Home Salute e Benessere Olio extra vergine d’oliva: quanto assumerne al giorno

Olio extra vergine d’oliva: quanto assumerne al giorno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:54
CONDIVIDI

L’olio extra vergine d’oliva è un toccasana per la salute. La quantità giornaliera da assumere e in che modalità.

olio evo quantità giornaliera
olio evo versato in barattolo di vetro – Fonte: Adobe Stock

Se si parla di alimentazione sana, non si può non dedicare uno spazio all’olio EVO, ovvero l’olio extra vergine d’oliva. Noto ormai anche come super cibo, questo condimento, re della cucina mediterranea, negli ultimi anni ha ottenuto sempre più attenzioni per via delle sue innumerevoli proprietà benefiche. Assumere ogni giorno l’olio extra vergine d’oliva è infatti più che consigliato per il benessere dell’organismo.

È importante, però, farlo rispettandone le giuste quantità. Assumerne troppo poco o esagerare con le dosi può infatti rivelarsi inutile o deleterio. Scopriamo quindi in che quantità assumerlo tutti i giorni al fine di mantenersi in salute.

Olio extra vergine d’oliva: quanto dobbiamo assumerne

donna che versa olio d'oliva su cucchiaio
persona che versa olio d’oliva su cucchiaio – Fonte: Adobe Stock

Se in America, l’olio extra vergine d’oliva è ormai considerato come un farmaco, nel resto del mondo è apprezzato per il suo sapore e, ovviamente, per le sue numerose proprietà benefiche. Ricco di antiossidanti, è infatti il condimento più sano che ci sia. Perfetto da inserire all’interno di una dieta e l’ideale per migliorare il proprio stato di salute. Ma come va consumato durante il giorno?

Secondo alcuni recenti studi, l’olio extra vergine d’oliva fa benissimo la mattina a digiuno, momento in cui andrebbe bevuto prima di dar via alla propria giornata. Il resto è preferibile consigliarlo a crudo come condimento per la pasta, le insalate e qualsiasi altro alimento. Ottimo anche per dolci leggeri, l’olio extra vergine d’oliva, si può consumare anche a cotto poiché l’elevato punto di fumo lo rende salubre anche a temperature elevate.

Tuttavia, in quest’ultimo caso, alcune delle sue proprietà vanno disperse, motivo per cui il consiglio è quello di consumarne a crudo almeno tre quarti della quantità giornaliera. Andando a quest’ultima, di norma viene considerata ideale una quantità di circa tre cucchiai da minestra al giorno. Il primo può essere preso la mattina a digiuno e gli altri due ai pasti principali, dividendoli in modo da assicurarsi un cucchiaio al giorno.

In questo modo ci si assicurerà una quantità in grado di far bene alla salute senza gli effetti collaterali dati da un consumo eccessivo. Effetti che sono solitamente l’aumento del peso (si tratta di un alimento molto calorico) e del colesterolo (ricco di grassi buoni, se assunto in dosi eccessive apporta troppi grassi che l’organismo non riesce a smaltire del tutto.

Olio extra vergine d’oliva: quale scegliere

olio extra vergine d'oliva
olio extra vergine d’oliva e olive – Fonte: Adobe Stock

Come per ogni alimento, è importante .scegliere un olio d’oliva di qualità. Affinché si tratti di un olio oggettivamente buono, ci sono dei requisiti che non dovrebbero mancare mai e che si possono così riassumere:

  • L’olio deve essere extra vergine e non semplicemente vergine
  • Deve essere spremuto a freddo
  • Meglio scegliere olio in bottiglia piuttosto che in latta
  • È preferibile consumarlo di tipo biologico
  • Deve essere chiara la fonte da cui arriva
  • È sempre meglio scegliere oli d’oliva italiani

Altre caratteristiche importanti sono date dal colore, dall’aroma e dal sapore. Inoltre, per far si che si conservi a lungo, è meglio conservarlo al riparo dalla luce e da fonti di calore.

Le proprietà benefiche dell’olio extra vergine d’oliva

olio evo quantità giornaliera
olio extra vergine d’oliva – Fonte: Adobe Stock

Concludiamo ricordando quali sono alcune delle tante proprietà benefiche dell’olio extra vergine d’oliva. Queste sono tante e variano da quelle dietetiche a quelle preventive, arrivano persino a quelle curative. A seguire alcune tra le più importanti.

  • È un antinfiammatorio naturale
  • Abbassa i livelli di colesterolo cattivo
  • Promuove il colesterolo buono
  • È ricco di vitamine
  • Nella dieta, aiuta a tenere a bada i livelli di glicemia (se assunto ai pasti)
  • È considerato un ottimo antitumorale
  • Contrasta i deficit dati dall’avanzare del tempo
  • Regola la pressione arteriosa
  • È ricco di vitamina E, di polifenoli e di altri composti salutari
  • Dona senso di sazietà
  • Fa bene al cervello
  • Riduce il rischio di contrarre diabete mellito o di tipo 2
  • Aumenta la fluidità del sangue
  • Aiuta a digerire
  • Mantiene elastiche le arterie
  • Contrasta l’invecchiamento
  • Rende la pelle più luminosa
  • Previene l’osteoporosi
  • Contrasta l’insorgere di malattie come l’ictus
  • Fa bene al cuore
  • Combatte i radicali liberi

Ricordiamo che l’olio extra vergine d’oliva è un alimento calorico. In 100 grammi ci sono infatti circa 890 calorie. Tuttavia, e nonostante l’alto quantitativo di grassi, è un alimento consigliato anche a chi è a dieta. E questo perché se aggiunto nelle giuste quantità, aiuta l’organismo a lavorare meglio, promuovendone quindi le funzioni metaboliche.

Si tratta insomma di un alimento prezioso che tutti (salvo parere diverso del medico curante) dovremmo assumere ogni giorno. In questo modo, oltre a mangiare con più gusto, sapremo infatti di offrire cibo di qualità al nostro organismo, promuovendone la salute ad ogni pasto.