Home Salute e Benessere Erbe benefiche per il nostro organismo | Scopriamole

Erbe benefiche per il nostro organismo | Scopriamole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00
CONDIVIDI

La natura ci offre diverse erbe benefiche con diverse proprietà, alleviano diversi fastidi come mal di testa, dolori mestruali e conciliano il sonno. Scopriamole.

benefici e ri
Foto:Adobe Stock

La natura ci offre tantissime erbe e piante che possono essere utilizzate sia in cucina per la preparazione di diversi piatti, che per alleviare diversi fastidi.

Basti pensare al rosmarino, non solo trova largo impiego, come sostituzione del sale, infatti le patate cotte al forno possono essere condite con rosmarino. E’ un’erba aromatica che apporta diversi benefici all’organismo, è stato dimostrato che previene danni al cervello. Non è l’unica erba o pianta a donare benessere al nostro organismo, basti pensare alla camomilla, menta, ortica e liquirizia.

Noi di Chedonna.it, vi elenchiamo le piante benefiche per la nostra salute, che si possono utilizzare come rimedi naturali.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Centella asiatica | Proprietà benefiche e possibili controindicazioni

Erbe benefiche: scopriamole

rosmarino
Photo Adobe Stock

Le erbe benefiche non solo sono si possono portare a tavola per condire e preparare diverse ricette, ma sono spesso protagoniste di rimedi naturali vari. Alleviano il mal di testa, dolori mestruali e favoriscono la cicatrizzazione. Dal rosmarino alla camomilla, scopriamo in dettaglio i diversi benefici.

1-Rosmarino e salvia: utili in cucina come sostituti del sale, spesso utilizzate per insaporire le patate o polpettone la forno. I rosmarino è ricco in antiossidanti e composti anti-infiammatori, che aiutino a rafforzare il sistema immunitario e non solo migliorano la circolazione sanguigna. La salvia invece svolge un ruolo importante, in quanto va a regolare il ciclo mestruale, favorire il sonno e donare sollievo mentale. In quest’ultimo caso, è più efficace l’olio essenziale di rosmarino. Invece l’olio essenziale al rosmarino è utile in caso di dolori articolari e muscolari.

2- Liquirizia: conosciuta sin dall’antichità già gli egizi l’utilizzavano in caso di pressione bassa e reflusso gastroesofageo. Basta masticare qualche radice oppure preparate un decotto. La liquirizia possiede sia proprietà antivirali che antimicotiche, inoltre molto efficace in caso id herpes o afte, inoltre va a rafforzare il sistema immunitario e cicatrizza le ferite.

3- Anice: utilizzata spesso per insaporire il caffè o per preparare dessert. Ha un’aroma persistente, utile in caso di allattamento, in quanto va a stimolare le secrezioni ghiandolari e aumenta la produzione di latte materno. Utile anche in caso di cattiva digestione, di tosse, ottimo sedativo e rilassante perfetto per le persone che hanno il disturbo del sonno.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Mal di testa? C’è una dieta per combatterlo

4- Tiglio:  sia le foglie che i fiori di tiglio contengono gli antiossidanti, tannini e zuccheri, spesso utilizzate in fitoterapia per diversi motivi. Infatti il tiglio aiuta a combattere l’insonnia, tachicardia, mal di testa, non solo utile per i soggetti che hanno attacchi di ansia o sono molto stressati. Il tiglio va ad agire sul sistema circolatorio, riduce la pressione sanguigna. Potete utilizzarlo sotto forma di infuso, oppure mettere le foglioline in una vasca da bagno per concedervi un bagno rilassato e rigenerante. Inoltre l’infuso di tiglio può essere utilizzato per la cura della pelle come tonico per il viso, infatti rinfresca e depura.

5- Camomilla: una pianta che apporta diversi benefici, si preparano con gli estratti e i fiori diversi rimedi delle nonne. La proprietà più conosciuta è quella rilassante, infatti spesso utilizzata in caso di dolori mestruali, disturbi gastrointestinali, ma molto efficace anche in caso di mal di gola e anche al mal di denti. Si può definire un vero e proprio antinfiammatorio. Si possono utilizzare come infuso o anche l’olio essenziale è davvero efficace un toccasana contro lo stress. Basta mettere due gocce di olio sul cuscino, oppure applicare alle tempie e fare dei massaggi circolari. Dopo rilassatevi e concedetevi qualche minuto di riposo.

6- Menta: si consiglia l’utilizzo di infusi e tisane per poter ottenere il massimo beneficio da questa pianta. La menta è conosciuta perchè è utile in caso di cattiva digestione e di nausea. Non solo le sue proprietà antisettiche, sono molto efficaci in caso di alitosi, basta diluirne una goccia di olio essenziale in un bicchiere d’acqua e bere ogni qual volta si desidera. E’ conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà infatti veniva usata anche per attenuare la tosse, ma anche per abbassare la temperatura in caso di febbre alta.

7-Melissa: una pianta dall’azione antiossidante e antispasmodica, speso si utilizza per curare i problemi di insonnia e combattere lo stress. Utile anche per le donne che soffrono spesso di disturbi durante il ciclo mestruali e premestruali.

Questa pianta può essere utilizzata per attenuare il mal di testa, in caso di mal di stomaco e per le persone che soffrono del disturbo del sonno. Si può definire un ottimo calmante naturale che va ad equilibrare il corpo e la mente.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Tea tree oil dalle proprietà straordinarie | 10 motivi per usarlo

8-Ortica: pianta preziosa, ricca di acido folico e ferro, spesso consigliata in caso di  anemia e diarrea, non solo. L’ortica viene utilizzata in cucina per le preparazione di diverse piatti, come ravioli o per condire anche i primi piatti.

te rosmarino
Infuso (Istock)

E’ una pianta che apporta diversi benefici all’organismo, innanzitutto va ad eliminare le tossine, favorisce la digestione. Ma l‘ortica si può utilizzare anche in caso di capelli con forfora, basta preparare una maschera capelli. Fate bollire alcuni rami nell’aceto e poi filtrate e lasciate intiepidire, applicate sul cuoio capelluto e dopo diversi impacchi noterete la differenza. Certo non fa miracoli, bisogna comunque seguire una corretta cura del capello.

Sono pur sempre consigli e benefici che non hanno lo stesso effetto sua tutte le persone, perciò è opportuno chiedere il parere di un medico prima di utilizzare queste piante.