Home Attualità Allerta alimentare | Ritirato formaggio per rischio Esterichia coli

Allerta alimentare | Ritirato formaggio per rischio Esterichia coli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:46
CONDIVIDI

Un formaggio stagionato italiano è stato richiamato per rischio microbiologico.

forme di formaggio pecorino
forme di formaggio pecorino – Fonte: Adobe Stock

Quando si parla di formaggi, sono tanti gli appassionati che amano variare per fare diverse esperienze di gusto. Da quelli più freschi a quelli stagionati, è possibile trovarli sia sfusi che confezionati, tutti con caratteristiche e proprietà nutrizionali diverse.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Allerta alimentare – Ritirato salmone norvegese per rischio salmonella

Anche questo tipo di alimenti, ovviamente, può andare incontro a dei problemi di vario tipo, rientrando così tra le tante allerte alimentari che vengono segnalate settimanalmente. Un esempio è quanto è accaduto con un formaggio stagionato molto noto e richiamato proprio ieri per un grave rischio microbiologico.

Richiamo alimentare per formaggio stagionato Divino

pezzo di formaggio pecorino
pezzo di formaggio pecorino – Fonte: Adobe Stock

L’allerta in questione è di ieri e arriva direttamente dal Ministero della Salute. Questa volta il problema riguarda un formaggio a lette crudo semi stagionato prodotto dai fratelli Carai. Il problema riscontrato riguarda nello specifico la presenza di Esterichia Coli stec in 25 grammi (non rilevati i siero gruppi 0157, 0111, 026, 0103, 0145, 0104: H4).
A seguire tutte le informazioni per identificarlo.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Allerta alimentare – Ritirate vongole italiane

  • Nome del prodotto: Divino (formaggio a latte crudo semi stagionato)
  • Marchio: Formaggi Fratelli Carai
  • Lotto: 080520
  • Marchio di identificazione: CE IT 09 501
  • Nome del produttore: Azienda Agricola di Carai Giuseppe & C. s.s.a.
  • Stabilimento: Podere Rimini, 27 Volterra (Pi) Località Montemiccioli
  • Confezione: Forma da 1,5 kg
  • Data di scadenza: 26/09/2020
  • Motivo: presenza di Esterichia coli

L’avvertenza emanata dal Ministero della Salute è quella di non consumare il prodotto e di riportarlo presso il punto vendita dove lo si è acquistato. In questo modo si potrà ottenere un rimborso o sostituirlo con un altro prodotto.

Non è la prima volta che un formaggio viene ritirato dal mercato per controlli a seguito dei quali sono state riscontrate delle anomalie. Recentemente è accaduto anche al taleggio Cademartori nel quale era stato riscontrato sempre un rischio microbiologico. E, cambiando categoria, di recente anche due tipi di salami sono stati ritirati, questa volta per il rischio di salmonella.

Prestare sempre attenzione alle varie allerte alimentari è quindi un modo per proteggersi da eventuali problemi che per sviste o problemi di altro tipo possono sempre presentarsi.
L’importante è poter individuare i prodotti di volta in volta e seguire le istruzioni indicate dal Ministero o dagli organi competenti. In questo modo, si potrà stare tranquilli ed evitare complicazioni. Il tutto semplicemente restando informati.