Iva Zanicchi a Io e Te: “Prendete tutte le sgallettate che volete”

0
7

Iva Zanicchi a Io e Te si è lasciata andare a un commento memorabile sul Festival di Sanremo: a ottant’anni Iva non ha perso il suo smalto.

Iva Zanicchi Io e Te
Iva Zanicchi (Fonte: screenshot da Instagram)

Nell’ultima puntata di Io e Te Pierluigi Diaco ha dedicato un ampio segmento del suo programma a una donna che ha fatto la storia della musica e della televisione italiane.

Iva Zanicchi, che è stata presentata dallo stesso Diaco come una donna schietta e senza peli sulla lingua, ha deciso di dire le cose esattamente come stanno in merito al suo rapporto con il Festival di Sanremo e, probabilmente, con qualche direttore artistico che non ha avuto abbastanza rispetto della sua lunghissima carriera.

Iva Zanicchi snobbata dal Festival di Sanremo

Non è affatto semplice rendersi conto che i tempi sono drammaticamente cambiati e che oggi la musica è molto differente da come si faceva un tempo.

Iva Zanicchi sembra essere arrivata a questa scottante conclusione di recente, dopo aver ricevuto il due di picche da Sanremo per ben due volte.

“Hai tentato di tornare a Sanremo” ha detto Diaco introducendo un argomento che, evidentemente, per la Zanicchi è piuttosto spinoso. “Vorrei sapere se hai deposto le armi o se hai ancora questo obiettivo”.

“Io a Sanremo non ci voglio più andare!” ha risposto la Zanicchi con la famosa schiettezza che pochi minuti prima era stata lodata dallo stesso Diaco. “Avete tanti artisti meravigliosi, Iva Zanicchi non ci viene più. Prendete pure tutte le sgallettate che volete, la mia voce non la sentite più a Sanremo!”

Quell’accenno agli “artisti meravigliosi” e quella battuta al vetriolo sulle “sgallettate” che sono state fatte salire sul palcoscenico dell’Ariston fa intuire chiaramente quanto Iva serbi un rancore davvero profondo contro coloro che per ben due volte l’hanno ritenuta inadatta agli ultimi Festival.

Inoltre, non si può evitare di pensare che forse Iva Zanicchi non ha tutti i torti: che le “sgallettate” di cui ha parlato la cantante siano Elettra Lamborghini e Miss Keta? Le due hanno fatto letteralmente storia con la performance più stonata dell’ultimo festival e probabilmente di tutta la storia della kermesse sanremese, eppure sono state ammesse con tutti gli onori a cantare sul palco musicale più prestigioso d’Italia.

Tra l’altro il brano che per due volte è stato respinto dai direttori artistici del Festival è stato scritto da Luis Bacalov, pianista e compositore premio Oscar per le musiche del film Il Postino, l’ultimo capolavoro di Massimo Troisi.

Anche se a chiamarla fosse Amadeus, al suo secondo Sanremo con Fiorello, Iva ha giurato che non si farebbe lusingare e che rimarrebbe fermamente della propria idea.

Comunque, non è certo la prima volta che Iva Zanicchi si lancia in racconti e commenti che non lasciano dubbi sul suo pensiero e soprattutto sulla sua verve comica. Ne ha dato prova non troppo tempo fa anche a Verissimo, con una povera Silvia Toffanin presa completamente alla sprovvista.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @anime_prave in data:

Del resto con una lunghissima carriera e una vita memorabile, di certo la Zanicchi non ha assolutamente alcun problema nel dire le cose esattamente come stanno. Chi oserebbe contraddirla?