Merenda sana per bambini: consigli per uno spuntino gustoso e leggero

Utile per ricaricare l’organismo, la merenda per i bambini deve però anche essere sana. Ecco alcuni consigli per uno spuntino gustoso ma leggero.

merenda sana bambini
Adobe Stock

Secondo i pediatri dell’Ospedale Bambino Gesù la merenda per i bambini è un momento molto importante nell’economia di una giornata alimentare. Utile per ricaricare l’organismo (dopo lo sport) e la mente (prima e dopo lo studio).

A differenza di quanto ci impone la società caotica e frettolosa, dovremmo invece far vivere ai bambini questo spuntino con la dovuta calma, che sia a casa o al parco, con i genitori o con i nonni.

Al bando dunque cibi spazzatura e snack confezionati, comodi se si ha fretta, ma carenti da un punta di vista nutrizionale. Ricchi di grassi saturi favoriscono sovrappeso e non offrono vitamine e minerali all’organismo.

Ecco i consigli per offrire una merenda sana ai nostri bambini

La merenda, spesso trascurata da tanti genitori che vanno sempre di corsa, è invece un pasto molto importante che consente all’organismo dei nostri figli di arrivare con equilibrio al pasto serale ricaricandosi di energie da spendere nel corso del pomeriggio.

Lo spuntino per spezzare i compiti o per ricaricarsi dopo aver fatto sport è importante per evitare di mangiucchiare tutto il tempo tra un pasto e l’altro.

Secondo i pediatri dell’Ospedale Bambino Gesù tra la merenda e la cena dovrebbero trascorrere almeno 3-4 ore per agevolare i processi digestivi ed evitare cali glicemici troppo alti.

I medici consigliano quindi di non dimenticarla se si passa il pomeriggio fuori di casa. Oltre al cibo però è importante per i bambini introdurre anche dei liquidi. Assolutamente da evitare le bevande gassate e zuccherate ed eccitanti. Da preferire invece l’acqua naturale, i frullati o i centrifugati di frutta e verdura. 

Secondo i pediatri dell’Ospedale Bambino Gesù la merenda ideale deve essere:

  • moderata: una sola scelta e mai fare il bis!
  • proporzionata: evitare un carico di zuccheri ad esempio assumendo una bibita gassata insieme alla merenda. Se il bambino ha ancora fame meglio offrirgli un frutto fresco di stagione.
  • variata: alternare merende dolci a quelle salate. Un’alimentazione sana è infatti basata sulla varietà.

Educare i nostri figli ad avere un’alimentazione corretta e variata è importante sin da piccoli. Se saremo noi adulti i primi ad offrire loro sempre cose diverse li abitueremo a non diventare monotoni chiedendo sempre gli stessi alimenti.

Inoltre, lasciamo i cibi ricchi di grassi, come un pacchetto di patatine o uno snack al cioccolato ad occasioni speciali.

Abituandoli invece a preferire sin dalla più tenera età cibi sani e semplici come pane e marmellata, meglio se preparata in casa. Qui puoi trovare la ricetta di quella alle fragole. Via libera anche a pane e pomodoro, pane e olio e pane e ricotta o frutta di stagione.

Altrimenti d’estate, se fa molto caldo, possiamo offrire ai piccoli un gelato fatto in casa. Scopri la ricetta per farlo anche senza gelatiera. O per rinfrescarli anche un ghiacciolo al limone o alla fragola o un succo di frutta fatto in casa senza conservanti e zuccheri aggiunti. Scopri la ricetta di quello alla pesca.

 

(fonte: Ospedale Bambino Gesù)