I genitori hanno un figlio preferito? Risponde la scienza

0
3

Hai sempre sospettato che i tuoi genitori avessero una predilizione per un figlio in particolare? Scopri cosa è emerso da questo studio.

bambini libri appassionare lettura
Adobe Stock

A fare chiarezza su questo delicato argomento che riguarda le preferenze per un figlio da parte dei genitori è intervenuta la scienza. Abbiamo sempre sospettato che i nostri genitori avessero una preferenza per uno dei nostri fratelli ma una volta diventati genitori noi stessi ci siamo ricreduti e convinti di amare tutti i figli nella stessa misura anche se in modo diverso, perchè alcuni hanno semplicemente più bisogno di altri e quindi siamo più presenti per loro mentre siamo più rilassati nel caso in cui il figlio sia più autonomo. Sarà davvero solo una questione di necessità? In merito all’argomento è stato condotto uno studio americano che affermerebbe ben altro.

I genitori hanno un figlio preferito?

genitori
differenze tra primo e secondo figlio (Istock Photos)

Se non sei un figlio unico, questa domanda te la sarai sicuramente posta anche tu e probabilmente l’avrai rigirata ai tuoi genitori che prontamente ti avranno assicurato di non preferire nessuno. Eppure, questo studio americano è pronto a dimostrare il contrario, sembrerebbe che i genitori avrebbero davvero un “preferito”.

Lo studio in questione risale al 2005, è stato pubblicato sul Journal of Family Psychology e successivamente riproposto dalla rivista Cosmopolitan.

Cosa pensa la scienza sulle preferenze tra genitore-figli? Sebbene i genitori sostengano sempre di non avere preferenze tra i propri figli e di amarli tutti senza distinzioni, (a proposito di amore per i figli scopri 11 modi per trasmettere a tuo figlio tutto il tuo amore) i risultati di questo studio avvalorerebbero la tesi contraria.

Stando ai risultati di questo studio i genitori si sforzano di essere imparziali ma in realtà  tendono ad appoggiare maggiormante uno dei loro figli.

I genitori stessi sono consapevoli di trattare i figli in modo diverso mentre si relazionano a loro, diciamo che è facile trattarli finanziariamente allo stesso modo offrendo loro le stesse opportunità mentre è estremamente difficile garantire loro lo stesso livello di attenzione e avere le stesse reazioni alle loro decisioni, poichè queste hanno un peso differente e dipendono dalla personalità del figlio.

Sebbene i genitori facciano fatica ad ammetterlo tendono ad essere più severi con un figlio rispetto agli altri o più permissivi, o più dolci.

Secondo l’esperta Catherine Sellenet, dottore in sociologia e psicologa clinica, questa preferenza è molto più comune di quanto si pensi. Dopo aver intervistato una cinquantina di genitori, la specialista ha affermato che circa l’80% dei genitori mostra una preferenza per uno dei loro figli “, ma che molti non osano dirlo, o addirittura sentirselo dire”.

In effetti, la questione del “preferito” tra i fratelli e dei favoritismi all’interno della famiglia esiste praticamente da sempre e se i tuoi genitori continuano ad affermare di non avere preferenze è ora di rivelare loro cosa ha scoperto la scienza.

Come la scienza è arrivata a questa conclusione?

Gli scienziati hanno condotto questo studio su un campione di 384 famiglie ed hanno valutato sia i genitori che i fratelli. Grazie a queste valutazioni hanno scoperto che il 70% delle mamme e il 74% dei papà preferiscono inconsciamente uno dei loro figli, ciò farebbe emergere in particolare la tendenza ad un favoritismo involontario.

Secondo i ricercatori la preferenza dei genitori cadrebbe generalmente sul primo figlio.

L’autrice principale dello studio, Katherine Conger, tuttavia, rivela che: “Indipendentemente dall’età, ogni figlio può sentirsi il meno amato in un momento o nell’altro.Tutti pensano che il proprio fratello o sorella sia il favorito. Indipendentemente dal modo in cui i genitori guardano i loro figli, percepiscono sempre una preferenza ”.

Ad ogni modo i risultati di molti studi vanno presi con le pinze poichè il campione utilizzato per fare delle valutazioni, in questo caso solo 384 famiglie, è relativamente basso quindi non possiamo dire che il responso sia una regola assoluta perchè non evidenzia una tendenza globale o nazionale.

Ad evidenziare la precarietà di questo studio sono stati anche studi britannici successivi al 2005 condotti sullo stesso argomento tra il 2016 e il 2017 e trasmessi dalla rivista Parents che confermano l’ipotesi dell’esistenza di una preferenza dei genitori per uno dei figli, ma stabilisce che oltre il 50% dei genitori intervistati mostrerebbe una predilizione per il figlio più piccolo, trovandolo più divertente o perché ricorda loro la loro infanzia.

Potremmo concludere quindi che all’ interno di ogni famiglia l’attaccamento ai figli varia in base all’esperienze specifiche vissute da ciascun genitore.

Justine Roberts, fondatrice di una delle due società che hanno condotto questi sondaggi, ha rassicurato i genitori ricordando che “avere una maggiore affinità con uno dei propri figli è abbastanza comune e, dopo tutto, non drammatico”.

genitori e bambino
(Istock)

ovviamete nel caso in cui questa predilizione sia non troppo evidente e non percepita nettamente dai membri della famiglia, ma solo vagamente sospettata. Nel caso in cui il favoritismo sia palese potrebbe essere tossico, e quindi danneggiare le loro relazioni tra i membri della famiglia innescare gelosie e attriti che potrebbero portare a conseguenze dannose all’interno della famiglia.