Dieta del pranzo di ferragosto, come sopravvivere senza ingrassare

0
1
ferragosto pranzo
Dieta del pranzo adobestock

Impossibile fare dieta al pranzo di ferragosto, ma possiamo adottare una serie di comportamenti sani per limitare i danni

ferragosto pranzo
Dieta del pranzo adobestock

Quando arriviamo a metà dell’estate la missione è una sola: capire come non ingrassare in vacanza. E c’è un appuntamento che più di tutti segna un confine. Fare dieta al pranzo di Ferragosto è praticamente impossibile, a meno di non scappare sull’Himalaya. Ma riuscire a limitare al minimo i danni invece sì, con qualche trucco e seguendo buoni comportamenti.

Partiamo dal piatto forte, che per molti sarà la grigliata di carne o di pesce. Di per sé un’ottima idea, perché riduce i grassi in eccesso ed è sana. Ma non tutti i tipo di carne fanno bene, quindi accanto alla classica bistecca di vitello privilegiamo le carni bianche a cominciare da pollo e tacchino. Da evitare assolutamente per non ingrassare invece salsicce, luganeghe, salamelle e carni troppo speziate.

Lo stesso discorso vale per il pesce. Puntate su quello azzurro, che nei nostri mari italiani abbonda, oppure orata, branzino, spigola. Se possibile invece evitate il fritto misto, puntando su cotture leggere e poco elaborate. Ottima anche l’insalata di polipo e patate mentre possiamo evitare l’impepata di cozze. Attenzione anche ai condimenti e alle salse troppo cariche che certamente non fanno bene alla nostra linea. Ma soprattutto ricorcatevi sempre di accompagnare carne e pesce con delle verdure. Un’insalata mista, oppure verdure grigliate (melanzane, peperoni, zucchine, cipolle) sono perfette.

Pranzo di Ferragosto, buone abitudini da seguire

Bibite

Ma ci sono anche altre buone abitudini per anticipare la dieta del pranzo di Ferragosto. Per uscirne vivi e in forma, già qualche giorno prima seguite un regime dietetico sano ed equilibrato. In pratica significa ridurre il consumo di carboidrati complessi, come pane e pasta, inserire molte verdure, limitare l’olio al massimo a 2 cucchiai al giorno. E ancora, negli spuntini di metà mattinata e del pomeriggio, solo frutta.

Inoltre cercate di mangiare porzioni piccole senza chiedere il bis. Lo sappiamo, la gola tira e ci saranno tantissime cose buone sulla tavola, ma cercate di limitarvi. Rinunciate anche a tutti gli extra, come le bibite gassate e zuccherine oppure gli alcolici. E quando arriva il momento del dolce,  puntate sul gelato, magari preparato da voi puntando su un latte dietetico come quello di soia.

adobe stock

Infine due consigli che valgono sempre: aumentate l’attività fisica e bevete molta acqua. L’attività fisica, anche moderata, serva sia prima del pranzo di Ferragosto che dopo, per evitare che o, grasso si depositi. Basterà una camminata a passo moderato, per 30 o meglio 40 minuti al giorno. Quanto all’acqua, non meno di due litri al giorno, servirà anche a depurare eliminando scorie e tossine.