Egitto | Arrestata danzatrice del ventre per un video su Tik Tok

Si chiama Sama El Masry e in Egitto è una celebrità. Attrice e danzatrice del ventre ha sempre sfidato la morale comune:è stata arrestata per un video troppo provocante.

Sama El Masri
Sama El Masry (Fonte: Instagram)

Le autorità egiziane conoscono fin troppo bene Sama El Masry, personaggio televisivo conosciutissimo in Egitto. La donna, di quarantaquattro anni, è un’attrice, una cantante e una danzatrice del ventre che si è sempre battuta a favore di una maggiore occidentalizzazione dei costumi per le donne egiziane.

Sul suo popolarissimo profilo Instagram ufficiale, infatti, Sama si veste e posa in maniera molto simile alle influencer occidentali, anche se mostra molta meno pelle rispetto alle sue omologhe italiane o americane.

Nel 2011 l’attrice scrisse e interpretò un film che denunciava lo sfruttamento sessuale e le pressioni sessuali che subiscono regolarmente le donne che lavorano nell’ambito dei media egiziani. 

Il film naturalmente fu osteggiato dalle autorità e anche dal sindacato dei giornalisti egiziani, che ritenne il film assolutamente offensivo e degradante per l’intero ambiente dell’informazione e dello spettacolo.

Nel 2013 Sama El Masry decise di realizzare una serie di video satirici su Youtube all’interno dei quali criticava il governo e tutti i partiti islamisti che animano la scena politica egiziana. Per il video in cui prendeva in giro l’uso del velo l’attrice ha ricevuto minacce di morte e ha ricevuto pesanti offese, tra cui quella di comportarsi come una prostituta.

Nello stesso anno è diventata famosa a livello mondiale: un suo ennesimo video satirico con il quale criticava la politica estera di Barack Obama (in particolare i suoi rapporti con l’Egitto) è diventato virale a pochi giorni dalla pubblicazione.

Nel 2015 ha deciso di candidarsi alle elezioni parlamentari per il Governatorato di al – Sharquia, zona in cui nacque l’ex presidente egiziano Mohamed Morsi, convinto islamista.

Da quel punto in poi le autorità egiziane si sono interessate regolarmente a lei e quello che ha portato al suo arresto non è stato il primo problema con la legge che Sama ha dovuto affrontare.

La danzatrice del ventre arrestata per un video su Tik Tok

danzatrice del ventre arrestata
Sama El Masry (Fonte: Instagram)

Sul finire dello scorso Aprile, una procura egiziana aveva ordinato il sequestro di tre cellulari e di un computer portatile appartenenti a Sama el Masry. A condurre all’intervento delle forze dell’ordine sarebbero state “numerose denunce” da parte di utenti del web che avrebbero segnalato un video di Tik Tok pubblicato dall’attrice nei giorni precedenti.

Il video in questione, ritenuto scandaloso e offensivo nei confronti della moralità della famiglia egiziana, ha portato alla condanna dell’attrice, che oltre a dover pagare una multa sostanziosa, dovrà anche scontare una pena detentiva di 3 anni per una sentenza emessa il 27 Giugno 2020.

SULLO STESSO ARGOMENTO:  Elettra Lamborghini: “I miei video sono spinti, ma io credo in Dio”

Le accuse di cui l’attrice e ballerina è stata ritenuta colpevole sono atti osceni in luogo pubblico (i social network costituiscono a tutti gli effetti un ambito di assoluta pubblicità), incitamento alla prostituzione e, naturalmente, violazione dei valori tradizionali della famiglia Egiziana.

La ballerina si è difesa dalle accuse, affermando che il video incriminato è stato pubblicato a sua insaputa, attraverso un telefono cellulare che le era stato rubato molti mesi prima della pubblicazione, del video in questione. Evidentemente la sua difesa non ha convinto i giudici.

Sama non è l’unico personaggio pubblico a essere entrata nel mirino delle autorità egiziane, che negli ultimi mesi stanno intervenendo contro gli influencer colpevoli di minare i valori islamici tradizionali.