Home Salute e Benessere Piscina | Evitare le possibili infezioni seguendo alcune regole

Piscina | Evitare le possibili infezioni seguendo alcune regole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:22
CONDIVIDI

E’ opportuno seguire alcune regole per evitare di incorrere a infezioni quando si frequenta spesso la piscina, non solo in estate. Scopriamo quali.

Infezione piscina
Foto: Adobe Stock

L’estate è arrivata è il momento di andare al mare e in piscina per concedersi qualche momento di relax e un pò tintarella, un vezzo a cui difficilmente si rinuncia.

Non tanto al mare, ma in piscina, se non si seguono delle regole ben precise si può rischiare di incorrere a infezioni, formazione di verruche. Tutto ciò può accadere anche se si ha l’abitudine di frequentare la piscina durante l’anno perchè si pratica sport.

Noi di CheDonna.it, siamo qui per darvi qualche indicazione su come evitare le infezioni in piscina.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Micosi della pelle | una problematica dell’estate

Piscina e infezioni: scopriamo le più comuni

Micosi dell'unghia: i 6 migliori rimedi casalinghi
Micosi dell’unghia Foto:Istock Photo

Non solo d’estate, ma anche durante l’anno se si praticano sport acquatici, è opportuno seguire alcuni consigli per evitare di incorrere in fastidiose infezioni, scopriamo quali.

In particolar modo anche il sovraffollamento di alcuni luoghi come il mare e la piscina, possano dare origine al contagio di alcune micosi della pelle o anche delle unghie.

Sicuramente se si frequentano ambienti comuni senza indossare infradito, le probabilità di di incorrere a micosi è maggiore.

Le possibili infezioni possono essere cutanee, che si manifestano a livello dell’epidermide, soprattutto se si verifica un abbassamento delle difese immunitarie. Le micosi che di solito colpiscono in estate sono:

  • onicomicosi: colpisce le unghie, sono infezioni causate da funghi, microbi o batteri che iniziano a svilupparsi tra le dita, per poi estendersi fino alla pianta del piede e alle unghie;
  • tinea pedis: conosciuto come “il piede dell’atleta”, si notano screpolature tra le dita che il più delle volte causano screpolature;
  • pitiriasi versicolor: si manifesta con delle macchie sulla pelle che si accentuano con l’esposizione ai raggi del sole e sulla pelle abbronzata.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Olio essenziale di Lavanda | le proprietà per la pelle

Oltre all’infezione dell’epidermide, si possono verificare infezioni gastro-intestinali, accade spesso quando si ingerisce accidentalmente l’acqua e cloro. Questo può causare diarrea, mal di stomaco e talvolta nausea. In soggetti che hanno spesso otite o mal di orecchio, possono incorrere alla così detta “otite del nuotatore”, dopo bagni ripetuti, tende a ristagnare acqua nell’orecchio, che lo rende più esposto ai batteri. In casi gravi si  manifesta un gran dolore all’orecchio che può causare anche febbre alta e mal di testa.

Regole fondamentali da seguire in piscina

infezioni piscina
Indossare infradito in piscina Foto:Adobe Stock

Non è così difficile, evitare di incorrere a spiacevoli infezioni sia legati all’epidermide che all’organismo, basta seguire alcune regole, ecco quali.

  • Indossare sempre le pantofole o infradito: è fondamentale non camminare scalzi in luoghi comuni o lungo il perimetro della vasca. In questo modo si eviterà l’infezione da micosi e funghi.
  • Non stendersi su lettini e sdrai senza telo: è importante per una maggiore igiene, inoltre anche sulle panche degli spogliatoi, va sempre applicato un telo bagno.
  • Il telo bagno è personale e non va scambiato: ricordate che i teli che utilizzate per asciugarvi dopo la piscina sono il mezzo di trasmissione dei batteri. Le proprie asciugamani e teli non devono essere mai scambiati con altre persone e inoltre lavateli sempre a 60 gradi.
  • Fare sempre la doccia prima di entrare in piscina: alcune strutture sono provviste di un liquido disinfettante, che si trova prima di entrare nella vasca. In linea generale, fate sempre la doccia prima di entrare in piscina.
  • Non entrare in piscina con ferite a vista e aperta: è opportuno coprirle se sono di lieve entità, proprio per evitare di prendere infezioni ma anche di diffonderle. Esistono in commercio dei cerotti che resistono all’acqua e proteggono la parte lasciandola traspirare.

SULLO STESSO ARGOMENTO:  Abbronzarsi velocemente | Segreti per una tintarella rapida e duratura

  • Asciugare bene la pelle: in particolar modo tra le dita dei piedi e delle mani, ma anche nei gomiti, perchè sono le parti del corpo più esposte a infezioni.
  • Proteggere le orecchie: è consigliato utilizzare dei “tappi per orecchie” se soffrite spesso di otite. In questo modo si evita che l’acqua entri nel canale uditivo, dove potrebbe ristagnare esponendolo al rischio di otiti. E’ opportuno comunque asciugare sempre bene le orecchie dopo l’uscita dall’acqua con un asciugamano pulito.
  • Indossare occhialini: è opportuno farlo se i vostri occhi sono molto sensibili e soggetti ad irritazione.
micosi estive della pelle come prevenirle e curarle
Micosi ai piedi Foto: Adobe Stock

Dopo aver seguito i nostri consigli, sarà molto più facile prestare attenzione. Ma se pensate di aver contratto la micosi, parlatene subito con il vostro medico. Sicuramente dopo aver controllato vi darà la giusta diagnosi e a prescrivervi la cura più adatta.