Ebi fry | La ricetta dei gamberi fritti super croccanti

0
2

Impariamo a preparare gli ebi fry, i gamberi fritti giapponesi super croccanti.

Ebi fry
Ebi fry – Fonte: Adobe Stock

Chi ama la cucina giapponese sa bene come le fritture siano uno dei capisaldi della tradizione nipponica. Basti pensare alla famosa tempura e ai tanti piatti super golosi che prevedono della frittura per pesci, verdure o altri alimenti.
Tra i più famosi e apprezzati da tutti ci sono gli ebi fry, dei gamberi fritti nel panko e solitamente presenti nei bento box, come accompagnamento al riso o per celebrare i momenti più importanti. Presenti anche in alcuni ristoranti giapponesi, si tratta di gamberi fritti in modo tale da risultare golosi e croccanti.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Inarizushi: la ricetta di sushi super golosa

Preparare gli ebi fry non è difficile e consente di sperimentare sapori nuovi ed in grado di ingolosire chiunque, anche chi non è avvezzo alla cucina orientale.
Scopriamo quindi come preparare questi particolari gamberi, per sorprendere tutti con un piatto innovativo e ricco di gusto.

Ebi fry, la ricetta giapponese

ebi fry su tagliere con salsa
ebi fry su tagliere con salsa – Fonte: Adobe Stock

Che si sia amanti del pesce, della frittura o, più semplicemente, della cucina giapponese, gli ebi fry rappresentano un piatto che chiunque dovrebbe provare. Croccanti e belli da vedere, sono in grado di rendere allegro ogni pasto e si prestano bene per essere mangiati in compagnia.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Tamagoyaki: come preparare la frittata arrotolata giapponese

Impariamo quindi le regole da seguire per preparare degli ottimi ebi fry secondo la tradizione giapponese.

Ingredienti:

  • 9 gamberi grossi
  • Due uova
  • Farina bianca qb
  • Panko giapponese (in alternativa va bene anche del pan grattato)
  • Sale qb
  • Olio di semi per friggere
Ebi fry su tagliere di legno
Ebi fry su tagliere di legno – Fonte: Adobe Stock

Pulire i gamberi, facendo attenzione a lasciare intatta la coda.
Togliere l’intestino (il filo nero che hanno sul dorso), adagiarli su un tagliere e posizionarli in modo da farli stare dritti. Praticare dei piccoli tagli con il coltello in diagonale, incidendo prima il dorso e poi la parte più tondeggiante.
A questo punto sbattere le uova e salarle. Passare i gamberi nella farina, nell’uovo e infine nel panko (o nel pangrattato) cercando di panarli per intero. Panare ancora una volta nell’uovo e nel panko.

È giunto il momento della frittura. Scegliere un olio monoseme (ad esempio l’olio di girasole) e friggere fin quando i gamberi non si dorano per bene. Durante questo passaggio bisogna far attenzione che la coda rimanga ben aperta.
Fatto ciò, adagiare i gamberi fritti su un piatto con della carta assorbente e lasciarli raffreddare.
Gli ebi fry sono pronti per essere gustati.

Ottimi come aperitivo o per un antipasto alternativo (specie se accompagnati da varie salse), gli ebi fry rappresentano anche un secondo piatto da accompagnare con delle patatine fritte. Chi ama la cucina nipponica può usarli come ingredienti per il famoso bento box o per accompagnare ad una ciotola di riso cotto alla giapponese.
In ogni caso il risultato è assicurato e tutti resteranno piacevolmente colpiti da questa versione unica e super golosa dei gamberi fritti.