Home Attualità Whatsapp avrà i messaggi che si autodistruggono: ecco come funzionerà

Whatsapp avrà i messaggi che si autodistruggono: ecco come funzionerà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:37
CONDIVIDI

Whatsapp ha deciso di introdurre la funzione dei messaggi che si autodistruggono, ma non si attiverà su tutte le chat: ecco cosa c’è da sapere.

Whatsapp
(Fonte: Pixabay)

Whatsapp è l’applicazione per la messaggistica istantanea più utilizzata e più diffusa del mondo. Proprio per questo l’enorme mole di messaggi che va ad “appesantire” periodicamente la memoria dei telefoni è un problema sentito da milioni di utenti in tutto il mondo.

Per questo motivo i creatori della App hanno annunciato che a breve sarà implementata una funzione per la distruzione automatica dei messaggi che potrà “salvare” la memoria dei nostri dispositivi mobili.

La funzione, già attiva da tempo su applicazioni concorrenti di Whatsapp, come Telegram, non sarà implementata in breve tempo e presenterà comunque delle limitazioni all’utilizzo. Chi sperava in un aiuto della App per distruggere le prove di conversazioni scomode o “piccanti” potrebbe rimanere deluso!

Whatsapp: come funzioneranno i messaggi che si autodistruggono

whatsapp trucchi
Foto da Pixabay

Tutti gli utenti di Whatsapp hanno almeno un gruppo in cui si accumulano messaggi e spam che si finisce per ignorare o semplicemente per leggere in maniera molto distratta.

La nuova funzione dei messaggi che si autodistruggono servirà proprio a gestire lo spam incontrollato che si genera nelle conversazioni con più persone.

Per questo motivo i messaggi di Whatsapp si autodistruggeranno soltanto nelle chat di gruppo e dopo 7 giorni dalla loro ricezione.

Secondo alcune indiscrezioni, inoltre, la funzione potrebbe essere messa a disposizione solo degli amministratori dei gruppi, e non dei singoli utenti.

La funzione dovrà essere attivata andando nelle impostazioni della chat di gruppo e selezionando la funzione “Expiring Messages”, che probabilmente sarà tradotta in italiano con “messaggi a tempo”.

Naturalmente questa potrebbe essere soltanto una prima fase dell’implementazione della nuova funzione. Dopo la sua introduzione l’autodistruzione dei messaggi potrebbe essere resa disponibile su tutte le chat a seconda delle preferenze degli utenti.

Attualmente non si conosce la data di rilascio di questa funzionalità, ma di certo si tratterà di aspettare del tempo.

Telegram possiede invece da tempo questa funzione, applicabile a qualsiasi conversazione. Su Telegram è infatti possibile creare chat segrete nelle quali i messaggi si autodistruggono periodicamente, in un lasso di tempo deciso dall’utente, dopo un periodo di tempo che può variare da pochi secondi a una settimana.

Inoltre, all’interno di una chat segreta, Telegram impedisce di scattare screenshot, quindi a meno che lo schermo non venga ripreso con la fotocamera di un dispositivo esterno, non c’è possibilità che l’utente che riceve un messaggio “a tempo” possa catturarlo all’insaputa di chi lo ha inviato.

La sicurezza è sempre stata uno dei principali fattori di scelta per gli utenti che preferiscono Telegram a Whatsapp: nel corso del tempo, infatti, questa applicazione ha dimostrato più volte di avere alcune importanti falle nel settore sicurezza, motivo per cui non troppo tempo fa è stata implementata la crittografia end-to-end che impedisce il “furto” di messaggi da parte di malintenzionati.

In attesa che venga finalmente implementata l’autodistruzione dei messaggi, si potrà comunque recuperare un po’ di spazio in memoria attivando una funziona nascosta che ci indica con chi chattiamo di più e con chi scambiamo il maggior numero di contenuti multimediali: svuotando quelle chat sarà possibile ricavare più spazio per le altre.

Whatsapp nuove chiamate e video chiamate di gruppo
Fonte foto: AdobeStock

Sempre in merito alle novità, di recente Whatsapp ha implementato un’ulteriore nuova funzione, finalizzata a inviare denaro in maniera sicura tramite l’applicazione.