Home Salute e Benessere Saponi solidi, la tendenza del momento. Un aiuto per i capelli e...

Saponi solidi, la tendenza del momento. Un aiuto per i capelli e l’ambiente!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:24
CONDIVIDI

Sono nelle profumerie, nei supermercati e in tutti gli shop online: ma cosa sono e come funzionano davvero i saponi solidi?

shampoo solido senza confezione (fonte: Pexels)

Sulla carta hanno tutto quello che abbiamo sempre desiderato: sono di ottima qualità, duraturi ed ecologici, in linea con la filosofia di vita “Zero Waste”.
Sembra non ci sia niente di meglio sul mercato, in questo momento, dei saponi solidi!
I vantaggi sono effettivamente tantissimi.
Le saponette solide si consumano molto lentamente rispetto ai loro colleghi in bottiglia, permettendoci di risparmiare denaro e diminuendo il nostro impatto ambientale.
Le saponette sono inoltre facilissime da trasportare e di certo non vi obbligheranno a buttarle se le lasciate per sbaglio nel bagaglio a mano prima di partire!

Vi abbiamo già spiegato qui come potete creare il vostro sapone per il corpo a casa, ma come possiamo fare invece a scegliere il sapone giusto per i nostri capelli?
Quanto ed in quale maniera vanno usate le saponette?
Scopriamo insieme!

Shampoo e balsamo solidi: come sceglierli?

sapone solido
saponette solide per ogni tipo di pelle (fonte: Pixabay)

Innanzitutto dobbiamo abituarci a riconoscere i prodotti di qualità, distinguendoli da quei “falsi” ingannevoli che potrebbero farci acquistare un articolo sbagliato.
Le “saponette” infatti, sono in commercio da sempre e non faticherete di certo a trovarle anche dentro al vostro supermercato di fiducia.
È importante fare una distinzione tra prodotti generici e quelli pensati appositamente per il pH della nostra pelle: è tutta lì la differenza!

La cute ed i capelli hanno un pH che si attesta intorno ai numeri 5 o 6; il prodotto che andremo a scegliere per curare queste parti deve necessariamente avvicinarsi a questo valore senza superarlo troppo.

Anche leggere gli ingredienti ci aiuterà a fare la scelta giusta!
I prodotti migliori infatti non presentano olio o burro tra i loro componenti ma solo sostanze di origine biologica e naturale.
Vi basterà quindi dare un’occhiata alla lista degli ingredienti per capire se il prodotto che state per acquistare è pensato per essere un sapone generico oppure uno specifico per capelli.

Una volta trovato il prodotto giusto per il vostro tipo di capello (se secco o grasso non preoccupatevi, i saponi solidi sono per tutti!) arriverà il momento di testarne l’efficacia.

Il passaggio dal sapone liquido (ed industriale) al sapone solido potrà sembrarvi all’inizio difficoltoso e controproducente: i capelli e la cute potrebbero faticare ad abituarsi al nuovo tipo di detergente e sembrare più pesanti e meno puliti.

Non disperate però!
Dopo solo poche applicazioni noterete come lo shampoo solido va usato in quantità minime rispetto allo shampoo tradizionale e come i capelli rimarranno puliti anche dopo tre-quattro giorni dal lavaggio.

Come si usano i saponi solidi?

Lo shampoo solido va usato semplicemente sfregandolo fra le mani o direttamente sulla nuca se preferite; lo sfregamento produrrà subito una leggera ed abbondante schiuma con la quale potrete lavare i capelli senza paura di esagerare.
Essendo uno shampoo meno aggressivo sulla cute proprio perché privo di ingredienti chimici, lo shampoo solido contribuisce a diminuire lo stress sulla pelle, permettendo al capello di respirare.
Si eliminano così gran parte dei problemi come la dermatite seborroica, la forfora o il prurito e la desquamazione.

La modalità di utilizzo cambia invece per il balsamo solido.
Questo sapone presenta tutte le caratteristiche dello shampoo solido; l’unica differenza è la schiuma.
Il balsamo infatti non produce lo stesso quantitativo di schiuma dello shampoo e per questo motivo è sconsigliato l’utilizzo direttamente sul capello.

Potete prepararne la quantità desiderata prima di iniziare la doccia (scaldandone un pezzetto a bagnomaria) oppure tagliarlo in scaglie sempre pronte all’utilizzo.

Vi basterà tenere una ciotola a portata di mano, che riempirete d’acqua tiepida durante la doccia. Aggiungendo qualche scaglia del vostro sapone avrete subito a disposizione il vostro balsamo.

saponi in plastica
basta bottiglie e bottigliette di prodotti (fonte: Pexels)

Vi avevamo già suggerito sei semplici mosse per contribuire alla salvezza del nostro pianeta: siete pronti a combattere l’inquinamento partendo… dalla testa?

di Federica caliendo