Home Attualità Allerta alimentare: ritirati ravioli per problemi con la catena del freddo

Allerta alimentare: ritirati ravioli per problemi con la catena del freddo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:43
CONDIVIDI

Ravioli ritirati per un problema con la catena dei freddi. Tutte le indicazioni per riconoscerli e riportarli indietro.

allerta raviolo
ravioli – Fonte: Adobe Stock

Il mese di Agosto si è aperto con ben due allerte alimentari importanti. Dopo quella per il salame lardellato ne è infatti arrivata un’altra, questa volta per dei ravioli di borragine.

L’avviso è stato emanato ieri dal Ministero della Salute. A seguire tutte le informazioni necessarie per riconoscerli e per gestire la restituzione.

Allerta alimentare per dei ravioli di borragine

allerta ravioli borragine
ravioli borragine – Fonte: Adobe Stock

Molti alimenti che siamo soliti acquistare al supermercato sono legati alla così detta catena del freddo. Questa serve a far si che prodotti freschi come yogurt, verdure surgelate ed altri alimenti che vanno appunto conservati a temperature più basse di quella normale, non subiscano alterazioni di alcun tipo. Si tratta di un aspetto molto importane che, com’è facile immaginare, nei mesi estivi diventa ancora più pressante.

A tal proposito, riportiamo una nota emanata ieri dal Ministero della Salute e che riguarda dei ravioli di borragine. Ravioli che come specificato nella nota, sono stati ritirati per un problema con la catena dei freddi. Ecco le informazioni per riconoscerli al fine di non consumarli e riportarli indietro.

  • Nome del prodotto: Ravioli di borragine
  • Marchio: Il pastaio ligure
  • Ragione sociale con cui è commercializzato il prodotto: Sublimis SRL
  • Lotto di produzione: 2020501
  • Marchio di identificazione dello stabilimento: IT-9-3166-L CE
  • Nome del produttore: Sublimis SRL
  • Sede dello stabilimento: Via Armea 184, Sanremo (Im)18038
  • Confezione: Da 400 grammi
  • Motivo del richiamo: Mantenimento della catena del freddo non efficiente

Sul sito del Ministero della Salute è stata inserita anche una nota nella quale si invitano i clienti in possesso del prodotto di non consumarlo e di riportarlo presso il punto vendita in modo da ottenere un rimborso o una sostituzione con un altro prodotto.

Una catena del freddo non ben mantenuta può portare ad alterazioni dei prodotti che non ben conservati (specie in estate) possono risultare nocivi per la salute. Per questo motivo è sempre importante accertarsi di acquistare alimenti ben conservati e di continuare a conservarli al meglio anche dopo l’acquisto.

recall
Cartello recall – Fonte: Adobe Stock

Come sempre, restare aggiornati sulle varie allerte alimentari, aiuta ad essere dei consumatori consapevoli e pertanto in grado di provvedere al meglio alla propria salute.
Per chi si fosse perso la prima allerta alimentare di Agosto, questa riguardava del salame lardellato ritirato per non conformità microbiologica.