Economia circolare e moda | Capi e accessori usati sono il vero must

La moda diventa sempre più a prova di sprechi e abbraccia l’economia circolare facendo divenire il mercato dell’usato la terra promessa delle fashion addicted.

moda vintage
Foto da Unsplash

“Non possiamo costruire il nostro futuro su un modello usa-e-getta”

Parole della Commissione Europea che, a partire dalla gestione Junker, ha dato il via al rilancio dell’economia del vecchio continente partendo proprio dall’idea che un’economia volta alla crescita debba esser svincolata dall’impiego di risorse esauribili.

Nasce così l’economia circolare, un sistema progettato per autorigenerarsi: qualsiasi oggetto, giunto alla fine del suo ciclo vitale, si reinventa e torna a nuova vita.

In un’epoca in cui finalmente l’essere umano sembra cosciente del peso che costituisce per il mondo che lo circonda ecco che ridurre gli sprechi a zero (o quasi) diviene una priorità in tutti i settori della vita: mentre dunque le alte sfere dell’economia capiscono come gestire il flusso di merci e denaro dell’intero globo a suon di “riciclo”, noi piccoli consumatori dobbiamo cercare di fare la nostra parte. Già, anche noi fashion victim.

La moda anche sta infatti gradualmente scoprendo il fascino dell’usato, abiti e accessori che passano di mano in mano tornando sempre a nuova vita: tutti la conoscono come moda circolare, quel fenomeno che da nuova vita a ciò che da tempo si celava negli armadi.

Il web da questo punto di vista regala opportunità a dir poco interessanti. Esploriamole insieme.

Moda e economia circolare: l’usato per scarpe e non solo

vestiti di seconda mano
Foto da Unsplash

L’usato è non solo una questione di responsabilità ma anche una vera e propria opportunità per tutte le amanti della moda.

Seconda mano” può infatti esser sinonimo di capo o accessorio griffato a un prezzo di occasione.

Non puoi permetterti le ultime sneakers dell’Adidas o le Nike x Off-white da regalare al tuo lui? Sogni da tempo quelle scarpe Valentino il cui prezzo da listino ha decisamente troppi seri? Niente paura, il mondo dell’usato pronto per soddisfare ogni vostro desiderio. E lo stesso dicasi per bluse, pantaloni, abiti e chi più ne ha più ne metta.

A patto di attuare una ricerca lunga e oculata, sarà infatti possibile scovare modelli esclusivi in uno stato praticamente perfetto, come si suol dire in gergo, “come nuovi”.

Un tempo si era soliti andare a scavare tra i banchi dei mercatini dell’usato ma oggi il web sembra esser divenuto un vero e proprio punto di riferimento per la compravendita dell’usato: tra app apposite e siti dedicati non c’è che l’imbarazzo della scelta per chi vuole gettarsi nel mondo dei vestiti che tornano a nuova vita.

Per le griffe più blasonate possiamo, ad esempio, citare Vestiaire Collective, piattaforma lanciata a Parigi a ottobre del 2009 e che vanta oggi quasi 10 milioni di utenti esperti di moda, distribuiti su 100 paesi. Ogni settimana si garantiscono circa 60000 nuovi articoli, tra scarpe, accessori e abiti per uomini e donne a prezzi semplicemente irresistibili.

abiti usati

Se anche tu dunque hai un sogno nel cassetto che aspiri a trasformare in nuova realtà del tuo armadio, ecco che l’usato giunge in tuo soccorso e con esso l’opportunità di diventare parte dell’economia circolare che salva il pianeta dal nemico spreco.