Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Come calcolare il BMI | l’indice di massa corporea significa salute

Come calcolare il BMI | l’indice di massa corporea significa salute

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:19
CONDIVIDI

L’indice di massa corporea in inglese BMI, mette in rapporto la statura e la massa di ogni soggetto. Come capire se stiamo bene?

istock

Il  BMI (sigla che deriva dall’inglese ‘Body Mass Index’) è una delle poche formule matematiche per capire se siamo in salute. L”indice di massa corporea infatti mette in rapporto la massa e la statura di un soggetto, maschio o femmina,. E in base a parametri certi aiuta a stabilire se siamo o meno in forma.

Come calcolare quindi calcola l’indice di massa corporea? É una formula matematica assoluta quella che serve per stabilire il BMI di una persona. Basta dividere il proprio peso espresso in chilogrammi per il quadrato dell’altezza espressa in metri. Facciamo un esempio concreto per capirlo più facilmente comprensibile: l’indice di massa corporea di una persona  alta 180 centimetri e pesa 75 chilogrammi sarà uguale a 23,1, ossia  il risultati ottenuto da 75 diviso 3,24.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Fabbisogno calorico giornaliero: carboidrati, lipidi, proteine | Calcolo veloce

Non è soltanto un giochino matematico, però, perché alla medicina serve molto. Infatti l’Organizzazione Mondiale della Sanità in base all’indice BMI ha stabilito quattro categorie per dividere le persone in base al loro stato di salute. Gli obesi hanno un valore superiore a 30, i soggetti sovrappeso un indice di massa corporeo compreso tra 25 e 30. Poi ci sono quelli con peso regolare, tra 19 e 24, e infine i soggetti sottopeso che hanno valori inferiori a 19.

BMI, l’indice per stabilire se siamo a rischio

pixabay

Il BMI, o indice di massa corporeo, è preso in considerazione non solo per capire lo stato di salute generale. Infatti oltre a determinare se una persona abbia un peso congruo rispetto al suo fisico, serve anche come indice epidemiologico. In medicina infatti è stato ormai stabilito da tempo un rapporto stretto fra questo indice e il rischio di mortalità per alcune malattie. In particolare le complicazioni cardiovascolari, compresa l’ipertensione, ma anche diabete e malattie renali.

SULLO STESSO ARGOMENTO:  Ti alleni? Impara ad usare la carnitina per perdere peso! VIDEO

Rimane da dire però che l’indice di massa corporea non fa differenza tra la massa grassa e quella magra. Quindi per le fasce di età sotto i 18  anni sono utilizzati specifici indici di correzione. Invece negli anziani e negli atleti, oltre in chi possiede una massa muscolare particolarmente sviluppata in maniera naturale questo parametro è decisamente poco utile.

Ecco perché per valutare risultati più precisi, è consigliabile eseguire alcuni esami complementari. Ad esempio l’antropometria, che separa la massa grassa e la massa magra, oppure la misurazione dello spessore che hanno le pieghe della pelle. Intanto però rimane un buon punto dal quale partire.