Luoghi Misteriosi | L’incredibile cattedrale di sale di Kracovia

La miniera di sale di Wieliczka si trova nei pressi di Krakovia ed è stata inserita nel Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Gli sposi polacchi possono anche sceglierla come fantastica location per un matrimonio davvero memorabile!

Conosciuta anche con il nome di Cattedrale di Sale, Grande Sale Cattedrale Sotterranea, la miniera di sale di Wieliczka è una delle strutture artificiali più stupefacenti che siano mai state create dall’uomo.

cunicoli e le migliaia di sale che compongono la miniera si snodano per chilometri e chilometri (quasi 300) e arrivano a 327 metri di profondità.

I vari spazi della miniera di Wieliczka comprendono chiese, laghetti sotterranei, una struttura per la cura dei malati affetti da problemi polmonari, una sala ristorante e un’infinità di sculture realizzate con la stessa pietra salina che costituisce l’interezza della struttura.

SULLO STESSO ARGOMENTO:  Visitare la Polonia in estate: ecco dove andare

Le aree della miniera si articolano su nove livelli, i più profondi dei quali naturalmente non sono visitabili per questioni di sicurezza. Quelli superiori, aperti al pubblico e resi facilmente accessibili anche alle persone che soffrono di claustrofobia, si dipanano lungo un percorso di 3,5 chilometri, sono estremamente comodi e ben illuminati.

Visitare la Miniera di Sale di Wieliczka e in particolare la Cattedrale Sotterranea, consacrata, funzionante e spesso utilizzata per matrimoni, è una delle esperienze da fare assolutamente durante un viaggio in Polonia.

La Miniera di Sale di Wieliczka tra mito e realtà

miniera di sale krakovia
(Fonte: Pixabay)

Nell’antichità il sale era un minerale preziosissimo, utilizzato in grandi quantità per le sue proprietà conservanti e disinfettanti.

Per questo motivo un paese che possedeva e che era in grado di sfruttare un grosso giacimento di sale poteva definirsi a tutti gli effetti un paese ricco.

A livello storico, la Miniera di Sale di Wieliczka venne utilizzata a partire dal tredicesimo secolo fino alla fine del ventesimo. Le ultime estrazioni, infatti, vennero eseguite nel 1996. 

La Polonia è famosa per i suoi giacimenti di sale: questa miniera infatti non è la più antica del mondo che si trova a Bochnia, altra località polacca.

L’origine della Miniera però affonda nel mito: secondo la leggenda a scoprire il gigantesco giacimento di sale che poi avrebbe dato origine alla miniera fu la Principessa Kinga (Cunegonda in italiano). Fu Kinga a chiedere come dono di nozze una miniera di sale, consapevole di quanto questa risorsa fosse fondamentale per il benessere del suo popolo.

Originaria del villaggio di Wieliczka, prima di andare in sposa al Re di Polonia, gettò un anello in un pozzo e chiese ai minatori di scavare dove l’anello era caduto: l’anello venne ritrovato accanto a un gigantesco cristallo di sale che permise di scoprire il giacimento.

A causa di questa leggenda Kinga viene adorata ancora oggi in Polonia come protettrice dei minatori di Kracovia, che alla Regina di Polonia dedicarono la stupefacente cattedrale costruita nelle viscere della miniera che lei stessa contribuì a scoprire.

La “cappella” di Kinga, che date le dimensioni assomiglia a una vera e propria chiesa, è lunga 54 metri, larga 18 a alta ben 12 metri.

Tutti gli arredi presenti al suo interno, dall’altare ai candelabri sono realizzati in pietra e cristalli di sale. La volta è sostenuta da un’incredibile struttura di legno dai quali pendono giganteschi lampadari.

miniera di sale di Kracovia
(Fonte: Pixabay)

La chiesa si trova a ben 101 metri di profondità e richiese oltre trent’anni di lavoro durante i quali vennero rimossi oltre 20.000 tonnellate di sale. 

SULLO STESSO ARGOMENTO: Luoghi Misteriosi | In Italia un Orco di pietra parla con la tua voce

I motivi per cui i minatori decisero di realizzare un’opera così mastodontica invece di limitarsi semplicemente ad estrarre il sale, sono molto toccanti: gli uomini che lavoravano nelle miniere trascorrevano gran parte della propria vita sottoterra e, a causa dei pericoli legati all’attività di estrazione, ogni giorno c’era la possibilità di morire nei cunicoli senza riuscire a riguadagnare la superficie. Per questo motivo i minatori polacchi, profondamente devoti, decisero di realizzare una cattedrale sotterranea in cui potessero sentire una profonda connessione con la divinità e chiedere la protezione di Dio e di Kinga.

Oggi la chiesa è ancora attiva e viene utilizzata sia per funzioni religiose sia come incredibile location per concerti e mostre d’arte. 

Le sculture di sale di Wieliczka

scultura di sale nella miniera di Wieliczka
(Fonte: Pixabay)

Oltre agli incredibili arredi sacri realizzati in sale, la Miniera di Wieliczka contiene anche moltissime sculture che rappresentano personaggi storici e creature magiche tipiche del folklore polacco. Non è difficile imbattersi nei molti gnomi di sale che popolano le sale della miniera, nel ritratto di un antico re polacco e nella riproduzione (sempre in pietra salina) dell’affresco del Da Vinci L’Ultima Cena.

l'ultima cena di krakovia
(Fonte: Pixabay)

Sono moltissimi i personaggi famosi e addirittura appartenenti a famiglie reali che nel corso degli anni hanno voluto visitare la Cattedrale di Sale di Wieliczka: tra loro, naturalmente, il Papa Giovanni Paolo II.

La visita turistica dura circa tre ore e viene eseguita in diverse lingue, tra cui l’italiano. Per informazioni sugli orari e sull’organizzazione dei tour si può far riferimento al sito ufficiale.