita di quello che è stato, seppur per breve tempo, un simbolo del costume e della società internazionale. Non soltanto per questioni di rappresentanza, ma proprio per ragioni morali ed etiche. Le stesse che facciamo fatica a ritrovare quando proviamo ad interrogarci sulla sua morte: lady Diana continua ad essere una stella che, nonostante tutto, non ha mai smesso di brillare.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Serie tv | “The Crown”, il disappunto della Famiglia Reale sulla terza stagione