Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione I cibi da non mangiare quando si va al mare

I cibi da non mangiare quando si va al mare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:43
CONDIVIDI

Ci sono dei cibi che in estate e, sopratutto, al mare, andrebbero evitati. Scopriamo insieme quali sono e perché.

Donna con junk food al mare
Donna con junk food al mare – Fonte: Adobe Stock

Le giornate sempre più calde invogliano più che mai a qualche ora di relax da passare al mare o sotto l’ombrellone. E visto che in genere chi sceglie di dedicarsi una giornata di mare lo fa per trascorrervi diverse ore, il pranzo in spiaggia è un momento quasi inevitabile e al quale è bene prestare attenzione.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Dieta estiva: dimagrisci facilmente con il menu da spiaggia

Quando si va al mare, infatti, è importante restare leggeri ed evitare tutta una serie di cibi che per quanto all’apparenza possano sembrare semplici hanno in realtà diverse controindicazioni. Cerchiamo quindi di capire quali sono i cibi da escludere a priori quando si ha in programma una giornata da passare al mare.

I cibi da non mangiare mai in spiaggia

Donna che mangia cibo fritto
Donna che mangia cibo fritto – Fonte: Adobe Stock

Prima di tutto è bene precisare che tra sole e mare è sempre opportuno seguire tutta una serie di regole volte a far scorrere la giornata senza intoppi. Tra queste le più importanti sono:

  • Scegliere una protezione adeguata per la pelle
  • Evitare bibite ghiacciate
  • Fare pasti leggeri
  • Evitare cibi pesanti
  • Non stare troppe ore sotto il sole
  • Non fare il bagno durante le ore della digestione

SULLO STESSO ARGOMENTO: Arance e mandarini fanno dimagrire: Lo dice la scienza

Detto ciò è importante affrontare anche l’argomento cibo e capire cosa è meglio evitare di portare con se. Ci sono infatti molti cibi che vengono erroneamente considerati da spiaggia e che invece andrebbero evitati. In alcuni casi perché poco pratici e in altri perché difficili da digerire o poco utili se si desidera restare idratati. Vediamo quindi quali scartare a priori tra i più noti e scelti ogni estate dagli italiani.

Il panino con la frittata. Un classico delle giornate al mare, specie nel sud Italia, il panino con la frittata è considerato da molti una scelta pratica e gustosa da portare in spiaggia. La verità è che si tratta di un alimento estremamente pesante che sotto il sole finisce con il privare di tane energie importanti. Per quanto buono, quindi, andrebbe assolutamente evitato.

I salumi. A volte c’è chi pensa di mangiare dei salumi da gustare con il melone o con un pacchetto di cracker. Si tratta, però, di un tipo di alimento che con il caldo può deteriorarsi e che pertanto può far male. Anche optando per una borsa frigo, resta un alimento non così’ semplice da digerire.

I fritti. Inutile girarci attorno. Patatine fritte, cotolette e altri alimenti simili non sono per nulla indicati per le giornate trascorse sotto il sole. Mangiarli, infatti, appesantisce e fa sentire ancora più caldo, portando a sudare e, quindi, a disidratarsi maggiormente.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Dieta iposodica estiva: I trucchi per restare sempre dentro i limiti

I legumi. Chi ama la cucina sana, spesso pensa di risolvere ogni problema portandosi il pranzo da casa. Mangiare i legumi a pranzo e in spiaggia, però, può portare a spiacevoli gonfiori. Inoltre c’è il rischio di non digerire per bene e questo può creare problemi a chi desidera fare un bel bagno dopo aver preso il sole.

Le bibite gasate. Altro nemico micidiale di mare e spiaggia sono le bibite gasate. Se berne una da un senso di piacevole freschezza, è bene ricordare che oltre a scaldarsi in fretta (cosa che ne altera il sapore), le bibite gonfiano e sono così piene di zuccheri da non dissetare davvero. Non per niente fanno parte degli alimenti considerati ricchi di zuccheri nascosti. Molto meglio dell’acqua fresca, magari aromatizzata ma in grado di alleviare per davvero lo stimolo della sete.

Beauty routine e makeup da spiaggia
Donna felice al mare – Fonte: Adobe Stock

Cosa mangiare, quindi? Il trucco sta nello scegliere alimenti leggeri, freschi e facili da conservare. Un esempio? Un’insalata integrale di riso e verdure e tofu oppure della frutta, senza esagerare. Anche un gelato può andar bene purché non si ecceda e non sia troppo pesante. In questo modo ci si potrà rilassare senza il rischio di sentirsi appesantiti o di scoprirsi improvvisamente gonfi e assonnati.