Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Come perdere peso senza rinunciare alla frittura

Come perdere peso senza rinunciare alla frittura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:26
CONDIVIDI

Scopri come perdere peso o mantenerti in forma senza dire addio ai fritti.

Giovane donna che mangia patatina fritta
Giovane donna che mangia patatina fritta – Fonte: Adobe

Quando si è a dieta, tra gli alimenti che mancano di più ci sono sicuramente i cibi fritti. Per anni, infatti, la frittura è stata considerata nemica della dieta così come della salute. Eppure, sempre più studi dimostrano che una frittura sana e consumata in modo intelligente è da considerarsi salutare, tanto da essere concessa persino a chi è a dieta.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Frutta | Ecco il momento giusto per mangiarla

Ovviamente non stiamo parlando dei cibi fritti che si trovano nei fast food ma di alimenti più sani e comunque golosi. Perfetti per perdere peso senza rinunce e per variare il più possibile l’alimentazione, godendosi qualcosa di buono di tanto in tanto. Ecco quindi quali sono le cose da sapere e le regole da seguire per un fritto salutare e indicato anche se si sta cercando di perdere peso.

Come perdere peso senza rinunciare ai cibi fritti

patatine fritte perfette
Patatine fritte – Fonte: Adobe Stock

La frittura, si sa, è così buona da non conoscere sesso, età o altro. Quasi tutti la amano e dovervi rinunciare è sempre una gran fatica. Mangiare del cibo fritto, infatti, non soddisfa solo il palato ma appaga il bisogno di qualcosa di buono, fa sentire più rilassati dopo una giornata pesante e dona il buon umore grazie ai colori brillanti e alla sensazione croccante che da mentre si mangia.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Burro di arachidi | Perché fa bene e come produrlo in casa

  • Un insieme dei benefici ai quali se ne aggiungono altri che arrivano direttamente da degli studi scientifici.
    La rivista Journal of Medicinal Food, ad esempio, ha reso noto uno studio che affermava che la frittura può abbassare gli zuccheri nel sangue grazie ai grassi naturalmente presenti nell’olio.
  • Un’altro studio spagnolo, invece, ha appurato che la frittura (se in olio extra vergine d’oliva) è in grado di mantenere inalterate le proprietà degli alimenti ben più di quanto non faccia la bollitura.
  • Sempre più medici, inoltre, considerano una buona frittura benefica per la digestione. Sembra infatti che, i cibi fritti subiscano delle modifiche che li rendono più semplici da processare per l’organismo.

Tre notizie sicuramente interessanti e che renderanno felici gli amanti della frittura.
Attenzione, però, prima di cantare vittoria e di iniziare a concedersi i cibi preferiti è importante ricordare che per far bene, la frittura deve seguire determinate regole. Senza di esse, infatti, la vecchia regola per cui il fritto fa male rimane valida.

Le regole da seguire per una frittura sana e a prova di linea

Cibi in frittura – Fonte: Pixabay

Chi ama i cibi fritti può finalmente rilassarsi e concedersi ciò che più ama senza tanti pensieri.
Per farlo, però, è necessario puntare sempre sulla frittura casalinga per la quale andranno seguite alcune regole semplici ma essenziali sia per la linea che per la salute. Scopriamo insieme quali sono le più importanti:

SULLO STESSO ARGOMENTO: L’olio extra vergine d’oliva fa bene al cervello

  • Friggere in olio extra vergine d’oliva
  • Mettere molto olio nella padella
  • Mantenere una temperatura costante e che non superi i 180 gradi
  • Panare gli alimenti con uno strato sottile, possibilmente a base di sola farina
  • Friggere per poco tempo il cibo
  • Tamponare subito il cibo fritto con della carta assorbente per evitare gli eccessi di olio
  • Cambiare spesso l’olio per friggere

Seguendo questi semplici accorgimenti, si eviterà la formazione di sostanze cancerogene o nocive per la salute e si avrà un fritto gustoso, leggero, digeribile e “poco” calorico.

Ovviamente la frittura non va mangiata ogni giorno. Il consiglio è quello di inserirla una o due volte a massimo a settimana, consumandola sempre in piccole quantità.
In questo modo anche la dieta cambierà aspetto, diventando più semplice e divertente da seguire.
All’interno di un’alimentazione sana e bilanciata, infatti, anche il fritto (se ben fatto) non sarà più un problema, diventando solo una fonte di piacere da condividere con chi si ama e senza pensieri.

Attenzione: Se si sta seguendo una dieta, prima di apportare dei cambiamenti, è sempre meglio parlarne con il proprio nutrizionista. Inoltre, in caso di patologie o di precedenti divieti da parte del medico curante, prima di agire è sempre bene chiedere un parere in modo da andare sul sicuro.