Bambini e sport estivi: i consigli sull’abbigliamento idoneo

0
2

D’estate i bambini giocano e praticano più sport all’aria aperta. Ecco perché diventa fondamentale vestirli in maniera idonea. Ecco alcuni consigli per l’abbigliamento adatto agli sport estivi.

bambini sport estivi abbigliamento
Adobe Stock

D’estate i bambini possono praticare molto più sport all’aria aperta rispetto alle altre stagioni. Il sole e il caldo però possono mettere a dura prova il loro fragile organismo.

Ecco che scegliere il giusto abbigliamento e gli accessori più adatti diventa fondamentale. Cappellini, calzoncini, calzature e quant’altro dovranno essere adeguati alle attività svolte.

L’Ospedale Bambino Gesù di Roma, a questo proposito, ha fornito alcuni consigli sull’abbigliamento più adatto per far traspirare la pelle, piuttosto che sulle scarpe più idonee a non incorrere in slogature o vesciche. Scopriamone di più.

Ecco i consigli dell’Ospedale Bambino Gesù per l’abbigliamento dei bambini adatto agli sport estivi

Lo sport è fondamentale per i bambini, soprattutto nell’era della sedentarietà e delle abitudini di vita scorrette come gli eccessi alimentari.

Avevamo già detto quanto fosse importante l’attività fisica per i bambini durante il periodo del lockdown e di come lo sport agisca sulla mente dei più piccoli. 

Ma di non meno importanza è un particolare che a volte siamo portati a trascurare ovvero l’abbigliamento. Vestirli in maniera idonea è infatti il primo passo per far svolgere ai bambini l’attività fisica correttamente.

Ad esprimersi in merito l’Ospedale Bambino Gesù di Roma che ha stilato un vademecum su quello che non deve mancare nel guardaroba del bimbo che pratica sport e giochi all’aperto.

1) Cappellino. L’importanza di coprire la testa per non incorrere in colpi di sole è fondamentale. Meglio se è in tessuto leggero e traforato per permettere una traspirazione ottimale. Inoltre, se ha una visiera frontale permette di proteggersi anche dal sole in caso di una prolungata esposizione.

2) T-shirt. Le magliette devono essere di cotone e in colori chiari. Meglio averne sempre una di riserva così da poterla cambiare in caso di forte sudorazione. I tessuti più sofisticati come microfibra o goro tex meglio riservarli ad attività agonistiche. Da preferire sempre le fibre naturali.

3) Calzoncini. In questo caso sono da preferire, oltre ai colori chiari, i tessuti ad alta traspirazione. Come sempre il cotone è il migliore ma può andare bene anche il lino.

4) Biancheria intima. Un’attenzione particolare è da riservare a mutande e calzini. Non devono infatti avere gli elastici troppo stretti altrimenti causeranno arrossamenti e in alcuni casi non permettere il passaggio della circolazione. In particolare sulle calze bisogna scegliere tessuti traspiranti e controllare che non abbiano cuciture grossolane che possono provocare la formazione di vesciche. Meglio usare allora fantasmini di cotone.

5) Calzature. Anche sulle scarpe è fondamentale scegliere correttamente i modelli idonei per evitare distorsioni. In questo caso è bene utilizzare scarpe di tela o pelle con fondo sagomato per la corsa. Se si pratica basket ad esempio dovranno essere più alte così da coprire la caviglia. Con il fondo piatto se si gioca a tennis. Mentre se si pratica calcio e rugby occorrono degli scarpini specifici.

Per i prezzi si possono trovare vestiti e accessori per tutte le tasche. È chiaro che maggiore sarà il livello tecnologico di un capo e maggiore sarà il costo. Ci sono sport che prevedono attrezzature abbastanza specifiche e costose come lo sci. Ma a parte questi casi, in linea di massima, un completo sportivo composto da maglietta, calzoncini, scarpe e tuta di buona qualità si può trovare a cifre ragionevoli. Inoltre, qui potrete avere qualche utile consiglio per scegliere la bicicletta giusta in base all’età del bambino.

 

(Fonte: Ospedale Bambino Gesù)