Come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai

0
1
Come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai
Come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai (Unsplash photo)

Come pesare gli ingredienti senza bilancia? Tutte le misure che cercavi a portata di cucchiaio!

Come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai
Come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai (Unsplash photo)

A prescindere dalle varie porzioni che vengono richieste per la riuscita di una ricetta in generale, nel nostro regime alimentare è bene considerare le porzioni relative ai 4/5 pasti giornalieri.

Pesa e dividi le porzioni

Come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai
Uova, come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai (Unsplash photo)

Qualunque percorso dimagrante si stia seguendo occorre sapere il senso comune al quale si riferiscono gli specialisti quando alla somministrazione di una dieta dimagrante ci scansionano i cibi in modo tale da stipulare un regime sano ed equilibrato.

Oggi vedremo come pesare senza l’aiuto di una bilancia ma con l’unità di misura del cucchiaio e per di più come vanno porzionati i nostri piatti. Molte di noi sono solite pensare che un piatto di pasta equivalga a uno di riso ma non è affatto così, siamo abituate a preparare ad esempio 100 g di spaghetti a testa, questa è una dose corretta ma non all’interno di una dieta dimagrante. Se si sta seguendo una dieta per perdere peso infatti, la dose consigliata di pasta in questo caso è di circa 80 grammi. 

Porzionare le nostre pietanze è utile per limitare situazioni di sovrappeso e sovralimentazione che sono diventati un problema molto diffuso.

Porzioni e alimenti

Menù settimanale
Porzioni (Unsplash photo)

Iniziamo col dire che la porzione deve essere calcolata in riferimento solo ed esclusivamente all’alimento crudo e al netto degli scarti, questo è lo strumento migliore e ineccepibile per strutturare una dieta con finalità dimagrimento.

Sapere e avere una visione chiara di quanti cereali, formaggi frutta, verdura, pesce e carne dobbiamo mangiare per rendere la nostra dieta equilibrata, ci servirà per garantirci la quantità di macronutrienti essenziali quindi carboidrati, grassi, proteine ma anche fibre, vitamine e minerali.

Questo calcolo deve tener conto soprattutto dei livelli di assunzione, tali livelli conferiranno al nostro organismo i nutrienti necessari e l’energia per affrontare la quotidianità, ciò che serve al nostro organismo per funzionare in modo corretto e donare al corpo salute e benessere.

I consigli degli esperti

Come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai
Caffè, come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai (Unsplash photo)

Vediamo di seguito le porzioni raccomandate dagli esperti. Per organizzare il proprio menù in maniera bilanciata la prima cosa della quale acquisire consapevolezza è che ciascun gruppo di alimenti forma una dieta sana e bilanciata ed è bene sapere quante porzioni vanno consumate, noi prenderemo come esempio una dieta di 1400 calorie circa. 

  • Di cereali e tuberi andranno mangiate un massimo di quattro porzioni al giorno per quanto riguarda la pasta, il riso e i cereali la porzione standard è di 60 grammi. Di pane ne va consumato 50 grammi circa ovvero tre fette biscottate al mattino e una fetta di pane integrale preferibilmente tostato oppure di segale. Infine una porzione di patate per la dieta corrisponde a 200 grammi per due porzioni a settimana.
Come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai
Cereali, come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai
  • Parliamo adesso di ortaggi, insalata e frutta, troviamo una dose molto più cospicua rispetto agli altri alimenti, bisogna mangiare due porzioni di frutta al giorno che possono corrispondere ad una mela, una pera, un’arancia oppure due frutti piccoli come le piccole pere cosce estive, le prugne, le susine o i mandarini. Di verdura invece e di ortaggi andrebbero consumate addirittura tre porzioni al giorno, per quanto riguarda l’insalate a foglia sono consigliati 80 g invece per gli ortaggi fino a 200 grammi e parliamo qui di peperoni, finocchi, zucchine carote, broccoli, cavolfiore eccetera. È bene ricordare però che per quanto riguarda ortaggi ed insalata, a patto che i condimenti siano corretti e contenuti, è possibile consumarne anche di più rispetto alle dosi appena indicate.

