Home Ricette Secondi Piatti Sformatini morbidi agli asparagi | antipasto o secondo piatto fresco

Sformatini morbidi agli asparagi | antipasto o secondo piatto fresco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:51
CONDIVIDI

Leggeri ma molto gustosi, gli sformatini morbidi agli asparagi sono adatti anche a chi è a dieta perché comunque poco calorici

adobestock

In primavera e d’estate c’è un ortaggio che più di tutti è protagonista in cucina. Parliamo degli asparagi, di diversa dimensione, colore e grandezza ma sempre buonissimi. Soprattutto perché sono ideali nella dieta, anche sotto forma di questi sformatini morbidi agli asparagi, facilissimi da cucinare.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Asparagi | Ecco perché la pipì puzza dopo averli mangiati

Prima di passare alla ricetta vera e propria, alcuni consigli per gli acquisti. Gli asparagi più comuni sono quelli verdi e bianchi. Come fare a controllare se sono prodotti freschi, adatti alla cottura e buoni anche per i bambini? Dobbiamo controllare se i gambi sono duri ma flessibili e se resistono ad un minimo di pressione prima di rompersi. Inoltre le punte dovrebbero essere ancora chiuse.

Ma come fare per avere sotto mano asparagi freschi tutto l’anno visto che maturano solo in pochi mesi? Semplice, dopo averli acquistati freschi metteteli in una ciotola con acqua e bicarbonato lasciandoli in ammollo per una decina di minuti. Poi sciacquateli sotto l’acqua corrente, togliete la pellicola sul gambo senza romperli e inseriteli negli appositi sacchetti da congelamento. Per scongelarli, basterà toglierli dal freezer due o tre ore prima di cuocerli. E allora adesso passiamo alla nostra ricetta.

Sformatini morbidi agli asparagi, ricetta facile

Gli sformatini morbidi agli asparagi sono adatti per essere serviti come antipasto oppure come secondo, accompagnati da un’insalata fresca. In frigorifero possiamo tenerli al massimo per un pio di giorni, dentro ad un contenitore ermetico.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Primo piatto | pasta agli asparagi semplice e veloce -VIDEO-

Ingredienti:

600 g asparagi
70 g panna liquida
5-6 foglie di erbette
1fetta di pancarrè
latte
1  scalogno
1 uovo
parmigiano grattugiato
olio d’oliva
sale
pepe
burro per gli stampini

Preparazione:

Pulite gli asparagi raschiando la parte esterna del gambo con un coltello o pelapatate, togliendo la parte più legnosa. Quindi metteteli a a lessare in acqua già leggermente salata. Imburrate bene 6 stampini monodose, quelli da budino e teneteli da parte. Scolate gli asparagi e fateli sgocciolare su fogli di carta da cucina prima di tagliarli a tocchetti, lasciando intere le punte.

Affettate anche lo scalogno e lasciatelo appassire in 2 cucchiai d’olio. Unite i tocchetti di asparagi senza le punte (serviranno per la decorazione) e lasciateli rosolare a fuoco vivo. Poi passate

metà del mix di asparagi e scalogno al tritatutto insieme ad una fetta di pancarrè bagnata nel latte e ben strizzata.

Raccogliete tutto il trito in una ciotola, unite l’altra metà degli asparagi , una cucchiaiata di parmigiano, l’uovo e la panna. Salate, pepate secondo vostro gusto e amalgamate bene il composto. Poi distribuitelo negli stampini preparati. Infine sistemate gli stampini in un recipiente con almeno due dita d’acqua.

Coprite tutto con un foglio d’alluminio e mettete nel forno già scaldato alla temperatura di 200° lasciando cuocere gli sformatini a bagnomaria per circa 25 minuti.

Sfornateli quando sono pronti, estraetendoli dal bagnomaria. Quindi sformateli, mettendoli su un piatto da portata. Guarnite con le punte di asparagi che avete lasciato da parte e servite.