Emis Killa: “La parità è per i diritti, la donna non deve pagare”

0
12

Emis Killa è finito al centro della polemica a causa di alcune sue recenti dichiarazioni in merito alla parità di genere tra uomo e donna.

Non c’è giornata in cui Emis Killa non abbia dato vita ad una nuova polemica. Questa volta il rapper ha fatto discutere a causa di alcune sue recenti dichiarazioni in merito alla parità di genere. Il rapper è convinto che la parità si rifaccia soltanto ad una questione di diritti e che l’uomo deve continuare ad avere un atteggiamento galante con la sua donna. Fin qui non ci sarebbe nulla di male, fin quando non ha attaccato quegli uomini che preferiscono con la propria compagna avere un rapporto di tipo paritario, preferendo dividere le spese piuttosto che offrire ogni cosa.

“Sono del parere che la parità di genere si rifaccia soltanto ad una questione diritti e non è discapito della galanteria ha esordito il rapper. “Perciò pagate la cena alle vostre donne, zecche” ha aggiunto per poi ritrovarsi al centro della polemica sui social.

“Sono sconvolto dai commenti dei taccagni che mi stanno prendendo a parole” ha poi replicato il rapper. “Le vostre donne vi molleranno per un vero uomo, mezze seghe che non siete altro!” ha concluso Emis Killa sulla parità di genere, attirando un maggior numero di commenti negativi su di sé.

Sarà forse per questo che non è previsto nessun matrimonio per lui? Intanto, non contento, il rapper ha preferito non chiuderla qui con l’argomento in questione ma di regalare un’ulteriore perla di saggezza al suo pubblico.

Emis Killa al centro della polemica: “Non cambio idea manco davanti a Dio”

Emis Killa parità di genere
Emis Killa (Instagram)

Come anticipato, Emis Killa non ha compreso il vero significato della parità di genere e non contento, invece di fare un mea culpa, è andato avanti per la sua strada ribadendo che chi fa pagare la cena alla propria compagna, ovviamente ha tenuto in considerazione soltanto le coppie eterosessuali, non è nient’altro che uno spilorcio.

“Ragazzi non cambio idea nemmeno di fronte a Dio” ha di nuovo tuonato il rapper. “Non si tratta di farsi sfruttare, perché stiamo parlando della propria donna e non di un escort qualsiasi” ha spiegato. “Secondo me se dividi il conto con la tua ragazza non sei una persona rispettabile, ma soltanto uno spilorcio ha concluso il rapper. “Per favore, non provate ad usare la scusa dei soldi perché se lavori puoi permetterti di offrire” ha aggiunto facendo infuriare ancora di più gli utenti della rete che, dopo averlo apprezzato all’Arena di Verona, sono rimasti profondamente delusi dalle sue parole, ritenute maschiliste e misogene.

Emis Killa ha scatenato una nuova polemica sul web e di mettere in discussione il suo pensiero, o chiedersi se forse non è così giusto come crede, non se ne parla proprio.