Carne, pesce, uova, legumi…

  • Per carne, pesce e uova è consigliata una sola porzione al giorno, per la carne indicano 100 grammi di carne in generale, come una fettina o un hamburger o una coscia di pollo, le carni linea di massima non andrebbero consumate più di due o tre volte a settimana, per il pesce fresco il discorso cambia 150 grammi, se si parla di tonno in scatola la porzione è di 50 grammi circa sgocciolato per intenderci una scatoletta di tonno piccola, il pesce andrebbe consumato almeno tre volte a settimana. L’uovo anche quattro porzioni a settimana.
  • Passiamo poi ai legumi che possono essere mangiati anche quattro volte a settimana, troviamo i fagioli i piselli le lenticchie ma anche la soia e i suoi derivati sono fortemente consigliati per perdere peso poiché conferiscono all’organismo un senso di sazietà. Una porzione di legumi può corrispondere a 150 grammi circa se parliamo invece di legumi secchi la porzione diminuisce a 50 grammi.
  • Per latte e formaggi è bene consumare al massimo due porzioni al giorno quindi un quantitativo di latte standard corrisponde a 125 ml, una porzione di yogurt quindi un bacetto a 125 grammi e per quanto riguarda i formaggi freschi come la mozzarella la porzione è di 100 grammi quelli stagionati di 50 grammi, i formaggi freschi o stagionali non andrebbero comunque consumati più di due volte a settimana particolarmente se si sta seguendo appunto una dieta per perdere peso.

Consigli

pasti e consigli
Pasti quotidiani (Unsplash photo)

L’essenziale è leggere con attenzione le etichette dei cibi che andiamo a comperare al supermercato nella maggior parte dei casi il primo ingrediente stadi indicare quello presente in maggior quantità presente nel prodotto.

È consigliato acquistare frutta e verdura, se è possibile biologici, e quindi freschi, piuttosto che alimenti confezionati prediligere assolutamente i prodotti privi di zucchero poiché le sostituzioni dei dolcificanti possono essere svariate e nettamente più salutari è bene anche accertarsi su quanto zucchero sia bene consumare nell’arco di una giornata.

Passiamo ora a facilitare la preparazione dei nostri piatti scartando l’ausilio della bilancia e pesando i nostri alimenti grazie al cucchiaio.

Fonte:(riza.it)

Come pesare senza bilancia: dai grammi ai cucchiai, cucchiaini, bicchieri

  • Farina: 10 grammi di farina corrispondono a 1 cucchiaino, 25 grammi di farina corrispondono a 1 cucchiaio; 125 grammi di farina corrispondono a 1 bicchiere.
  • Zucchero: 5 grammi di zucchero corrispondono ad un cucchiaino; 20 grammi di zucchero corrispondono a 1 cucchiaio; 200 grammi di zucchero a 1 bicchiere.
  • Cacao: 7 grammi di cacao corrispondono ad 1 cucchiaino; 15 grammi di cacao corrispondono ad un cucchiaio.
  • Latte: 6 grammi di latte corrispondono a 1 cucchiaino, 12 grammi di latte corrispondono a 1 cucchiaio; 220 grammi di latte corrispondono a 1 bicchiere.
  • Olio: 6 grammi di olio corrispondono a 1 cucchiaino; 12 grammi di olio corrispondono a 1 cucchiaio; 220 grammi di olio corrispondono a 1 bicchiere.
  • Riso: 20 grammi di riso corrispondono a 1 cucchiaino, 150 grammi di riso corrispondono a 1 bicchiere.
Pasti
Pasti per dieta (Unsplash photo)
  • Sale: 10 grammi di sale corrispondono a 1 cucchiaino, 20 grammi di sale corrispondono a 1 cucchiaio.
  • Acqua: 5 ml di acqua corrispondono a 1 cucchiaino; 15 ml di acqua corrispondono a 1 cucchiaio; 200 ml di acqua corrispondono a 1 bicchiere standard.